BANNER-ALTO2
A+ A A-

giustaecicciaStanno per scadere i sessanta giorni assegnati probabilmente per l'ultima volta al nostro comune per approvare il bilancio riequilibrato. Una cosa impossibile, ci sembra, al di là della passione di rocco giusta, al di là dell'equilibrio del sindaco Mario pizzino. Un problema che ormai riguarda tantissimi comuni italiani e soprattutto calabresi. Un problema che aveva due soluzioni. Una minore ed insufficiente quale è quella di ridurre le spese così come in qualche modo è stato fatto da questa amministrazione. Una maggiore e che sarebbe potuta essere solutiva qual è quella di fare una durissima lotta alla evasione tributaria. Una lotta poco tentata, poco voluta e senza la quale si è arrivati al dissesto, ma non escludiamo giunga anche davanti ai giudici. Tra certezze vere e finte il vento sollevato dalla recente. Sentenza della cassazione che ormai impone scelte definitive e responsabilità precise in particolare verso amministratori e funzionari del passato.

Pubblicato in Politica

veltri minil'assessore al turismo Veltri ha convocato il primo incontro con gli artisti locali, le associazioni e le ONLUS per iniziare a definire il calendario  estivo  2019.

22 marzo 2019 ore 15:00 sala consiliare del Comune di Amantea

per maggiore info clicca sul link comuneamantea.gov.it

Pubblicato in Campora San Giovanni

OGGI AD AMANTEA IN CONSIGLIO COMUNALE

Mentre veniva richiamato in giunta lo SPECIALISTA, abbiamo ritenuto giusto fare un resoconto della storia dell'amministrazione Pizzino scrivendo così:

L’amministrazione comunale guidata da Mario Pizzino è l’amministrazione, dati alla mano, più inquisita della storia di Amantea.

 

 

 

Ottimo primato per un funzionario della Prefettura, il quale già all’atto della candidatura pare abbia subito un procedimento disciplinare a causa del fatto che si era candidato senza informare preventivamente il prefetto di Catanzaro, e affiancandosi ad un pregiudicato oggi condannato in via definitiva per voto di scambio politico-mafioso, La Rupa Franco.

Un rapido excursus dei fatti:

- Il 21 luglio 2017, dopo soli 39 giorni dall’insediamento, vengono arrestati il consigliere Marcello Socievole e il sostenitore principale della lista (non lo dico io ma la Procura della Repubblica di Paola) per voto di scambio e minacce, che avrebbero pesantemente condizionato lo svolgimento della campagna elettorale, è appena il caso di ricordare che i due sono stati di recente rinviati a giudizio e che il sindaco non ha sentito l’esigenza di costituire il Comune di Amantea come parte civile nel processo.

- Solo tre giorni dopo, il 24 luglio 2017, si ha la notizia delle indagini a carico di Rocco Giusta nell’operazione Factotum relativa ad una truffa di 9 milioni di euro ai danni della regione Calabria, della provincia di Cosenza e dei cittadini calabresi, l’appena nominato assessore al bilancio osserva la decenza di dimettersi, comincia a disertare il Consiglio comunale ma attende pazientemente un nuovo incarico che oggi viene appunto formalizzato con la nomina oggetto della presente delibera

- Il 29 giugno del 2018 viene arrestata Emma Pati, assessore all’istruzione e alla manutenzione, nell’ambito dell’Operazione Multiservizi, insieme ad altri ex politici e funzionari anche apicali, quali il comandante dei Vigili e il dirigente dell’Ufficio Tributi, oggi tutti rinviati a giudizio.

Sarebbe bastato molto meno per le dimissioni, ma il sindaco-funzionario della prefettura è garantista.

Ci domandiamo se la garanzia di Pizzino è una garanzia speciale che va anche oltre i processi e le condanne definitive e i sequestri milionari di cui è stato oggetto l’ispiratore della lista azzurra, come ebbe a definirlo pubblicamente e senza pudore il consigliere Vairo, mentre le autorità giudiziarie lo hanno definito un soggetto socialmente pericoloso.

Oggi vi apprestate a conferire nuovamente le deleghe al bilancio a Rocco Giusta che al momento delle dimissioni era solo indagato, oggi, dopo il rinvio a giudizio, è un imputato nell’ambito di un processo per truffa e fatture false, in relazione alla gestione di fondi pubblici.

Se tutto questo non bastasse c’è la vita reale e la gestione del Comune, con il bilancio bocciato, i servizi che non funzionano, gli uffici nel caos, nessuna cura dell’ambiente, delle scuole, dei cittadini più deboli, della città.

Pubblicato in Primo Piano

Ecco cosa scrive Tommaso Signorelli:

Carissimi concittadini, sapete quanto ci sono costati gli AMMINISTRATORI dal giugno 2017 ad oggi?

Circa 180.000 euro di STIPENDI. Meno male che siamo in dissesto.

Il Sindaco Pizzino è quello che ha PERCEPITO più di tutti.

 

 

A seguire c’è il Vice Sindaco IANNI PALARCHIO, e gli Assessori LUCA FERRARO E CONCETTA VELTRI.

ECCO I RISULTATI RAGGIUNTI:

1) BILANCIO BOCCIATO 4 VOLTE;

2) STAGIONI TURISTICHE 2017 e 2018 NON PERVENUTE;

3) FALLIMENTO DEL CARNEVALE DI AMANTEA;

4) DISASTRI NEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E NEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO;

5) STRADE DISSESTATE;

6) PERIFERIE ABBANDONATE;

7) UFFICIO POSTALE DI CAMPORA S.G. CHIUSO DA MESI;

8)UFFICIO COMMERCIO DEL COMUNE DI AMANTEA CHIUSO DA OLTRE UN MESE;

9) LUNGOMARE DI AMANTEA “arripezzato”....

10) PIANO STRUTTURALE E PIANO SPIAGGIA “BLOCCATO “;

11)SERVIZI SOCIALI INESISTENTI;

12) STRUTTURE SPORTIVE FATISCENTI;

13) AREA PIP ABBANDONATA;

14) SCUOLE MEDIE DI AMANTEA ABBANDONATE PIENE DI STERPAGLIE E TOPI;

15) POLIZIA MUNICIPALE ALLO SBANDO TOTALE;

16) UFFICI COMUNALI DISORGANIZZATI;

17) AFFIDAMENTO TRIBUTI ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE;

18) FALLIMENTO DEL CONSIGLIO DI FRAZIONE DI CAMPORA S.G.;

19) ABBANDONO TOTALE DELLA COMUNITÀ CAMPORESE;

20) PERDITA DI NUMEROSI POSTI DI LAVORO PER SCELTE AMMINISTRATIVE SCELLERATE;

21) CITTÀ SPORCA DAPPERTUTTO.

Mi fermo a 21 perché il 21 è il giorno dei “CIUATI”......

Ma veramente dovevamo spendere 180.000 euro di STIPENDI per ottenere questi RISULTATI?

Il DISSESTO ESISTE SOLO PER LA CITTADINANZA?

AVETE FATTO UN FURTO ALLA CITTÀ....

RESTITUITE LE INDENNITÀ PERCHÉ SIETE IL PEGGIO DEL PEGGIO.....

DIMETTETEVI PERCHÉ AMANTEA E CAMPORA HA BISOGNO DI ALTRO....

Le mie non sono MENZOGNE ma FATTI....

AMANTEA NON VI VUOLE...

SMETTETELA DI PERCEPIRE STIPENDI SENZA NESSUN RISULTATO...

LE TASSE CHE STATE CHIEDENDO ALLA CITTÀ SERVONO PURE PER PAGARE I VOSTRI STIPENDI FALLIMENTARI....

DIMETTETEVI CON URGENZA....

180.000 EURO DI STIPENDI PER AFFOSSARE AMANTEA....

E LA GENTE NON RIESCE NEMMENO A FARE LA SPESA....

VERGOGNATEVI....

Carro armato

Bombardiere

Questo il comunicato dell’ Amministrazione Comunale:

"Dalla parte della comunità e contro le falsità del politico menzognero L’ Amministrazione Comunale ha il dovere Istituzionale di salvaguardare servizi importanti che incidono in modo armonico sullo sviluppo economico e sociale della comunità.

Sicuramente in tali priorità rientrano i servizi forniti dall’Ente Poste, aventi finalità e funzioni non solo di produzione ma ricadute altamente sociali, soprattutto in una località popolosa e ricca di un tessuto produttivo come quella di Campora San Giovanni.

Risulta pertanto in linea con tali finalità quello di essere, in qualità di amministratori di un Ente locale dalla parte di una popolazione che vive fortissimi disagi per la chiusura di un ufficio strategicamente importante per anziani, persone in precarie condizioni economiche e di salute, giovani, imprenditori agricoli, artigianati e commercianti.

Non può sottacersi infatti che nella frazione di Campora San Giovanni insiste una realta’ produttiva rappresentante il fiore all’occhiello di un vasto comprensorio, costituita da un Piano di Insediamento Produttivo e da imprese di produzione di prodotti agricoli riconosciuti a livello internazionale.

Risulta pertanto in linea con le vibrate proteste della comunità camporese ed i disagi che stanno vivendo gli stessi cittadini di Campora San Giovanni per la chiusura dell’ufficio Postale, la nota sindacale e quella dirigenziale al fine di disapprovare con fermezza il ritardo nell’apertura di tale sede postale.

Quindi un semplice e forte atto di impulso al Direttore dei Lavori ed alla committenza per accelerare l’esecuzione dei lavori e vederli finalmente finiti ed ultimati in ogni loro parte evitando così il dilagare di legittime proteste di una comunità che si vede mancare un servizio di siffatta importanza.

Appare dunque strano da parte del direttore dei lavori del fabbricato che ospita l’ufficio postale di Campora San Giovanni l’invio di una nota per conoscenza anche al Procuratore delle Repubblica di Paola, al sindaco di Amantea ed all’amministratore del condominio de quo..

Infatti riprendendo quanto affermato dal Direttore di Filiale in merito alle criticità dello stabile, il Sindaco della Città ha chiesto a Poste Italiane la riapertura dell’Ufficio Postale, nelle more che lo stesso fosse allocato in un locale idoneo, anche tramite postazione mobile.

Da ciò si deduce che lo stesso Sindaco, al contrario da quanto affermato dallo stesso direttore dei lavori, non ha riferito alcunchè al Direttore di Poste Italiane, ma in realtà è stato lo stesso Dirigente postale in parola ad aver riferito al Sindaco del cedimento del tetto, con possibili cadute di calcinacci che rendono pericoloso l’accesso all’Ufficio sia da parte dei clienti che delle risorse che vi operano.

Il Sindaco si è solo limitato a richiedere la riapertura urgente dell’Ufficio Postale a benefico della comunità e null’altro.

Appaiono dunque fuorvianti soprattutto le sterili critiche del menzognero politico Signorelli che giudica negativamente l’operato dell’Amministrazione Pizzino senza informarsi o facendo finta di non sapere fatti e realtà, ed incitando i concittadini all’odio ed al rancore.

Per dovere di ristabilire la verità si precisa che già in data 30 luglio 2014 era stata notificata una prima diffida per mettere in sicurezza parti significative del fabbricato; che non avendo dato seguito alla suddetta diffida, l’intero immobile è stato oggetto di un’ordinanza di messa in sicurezza in data 26 febbraio 2016 e che a quasi tre anni di distanza dalla suddetta ordinanza e a quasi 5 anni e mezzo dalla prima diffida, i lavori di messa in sicurezza non sono stati ancora ultimati. Questo è un fatto inconfutabile.

Con la nota Pec del 29 gennaio 2019 si è ulteriormente sollecitato il direttore dei lavori e l’amministratore del condominio in questione a chiarire la tempistica per mettere in sicurezza il fabbricato, fermo restando che il comune è l’Ente Istituzionale più vicino ai cittadini ed in quanto tale è tenuto ad ascoltare le istanze vere che vengono avanzate dagli stessi e a farle proprie se ritenute giuste.

A tal proposito si è inteso interloquire nuovamente con la dirigenza postale che ha assicurato l’allocazione dell’ufficio postale presso un nuovo immobile al fine di avere una nuova sede stabile e dignitosa e nelle more la fornitura dei servizi postali tramite container appositamente attrezzato."

Mario Pizzino

Pubblicato in Cronaca

Nell’ambito delle iniziative dedicate alla Giornata della Memoria, gli alunni dell’Istituto Comprensivo Campora-Aiello hanno partecipato ad un significativo momento di riflessione sui temi dell’olocausto nella mattinata di lunedì 28 gennaio.

 

 

 

 

I ragazzi sono stati accolti dai saluti inviati dalla Dirigente scolastica Caterina Policicchio e dal Sindaco di Amantea Mario Pizzino.

Come in altri Istituti scolastici, è stato proiettato “La stella di Andra e Tati“ - il cartone animato sulla Shoah rivolto ai giovani e scritto da Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro – che racconta la storia delle sorelle Andra e Tatiana Bucci deportate, la sera del 28 marzo 1944, da Fiume ad Auschwitz-Birkenau e tra le pochissime sopravvissute al campo di concentramento.

Una narrazione che ha accompagnato i ragazzi per mano a scoprire la realtà terribile e dolorosa dell’olocausto senza sbavature di pietismo.

Le riflessioni – che hanno visto l’interazione attiva e partecipata di alcuni alunni – sono state avviate dalla Prof.ssa Concetta Mileti, Responsabile della Funzione Strumentale.

Sono, dunque, seguiti gli interventi del Presidente del Consiglio comunale e delegato alla cultura Enzo Giacco, della Vice Preside Antonia Veltri e della docente di lettere Monica Bennardo.

Tanti i temi toccati: dall’importanza della memoria che deve essere custodita e tramandata dalle giovani generazioni, all’importanza di rompere il muro dell’indifferenza che spesso cela la sofferenza di tante popolazioni.

L’iniziativa è servita per riflettere insieme sul diritto alla dignità della persona, alla libertà ed alla vita e per ragionare sull’importanza dei valori della pace, della tolleranza e dell’accoglienza.

Tanti i riferimenti al dramma senza fine dei profughi africani che ogni giorno perdono la vita nel Mediterraneo.

L’auspicio dell’Istituzione scolastica e dell’Amministrazione comunale è che iniziative come queste siano utili a smuovere e ad irrobustire le coscienze per far sì che i giovani possano essere protagonisti del presente e del futuro – diffondendo sani principi umani e comunitari – costruendo una società migliore.

L’interesse degli alunni all’iniziativa di oggi rappresenta un segnale incoraggiante.

Pubblicato in Cronaca

E’ la domanda che mi è stata rivolta stamattina in un bar cittadino, da un amico che sfogliava un quotidiano locale.

Una domanda chiaramente provocatoria e che sottintendeva la notizia che circola in Amantea e secondo la quale Robert Aloisio sarebbe pronto a rientrare nella compagine di maggioranza se il sindaco Pizzino mostrasse la sua disponibilità ad affidargli il gravoso onere della gestione del personale e dei servizi tecnologici

Robert Aloisio, nelle fasi iniziali della Giunta Pizzino con la sola delega ad un consigliere ha sicuramente ben figurato gestendo con impegno raro il pur scarso personale dell’ente.

Questa consapevolezza sembra abbia portato Aloisio a proporre la sua disponibilità a dare una svolta ai lavori manutentivi.

La notizia non è sicura.

Potrebbe anche essere il contrario e cioè che il Sindaco Pizzino abbia cominciato a percepire la estrema necessità di collaboratori politici che siano disponibili ad impegnarsi fattivamente nella gestione della cosa pubblica.

E questo quale primaria condizione per la sopravvivenza della stessa giunta.

Ovviamente tale impegno da parte di Robert sarebbe subordinato ad una carica assessorile.

Ecco il senso della domanda, provocatoria se non capziosa.

Al mio sorrisetto parte la offerta del caffè e la seconda domanda.

“E chi salterebbe?”.

Lo lascio aspettare , sorseggio il caffè e poi esplodo davanti ad una mini platea di impaganti:

“Caterina e Concetta no per rispetto di genere”. Scatta qualche indice e diversi assensi con la testa.

“ Rocchino è appena entrato ed è l’unico con esperienza per la gestione del bilancio e dei tributi che sono la condizione per evitare lo scioglimento del consiglio e quindi la stessa sopravivenza della giunta….”

Esplodono un paio di giusto!

“ Restano solo Luca ed Andrea…… !”

“Si, ma secondo te?” parte la terza domanda…

“Non sono il sindaco… ma se lo fossi saprei bene cosa fare…. Grazie del caffè”

Ed esco senza dare il tempo di ribattere.

Uscendo leggo visi diversi , da quello sornione, a quello sorridente, a quello perplesso, ma tutti ci hanno preso gusto….

Pubblicato in Politica

Eccola:

“Comunicazione della Regione Calabria di proroga dei percorsi di politiche attive, nelle modalità dei tirocini, rivolta ai comuni beneficiari a favore di soggetti precedentemente inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga della Regione Calabria.

Il Dipartimento Lavoro, Formazione e Politiche Sociali della Regione Calabria Assessorato al Lavori e Welfare ha completato le procedure di verifica dei tirocini attivati a seguito dell' approvazione delle graduatorie definitive di cui al decreto del 25 luglio 2018 n.8276.

In esito alle verifiche effettuate sono state contabilizzate le economie finanziarie derivanti dalle minori attivazioni di tirocini rispetto a quanto approvato agli enti pubblici e privati nella graduatoria finale.

Le economie accertate consentono una proroga di ulteriori 6 mesi di tutti i tirocini attivati negli enti pubblici e privati e quindi anche nel Comune di Amantea, senza soluzioni di continuità, ed in coerenza con le previsioni delle Manifestazioni di interesse approvate che autorizzano tirocini della durata massima di dodici mesi.

Restiamo ora in attesa del provvedimento di autorizzazione alla proroga e dell'apposita circolare con le procedure da seguire quale Ente locale in qualità di soggetti ospitanti.

Un vero aiuto a tante famiglie anche della nostra città ed una vera lotta alla disoccupazione che attanaglia sempre più persone in stato di bisogno.

Le attività svolte da tali lavoratori a beneficio del nostro territorio sono egregie ed una tale notizia viene accolta con grande soddisfazione anche per la scarsità dell'organico comunale e nella considerazione che i costi non sono a carico dell’ Ente”.

E’ tutto pronto.

All’appuntamento mancano pochi giorni.

Poi la giunta ripartirà, alla grande.

Almeno, questa, è la speranza dell’ amministrazione comunale.

Ah, ci tengono a ribadirlo, non è un risultato indotto o suggerito dalla minoranza.

Affatto.

La minoranza sembra navigare in un mare diverso.

Un mare fatto di parole, non di acqua.

E il concetto inespresso del sindaco Pizzino è quello che “Nave senza timon va presto a fondo”

Da qui, dopo le burrasche che hanno imperversato sulla giunta amanteana, che alle stesse sembra sia sopravvissuta, ecco una nuova rotta e nuovi nostromi.

Parliamo di Rocco Giusta che è stato fortemente vicino al sindaco Pizzino per la vicenda del bilancio, vicenda che –a quanto ci dicono- almeno questa è la speranza- potrebbe chiudersi positivamente.

E forse non solo Rocco Giusta, nuovo timoniere per una nuova rotta.

Riusciranno i nostri amici a ritrovare la smarrita rotta?

Non resta che aspettare.

Pubblicato in Campora San Giovanni

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota sui servizi di collaudo e revisioni dei veicoli a motore e loro rimorchi.

“È stata stipulata infatti una convenzione regolante i rapporti tra il Comune e la ditta Tirrena Servizi s.a s di Mannarino M. & Sicoli O. relativamente al servizio per le operazioni di collaudo e revisioni dei veicoli a motore e loro rimorchi.

L'Amministrazione Comunale nell'ambito della costante logica di soddisfare in città la maggior parte delle necessità e dei bisogni della comunità, e soprattutto delle imprese del territorio, ha interesse a che vengano eseguite in loco le suddette operazioni.

Il comune di Amantea rappresenta infatti per l'intero hinterland, il polo socio-economico di primaria importanza e costituisce per i comuni vicini fondamentale punto di riferimento.

Le operazioni di che trattasi di collaudo e revisioni per i mezzi ruotati pesanti sono di norma effettuate presso la Motorizzazione Civile di Cosenza, possono ora essere, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e della convenzione stipulata, eseguite in sede in strutture appositamente ed idoneamente predisposte.

L'Ente locale ha inteso stipulare accordo convenzionale con la suddetta struttura privata idonea alla bisogna, trovandosi nell'impossibilita' di potersi fare carico di detto servizio, stante la carenza di risorse finanziare necessarie per l'attivazione delle apposite strutture (realizzazione della sede, acquisto delle strumentazioni indispensabili per effettuare le operazioni di revisione e collaudo, mancanza dell'organico del comune di figure professionali atte a svolgere la suddetta attività ).

La convenzione in questione, in linea con quanto statuito da apposita deliberazione consiliare, ha durata quinquennale e prevede l'accesso dell'Amministrazione Comunale in ogni tempo nel centro del servizio revisionale o di collaudo per gli accertamenti relativi ai rapporti convenzionali e al rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia.

La stessa società convenzionata si impegna inoltre nei confronti del comune di Amantea ad effettuare gratuitamente una revisione annuale su ogni singolo mezzo superiore a 35 q.li di proprietà dell'Ente”

L’Amministrazione comunale.

Pubblicato in Cronaca
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy