BANNER-ALTO2
A+ A A-

FRANCOBOLLO PROCIDA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 1Poste Italiane comunica che è stato emesso emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo celebrativo di Procida, capitale della cultura relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.

Tiratura: trecentomila esemplari.

 Foglio da quarantacinque esemplari

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.

Bozzetto a cura di Paolo Altieri.

La vignetta: entro un fondino rosa che caratterizza le abitazioni dei pescatori di Procida, raffigura, in grafica stilizzata, la tipica architettura delle case popolari procidane su cui svetta, in alto a destra, il logo di Procida capitale italiana della cultura.

Completano il francobollo la legenda “PROCIDA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2022”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

L’annullo primo giorno di emissione sarà disponibile presso l’ufficio postale di Procida (NA).

Il francobollo e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

Per l’occasione è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a tre ante, contenente una quartina di francobolli, un francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, al prezzo di 15€.

POSTE ITALIANE – Media Relations

Leggi tutto... 0

Motociclista feritoAiutare una persona quando ne ha maggiormente bisogno è un dovere, Soccorrere un ferito in un incidente stradale è anche un obbligo. Ma davvero è sempre così? Una signora padovana che era in casa in isolamento per Covid, casalinga, a distanza di due anni ha ricevuto un decreto penale di condanna di 2 mesi di arresto sostituiti da una multa di 4.500 Euro per aver soccorso un ferito in un incidente stradale. Paradossale, ma vero. Intervistata dai giornalisti così ha detto:- Ero a casa in isolamento per Covid, quando all’improvviso ho sentito uno schianto. Sono corsa fuori e ho visto una moto in mezzo alla strada e un motociclista dentro ad un fossato gravemente ferito. Il conducente della moto evidentemente aveva perso il controllo della moto e si era schiantato contro un segnale stradale. Ho cercato di aiutarlo, poi arriva l’ambulanza e una pattuglia dei Carabinieri. Questi, fra l’altro, invece di preoccuparsi solamente del ferito a terra, mi chiedono i documenti perché si sono accorti che io non dovevo essere in quel posto perché in isolamento-. La signora si rifiuta di dare le sue generalità e di esibire la tessera di riconoscimento, così scatta la denuncia. Doppia denuncia: per violazione dell’isolamento e per essersi rifiutata di dichiarare la propria generalità a un pubblico ufficiale. Ed ecco ora il paradosso: Per aver aiutato una persona ferita la signora ora si trova con la fedina penale sporca e a dover pagare una multa salata. Farà ricorso. Certamente, ne sono sicuro, troverà un Giudice comprensivo che le cancellerà la salata multa da pagare, perché, amici, aiutare una persona quando è in difficoltà è sempre un gesto nobile. La signora era in isolamento, doveva stare chiusa in casa, ha disobbedito, vero, ma lo ha fatto per venire in soccorso di una persona ferita.

Leggi tutto... 0

attrezzature panificioUn panificio può avere successo solo nel caso in cui la sua produzione si basi sull’utilizzo di strumenti di qualità. Solo così, infatti, si può essere certi di proporre alla clientela prodotti buoni e salubri, realizzati secondo i più alti standard di efficienza. Se è vero che il settore alimentare si dimostra altamente competitivo, ecco che per uscirne vincenti c’è bisogno di attrezzature ad hoc, che aiutino a realizzare degli impasti ottimi, a gestire con precisione la lievitazione e ad avere delle cotture impeccabili: obiettivi comuni ai panifici, alle pizzerie e ai forni.

Che cosa serve a un panificio

Il forno è senza dubbio il punto di partenza, ma non si può prescindere da una impastatrice professionale per pizza e da tanti altri dispositivi che servono da un lato a lavorare in modo più pratico e dall’altro lato a offrire ai clienti prodotti di qualità elevata. Ovviamente, la scelta della strumentazione deve essere valutata in funzione di molteplici variabili: per esempio la mole produttiva, ma anche il tipo di prodotti che si è intenzionati a proporre. Le celle di lievitazione, il dosatore elettronico per l’acqua e lo stendipizza vanno annoverati fra i dispositivi che non possono mai mancare.

Sigma e i macchinari professionali per i panifici

È a Sigma che ci si può rivolgere quando si ha la necessità di comprare macchinari professionali per panifici. Questa realtà dal 1974 si occupa della produzione di impastatrici, e nel corso di quasi mezzo secolo ha sempre messo in evidenza una forte tendenza all’innovazione, con tanto di brevetti esclusivi a livello mondiale che dimostrano la fase di studio e ricerca che sta alla base di ogni prodotto.

Il forno

Il forno, come già accennato, è il più importante strumento per qualunque panificio; può essere a gas o elettrico, mentre dal punto di vista della struttura si distingue fra i forni rotativi e quelli a platea. Sul mercato si possono trovare varie tipologie di forni. In linea di massima, in un laboratorio artigianale si tende a preferire un forno a platea con più camere di cottura; al contrario, a livello industriale vengono privilegiati i forni a tunnel e i forni rotativi. Si tratta, in effetti, di soluzioni che agevolano la gestione delle cotture perché le semplificano sotto il profilo operativo. I prodotti vengono collocati su un nastro trasportatore per poi essere fatti passare in mezzo a due fonti di calore che provvedono alla loro cottura.

Quanti forni servono

Non è detto che in un panificio un forno solo sia sufficiente. Sono parecchie, infatti, le attività che scelgono di munirsi di due forni, in modo da avere cotture differenti nello stesso momento e offrire una proposta produttiva più flessibile. Questo è vero sia nelle grandi realtà che nei laboratori più piccoli: si pensi a un forno artigianale che produce pane ma anche torte e dolci. Per i prodotti di pasticceria, c’è bisogno di un forno con caratteristiche diverse rispetto al forno principale, per esempio con una ventola bidirezionale in dotazione.

La temperatura di cottura

Un aspetto direttamente correlato alla scelta del forno è quello che riguarda la temperatura di cottura; nel caso dei lievitati, è importante che siano stabili e abbastanza elevate. Soprattutto quando si parla di pane, è bene ricordare che la temperatura di cottura deve essere tanto più bassa quanto più è elevata la pezzatura, con un contestuale allungamento dei tempi di cottura. Questa è l’accortezza che è bene mettere in pratica per cuocere in maniera ottimale l’interno, così che la mollica non risulti gommosa ma si asciughi al punto giusto, in modo appropriato.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy