BANNER-ALTO2
A+ A A-

Ucraina-Alisa-e-Polina-1068x609La guerra in Ucraina continua. Le città vengono bombardate notte e giorno. La capitale Kiev è assediata, potrebbe crollare da un momento all’altro. Donne, vecchi e bambini abbandonano le loro case, cercano rifugio nei bunker sotterranei, i più fortunati nelle nazioni confinanti. Gli uomini restano, vogliono combattere, vogliono difendere fino all’estremo la loro terra. Dulce et decorum est pro Patria mori. Lo hanno imparato a scuola. E il mondo? Parla, parla, e resta a guardare. Alcuni scendono in piazza, gridano “No alla guerra”, ma le piazze non hanno mai fermato la furia delle guerre. Il Presidente Ucraino chiede aiuti, si rivolge alle Nazioni Occidentali:- Aiutateci, domani potrebbe capitare anche a voi-. Ma la NATO, purtroppo, non può intervenire militarmente perché l’Ucraina non è un membro della NATO. Se intervenisse scoppierebbe la terza guerra mondiale con conseguenze inimmaginabili. Però siamo in guerra, anche se nessuno lo dice. E la situazione è così ingarbugliata che potrebbe precipitare all’improvviso. Il Ministro della Difesa russo ha avvertito gli occidentali:- Non mandate armi all’Ucraina-. E Putin ha fatto sapere che anche le sanzioni già programmate contro la Russia sono considerate come coinvolgimento nel conflitto armato –

Non ci resta che piangere e pregare. Ma a questo punto poiché Putin non ha nessuna intenzione di fare marcia indietro, non vuole fermare le sue truppe che avanzano e distruggono ogni cosa, non ha nessuna intenzione di fermare i bombardamenti che stanno radendo al suolo la bella Ucraina, che non ha nessuna intenzione di salvare finanche i bambini che cercano di fuggire, la migliore cosa ora sarebbe dopo due settimane di combattimenti e di bombardamenti una resa onorevole. Questo dovrebbe fare il Presidente Ucraino, a malincuore e con le lacrime agli occhi. Per non vedere la sua amata terra completamente devastata e distrutta. Mi piange il cuore nel vedere quei palazzi sventrati e le fiamme che divorano ogni cosa. Dovrebbe arrendersi, pur rimanendo arciconvinto che abbia ragione nel voler combattere e nel voler difendere la sua Patria dall’aggressore. Ma contro il gigante Golia che ha carrarmati e missili il piccolo David con la fionda cosa potrà fare? Nulla. Arrivati a questo punto sarebbe conveniente firmare una pace, anche alle condizioni dettate da Putin, purtroppo, sperando che alla sua morte o ad un eventuale cambio di governo, un avvenire migliore. In nome della sopravvivenza del popolo ucraino converrebbe un immediato cessate il fuoco. I sopravvissuti alla guerra non hanno più acqua, cibo e medicinali. Che entri in gioco la diplomazia, che tutto il mondo libero e democratico si faccia sentire, usando tutti i mezzi economici che hanno a disposizione. La guerra economica è molto efficace e la Russia alla fine lo capirà. Ci vorrà del tempo. Che tacciano i cannoni e che parlino le persone responsabili. Accettino gli Ucraini un cessate il fuoco, un accordo sia pure lesivo della loro sovranità, niente NATO, niente UE, niente missili, che salvi, però, il popolo dal massacro, il paese dalla distruzione totale e dall’esodo massiccio di un intero popolo in fuga senza fine. Sono scosso, sono inorridito, nel vedere migliaia di bambini che ogni giorno vengono uccisi dalle bombe e dalle mitraglie russe. Un bambino di appena 16 anni colpito mentre giocava a pallone, un altro bambino con la valigia in mano ucciso mentre cercava di scappare. Bambini in fuga con giocattoli di peluche nelle braccia o con i gattini nelle gabbiette che piangono, che si disperano, che implorano, che abbandonano la propria casa senza capire il perché di tanto odio e che vanno incontro alla morte. Non ce la faccio più a guardare quelle immagini trasmesse dalle televisioni, io che sto comodamente seduto in poltrona dopo aver mangiato e bevuto. Ho sempre davanti a me la faccina sorridente di Polina, bambina di 10 anni, falciata nei giorni scorsi a Kiev dai colpi di mitra. Bambina bellissima, sorridente, con un ciuffo di capelli rosa. E’ stata uccisa con tutta la sua famiglia in macchina mentre cercavano di scappare. Sorrideva alla vita e che alla vita è stata negata. Ma chi ha premuto il grilletto del mitra è un uomo o una bestia? Non ha pure lui una mamma o un papà che piangono perché il figlio combatte una guerra in una terra che non gli appartiene e non sanno se farà ritorno a casa sano e salvo? Siamo in guerra. Guerra, che brutta e orrenda parola. Guerra che non guarda in faccia a nessuno. E se ne fotte se sotto i bombardamenti muoiono vecchi, donne e bambini, se ne fotte dei dribling di un bambino di 16 anni mentre gioca a pallone nel cortile coi suoi compagni o dei capelli rosa di una bambina di appena 10 anni.

Leggi tutto... 0

catasto-riforma-835Siamo in guerra! La situazione economica sta scoppiando con aumenti indiscriminati sull’energia, il grano, il mais: le famiglie e le imprese avranno grossi problemi per poter andare avanti. L’inflazione è molto alta e rischia di allentare quella ripresa che sembrava alla portata di tutti. Condizioni difficili che avranno ulteriori conseguenze e che non consentono di sapere cosa succederà. Eppure, una parte del Governo pensa solo alle tasse e all’adeguamento del catasto che vuol dire aumenti ed oneri per chi dovrà eseguire delle compravendite, incrementi degli oneri sulle case e sugli immobili, in sostanza il pericolo che vi siano degli ulteriori aggravi per i cittadini. Un appesantimento per tutti gli italiani e maggiormente per i calabresi! Vengono, infatti, aumentati i valori degli immobili, conseguenza della riforma del catasto, ma non vengono, per quanto riguarda la Calabria, offerti i dovuti e necessari servizi. Si può pensare che una abitazione in Calabria possa avere lo stesso valore di un immobile in Lombardia? Certamente no. Ma la riforma rischia di equiparare catastalmente gli immobili e, quindi, uniformare i valori, non tenendo conto che in alcune regioni mancano i servizi minimi rispetto alle altre zone. Ed allora si può oggi, in questo momento, con i gravissimi problemi che si stanno vivendo, pensare alla riforma del catasto? Non sembra che ci sia una adeguata valutazione dei tempi e di quello che potrebbe accadere. Una evidente inopportunità che dovrebbe portare il Governo ad accogliere le legittime richieste della Lega e del centrodestra e pensare alle altre urgenze che non possono essere rinviate.     

Lì, 06.03.2022.

​​​​​​​​​Il Commissario Regionale Lega Giacomo Francesco Saccomanno

Leggi tutto... 0

Festa-di-compleannoOgni compleanno merita di essere festeggiato in maniera originale. Quali sono, allora, le proposte più interessanti da prendere in considerazione per un party che si riveli perfetto sotto tutti i punti di vista? Chi è in cerca di emozioni forti potrebbe optare per il tandem skydiving, vale a dire il paracadutismo. Non c’è bisogno di brevetti o di frequentare un corso apposito: nella versione tandem, infatti, ci si lancia insieme a un istruttore e si ha la possibilità di godersi questa esperienza senza alcuna paura.

Un giorno di ferie

E se il giorno del compleanno cade durante la settimana? In questo caso non c’è niente di male nel decidere di prendersi un giorno di ferie. Questo vuol dire poter dedicarsi al relax più totale: per una volta non ci si deve preoccupare della sveglia e ci si può concedere il lusso di alzarsi tardi, per poi andare a fare shopping in solitaria o con le amiche. Una buona idea è quella della spa, ma vale la pena di ritagliarsi un po’ di spazio anche per le proprie passioni, che si tratti di guardare un film, di ascoltare un po’ di musica o di leggere un libro, senza pensare a nulla.

In viaggio

Se si è in cerca di una location dove festeggiare il compleanno a Roma si può anche pensare a un party a tema, tanto divertente quanto originale. Il consiglio è di curare ogni aspetto nei dettagli, a cominciare dagli inviti per arrivare alla scelta della location: e poi, ancora, la musica, gli addobbi, i costumi e i buffet. In alternativa, perché non pensare a un viaggio in auto, magari per un fine settimana? In compagnia degli amici o del partner, si può addirittura decidere di partire a caso e andare all’avventura: di certo il viaggio sarà ricco di sorprese ed emozioni inattese.

Le soluzioni di DJ Service Roma

Per affidare il proprio compleanno a dei professionisti del settore conviene rivolgersi al team di DJ Service Roma, che mette a disposizione un servizio di alta qualità a chiunque abbia in mente di organizzare un evento nella Capitale o nel centro Italia. La passione per la musica è il fulcro del modus operandi di questa realtà, composta da un gruppo di amici che da lungo tempo lavorano nei locali come dj e si occupano di eventi quali party aziendali, ricevimenti di matrimonio e ogni altro genere di feste. Con DJ Service Roma si può anche contare sulle performance di ballerini e animatori, oltre a una vasta scelta di location.

Il bello del volontariato

Una giornata dedicata al volontariato è un modo originale per trascorrere e festeggiare il compleanno. Aiutare gli altri di sicuro aiuta a ringiovanire, nella mente e nello spirito. Dagli anziani agli organi, dai malati ai senzatetto, purtroppo sono tante le persone che hanno bisogno di aiuto. Anche in compagnia degli amici, il volontariato è un’esperienza utile per sé e per gli altri; magari potrebbe essere il punto di partenza di un percorso che si potrebbe riproporre con il passare del tempo.

A contatto con la natura

Gli amanti della natura potrebbero decidere di passare il compleanno in un contesto verde, magari con un tocco glamour. Sono sempre di più nel nostro Paese i cosiddetti glamping, cioè glamour camping che offrono esperienze particolari e memorabili. Oppure, si potrebbe realizzare un flash mob in un bosco o in un grande prato, basato su una coreografia facile da imparare per tutti su una canzone che chiunque conosce. Ovviamente, è fondamentale che tutto ciò venga immortalato in un video e poi condiviso sui social network.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy