loading...
A+ A A-

Riceviamo e pubblichiamo:

“Longobardi– "La preoccupazione per la fragilità dei nostri territori, messa in luce dal maltempo, di questi giorni, ci ha indotto a chiedere l'intervento del Prefetto affinchè convochi un tavolo tecnico fra gli attori della gestione del territorio".

E’ quanto affermano i consiglieri di opposizione del comune di Longobardi Francesco Cicerelli e Nicola Bruno.

"Non possiamo e non vogliamo rimanere inerti -prosegue il capogruppo di minoranza Nicola Bruno- di fronte ai recenti eventi alluvionali che hanno interessato la Calabria.

La scarsa o nulla azione manutentiva fluviale è stata causa di morti, ingenti danni e dissesti idrogeologici.

Di qui la nostra richiesta al Prefetto di un tavolo tecnico affinchè ogni Ente competente adotti le misure utili per la manutenzione e la pulizia dei corsi d'acqua, degli alvei, delle fiumare, dei canali e dei fossi di scolo, secondo le rispettive competenze.

D'altronde, abbiamo segnalato, invano, alla maggioranza, le criticità e le emergenze dei nostri corsi d'acqua, in particolare, del torrente Cordari, così come, invano, abbiamo chiesto, al sindaco di Longobardi, il programma di priorità degli interventi sul nostro territorio".

Ad, oggi, "non c'è prevenzione nè manutenzione, nè si procede –continua il consigliere Nicola Bruno- ad una pulizia dei nostri torrenti.

Capiamo, e lo ribadiamo, che gli enti locali non hanno soldi ma la giunta Mannarino, malgrado due interrogazioni, rispettivamente del 16 luglio 2015 e 15 novembre 2017, ribadite con l'interpellanza del 4 ottobre scorso, continua a fare orecchie da mercante".

E poichè "l'allarme non cessa e l'inerzia dell'amministrazione comunale permane, abbiamo chiesto -conclude Bruno- l'intervento del Prefetto".

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa:

“Longobardi – "Ancora, oggi, non sono state riscontrate le nostre interrogazioni del 29 maggio 2017 e 6 novembre scorso, sulle iniziative dell'amministrazione comunale, per fronteggiare la grave situazione di insufficienza di disponibilità di loculi, rispetto al fabbisogno del comune, per future tumulazioni".

E’ quanto affermano i consiglieri di opposizione del comune di Longobardi, Francesco Cicerelli e Nicola Bruno.

Duro l'attacco del gruppo consiliare "Progetto Longobardi":

"Ancora una volta la maggioranza guidata dal sindaco Giacinto Mannarino rimane inerte rispetto all'emergenza cimiteriale che potrebbe comportare un'emergenza igienico-sanitaria, con pericoli per la salute pubblica.

Poichè vi sono 34 loculi liberi ed il rischio è che, nel giro di poco tempo, non vi saranno più loculi disponibili, abbiamo chiesto l'intervento del prefetto e dell'azienda sanitaria per gli opportuni provvedimenti".

Ma "lo ricordiamo -continua il capogruppo Nicola Bruno- la maggioranza, in questi quattro anni, ha preferito affidare le aree cimiteriali libere per la costruzione di cappelle private, in modo da fare cassa, anzichè realizzare, sulle aree individuate, nuovi loculi e, oggi, ahinoi, bisogna risolvere l'emergenza cimiteriale!

Peraltro, con interrogazione dell'11/03/2015, avevamo pure contestato gli indirizzi della giunta Mannarino per l'affidamento delle aree cimiteriali libere, in quanto incidenti sulle aree verdi e, quindi, sul decoro e la riservatezza del camposanto".

D'altronde "mentre noi -conclude Bruno- sollecitiamo la soluzione dei problemi dei cittadini, la maggioranza impiega il proprio tempo scrivendo bollettini, si fa per dire, informativi, in cui denigra la minoranza!".

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo:

"Attualmente, nel cimitero comunale, si evidenzia la grave insufficienza di disponibilità di loculi per future tumulazioni".

E’ quanto affermano i consiglieri di opposizione del comune di Longobardi, Francesco Cicerelli e Nicola Bruno.

Duro l'attacco del gruppo consiliare "Progetto Longobardi": "La maggioranza guidata dal sindaco Giacinto Mannarino, in uno dei suoi bollettini, si fa per dire, informativi, si vanta di garantire innumerevoli servizi, tra cui, si badi bene, il servizio cimiteriale, eppure i loculi disponibili sono insufficienti a coprire il fabbisogno della comunità, in cui si registra una media annua di circa 23 decessi.

Peraltro, solo, nel 2017, si sono registrati 30 decessi.

Poichè vi sono 34 loculi liberi, il rischio è che, nel giro di poco tempo, non vi saranno più loculi disponibili.

Di qui la nostra interrogazione del 6 novembre scorso, volta a conoscere le iniziative del sindaco e della giunta, non solo per fronteggiare la grave situazione di insufficienza rispetto al fabbisogno del comune, ma, soprattutto, al fine di prevenire ripercussioni di natura igienico-sanitarie, con pericoli per la salute pubblica".

Ma anche, in questo caso, "la maggioranza, guidata dal sindaco Mannarino ha preferito affidare le aree cimiteriali libere per la costruzione di cappelle private, in modo da fare cassa, anzichè realizzare, sulle aree individuate, nuovi loculi".

E' "questione -conclude Bruno- di priorità e di scelte politiche e noi non condividiamo le scelte di questa maggioranza".

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy