loading...
A+ A A-

marckConoscere la differenza tra inbound marketing e outbound marketing aiuta a orientarsi in un mondo in costante evoluzione e, soprattutto, a capire quale delle due strategie è meglio adottare per la propria impresa. Quando si parla di outbound marketing si fa riferimento a un marketing - per così dire - old style, che si compone, tra l'altro, della pubblicità sui giornali e sulle riviste, degli slot acquistati in radio delle direct mail e del telemarketing. Ma non è tutto: anche gli spot in tv e i cartelloni pubblicitari rientrano in questo meccanismo.

Quando e a che cosa può servire l'outbound marketing

Benché si tratti di un marketing in vecchio stile, l'outbound marketing non merita di essere considerato obsoleto o poco efficiente: è bene, però, valutare con attenzione il tipo di attività che si è interessati a pubblicizzare. Per esempio, c'è chi si lascia allettare dalle potenzialità degli spot in televisione, soprattutto per la loro capacità di raggiungere un gran numero di persone: è vero, ma è altrettanto vero che le pubblicità che passano sul piccolo schermo sono molto veloci, e possono essere colte solo per una manciata di secondi. Ecco perché è bene capire se il messaggio che si intende promuovere può essere apprezzato e compreso nel giro di così breve tempo. Oltre a ciò, non si può trascurare la componente economica: gli spot in tv costano, e non poco. Maggiore è l'audience che si intende raggiungere, più il prezzo sale. Senza arrivare agli estremi di una prima serata su un canale generalista, dove per uno spot si possono spendere anche decine di migliaia di euro ma avendo la certezza che lo stesso venga visualizzato da milioni di persone, non è detto che le piccole e medie imprese abbiano le risorse per arrivare in tv, o addirittura ai cartelloni pubblicitari.

Pop-up e direct mail

Più frequenti sono gli annunci che possono essere ritenuti "digital media friendly": il classico caso è quello dei pop-up proposti sui siti Internet. I pezzi di direct mail, d'altro canto, vanno presi con le pinze, così come le pubblicazioni su riviste di annunci: gli esperti considerano queste soluzioni poco efficaci, soprattutto perché spesso non vengono nemmeno lette e finiscono nel cestino senza essere prese in considerazione. 

Quando e a cosa può servire l'inbound marketing

L'inbound marketing, d'altro canto, include gli articoli pubblicati su riviste online, il ricorso al link building, l'utilizzo dei social media, i blog, l'e-mail marketing e la pubblicazione di video e di podcast. In pratica, si provvede alla realizzazione di contenuti digitali che sono destinati alla comunità e che hanno lo scopo di promuovere la conversazione. Le campagne di marketing virali sono una dimostrazione evidente delle strategie di marketing in entrata: possono essere sfruttate anche dalle aziende di piccole dimensioni che non vogliono affidarsi a società esterne per la promozione ma intendono occuparsene in autonomia. I costi sono, in genere, piuttosto contenuti: si può decidere di fare affidamento sull'inbound marketing anche per mettere alla prova un prodotto nuovo o per testare un servizio da poco lanciato sul mercato.

Leggi tutto... 0

oggiCome investire oggi? Se anche tu ti stai ponendo questa domanda, qui di seguito troverai 5 consigli pratici su come farlo al meglio.

CONSIDERARE IL PASSATO

Cercare di avere una visione chiara del passato, non è certamente una garanzia sulle rendite future del nostro investimento, tuttavia uno storico ampio e dettagliato è un buon indicatore di quello che potrà accadere in futuro.

SEMPLICITA’

Tenere in considerazione pochi fattori, solo quelli fondamentali, quando si vuole effettuare un investimento è una regola da tenere sempre presente. Focalizza la tua attenzione su ciò che è davvero importante. Se si parla di investire in una società è bene focalizzarsi sul suo vantaggio competitivo ed il suo prezzo obiettivo, questi indici avendo come focus il lungo periodo permettono di aumentare le probabilità di successo.

SCOMMETTERE SUL LUNGO PERIODO

Qui ci riallacciamo al punto precedente. Il breve periodo può presentare forti oscillazioni nei mercati basate sui voti degli investitori, il lungo, viceversa, vedrà premiare i business forti e con flussi di cassa constanti.

DIVERSIFICARE

Questo potrebbe apparire lapalissiano, ma è sempre bene ribadirlo: non focalizzare tutti i tuoi risparmi su un’unica soluzione, fondo o risorsa. In questo modo se non avrai i risultati sperati da un investimento potrai sempre riparare il danno tramite un altro.

CONOSCERE I RISCHI

Prima di cominciare è bene avere presente tutti i rischi che un investimento porta con se. Conoscere la materia approfonditamente è fondamentale, senza questo presupposto l’investimento diventa altamente rischioso, una scommessa.

CONSIGLIO BONUS

Se pensi di non avere la padronanza di termini, concetti e la conoscenza necessaria per affrontare questo percorso autonomamente, il nostro consiglio è quello di affidarti ad un esperto del settore, il quale a fronte di una commissione sarà sicuramente in grado di gestire i tuoi risparmi nel modo più efficiente.

Coloro i quali hanno intenzione di fare un investimento sicuro possono utilizzare la piattaforma Iosonobanca, nata per offrire opportunità di investimento aziendali confacenti con le aspettative dell’investitore. Per poter utilizzare la piattaforma Iosonobanca, bisognerà effettuare la registrazione, la quale verrà effettuata attraverso la scheda di adesione allegando anche alcuni documenti tra i quali il documento della privacy per autorizzare il trattamento dei dati personali, il documento d’identità e tesserino del codice fiscale, il casellario giudiziale e carichi pendenti.

Tenendo ben a mente questi nostri semplici consigli siamo sicuri che anche tu ora sai come investire oggi e vedere i tuoi risparmi fruttare come hai sempre desiderato.

Leggi tutto... 0

plus500-foto-uomoPlus500 è un broker Forex che fa da tramite con i mercati finanziari. Insomma, chiunque abbia un capitale e desideri investirlo ma non sa come fare può rivolgersi alla piattaforma di brokeraggio offerta da Plus500 e trova subito la soluzione al suo problema. Un tempo accedere ai mercati era cosa praticamente impossibile per la maggior parte delle persone. Solo chi aveva a disposizione cifre esorbitanti poteva sperare di entrare in borsa per tentare le proprie strategie di investimento. Ma è stato proprio grazie a broker come Plus500 che questo è cambiato.

Ma come si usa Plus500? Questa è proprio la domanda che abbiamo fatto agli esperti di EdilBroker.it che gestiscono un sito specializzato proprio su Plus500 ed il trading forex in generale (se vuoi visitare la pagina del sito in cui viene recensito Plus500 clicca su: http://www.edilbroker.it/plus500/ ). Ci hanno riferito che fare trading è difficile, ma che diventa molto più semplice se si sceglie un broker di alta qualità come è proprio Plus500, broker che ormai ha toccato l’apice del settore. Non a caso troviamo riportato:

“Plus500 ha una fama di livello mondiale, forse solo un paio di broker possono vantare risultati paragonabili a questo intermediario, ma nessuno però può dire di essere lo sponsor ufficiale di una delle maggiori squadre a livello europeo: l’Atletico Madrid.”

Proprio così, ormai da 3 anni Plus500 ed Atletico hanno unito le forze e le loro immagini di successo per proporsi al grande pubblico. Ma ora scendiamo nel dettaglio ed andiamo a descrivere meglio come si usa Plus500 per investire sul mercato Forex e tutti glia altri mercati presenti sulla sua piattaforma.

Plus500: investire e guadagnare

Oggi come oggi quando si tratta di fare investimenti al solo pensiero già tremano le gambe. In effetti siamo in periodi un po’ rischiosi per pensare di poter impiegare il proprio denaro in una qualche attività rischiosa. Il trading comporta dei rischi come qualsiasi altra forma di investimento ma offre il vantaggio di rischi controllati e bassi, specie se si investe con un broker del calibro di Plus500. Perché?

Semplice perché il broker permette di mantenere un perfetto controllo di quella che è la soglia del rischio che il trader si assume. Grazie ad uno strumento fondamentale per investire sul Forex, ovvero lo Stop Loss, il trader può decidere in autonomia il rischio massimo della propria operazione e tenerlo sotto controllo in ogni momento. Basta impostare una certa quota di mercato e la piattaforma garantisce un’uscita immediata dall’investimento al raggiungimento della perdita prestabilita. Quindi nel momento in cui il mercato per qualche motivo rema contro il trader egli ha gli strumenti per tenersi al riparo e continuare a preservare il proprio capitale dalle perdite.

Per fare trading forex e guadagnare con Plus500, inoltre è necessario conoscere bene gli asset di investimento e studiare a fondo i mercati. Ad esempio una delle coppie di valute più gettonate è il classico EUR/USD. Si tratta del cambio eruo dollaro indubbiamente molto conveniente per investire perché ha un alto tasso di volatilità, ma è necessario conoscere gli sviluppi recenti, le notizie ed il rilascio di dati macroeconomici che possono interessare queste due valute prima di piazzare un investimento.

Lo scopo è capire se il prezzo dell’asset sarà in crescita o in discesa nel prossimo periodo di tempo e questo si può fare sia in base ai dati di cui abbiamo parlato in precedenza sia attraverso l’analisi tecnica dei mercati finanziari che la splendida piattaforma di Plus500 offre direttamente attraverso i suoi pratici menù! Ci sono molte possibilità di scelta e si possono anche disegnare supporti e resistenze o trend line direttamente sul grafico del broker.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy