loading...
A+ A A-

app-futuraliIl mondo del trading online è in costante fermento, visto anche l’impatto importante che ha sugli investitori, che in numero sempre crescente si avvicinano a questo tipo di speculazione. Negli ultimi tempi una delle possibilità che maggiormente piacciono a chi fa trading online consiste nel poter scaricare delle App che consentono di fare affari direttamente dallo smartphone, senza quindi attendere di essere a casa per accendere il PC o avere accesso alla rete internet a banda larga.

Con lo smartphone è tutto più facile
Ormai le Applicazioni per il cellulare smart sono disponibili per svolgere praticamente qualsiasi compito, dal fare un bonifico tramite l’home banking fino alla prenotazione delle visite mediche in alcune Regioni italiane. Del resto questo strumento è uno dei prediletti dagli italiani, che a quanto pare da recenti ricerche, si connettono alla rete più dallo smartphone che dal computer fisso. Il telefono cellulare è un dispositivo che in pratica tutti possiedono e una larga maggioranza di nostri connazionali ne possiede uno di nuova generazione, che si connette alla rete 3G o 4G, in qualsiasi momento della giornata. La possibilità di accedere ad abbonamenti e piani tariffari flat, che consentono di godere di un elevato traffico internet con una spesa minima mensile, ha ulteriormente spinto alla diffusione delle connessioni a internet tramite cellulare.

Come fare trading online con lo smartphone
Fare trading online con lo smartphone non è poi così diverso rispetto a farlo con il computer fisso. Basta scegliere un sito che ci farà da intermediario e scaricare l’App che ci consente di accedere alla piattaforma del sito stesso. Ovviamente ad oggi non tutti i broker offrono anche questa possibilità, ma basta leggere l’home page del loro sito, o anche le recensioni disponibili in rete, per comprendere se sono in grado di fornire questo tipo di servizio. Ad esempio leggendo le iq option opinioni possiamo facilmente comprendere come i clienti di questo specifico broker possano sfruttare la piattaforma di trading da qualsiasi dispositivo, anche mobile. Una volta scaricata l’applicazione e inserite le nostre credenziali potremo accedere ad una piattaforma facilmente visibile e leggibile anche da dispositivo mobile, con tutta la comodità del caso.

Perché fare trading da mobile
Spesso l’attività di chi fa trading si riassume in alcuni momenti concitati nel corso della giornata, mentre il resto del tempo lo si impiega in altre attività, o ricercando i segnali che ci indicano come avviare le nostre speculazioni. In moltissimi casi riuscire ad avere il tempo per il trading online in specifici momenti del giorno fa la differenza, perché si riescono a cogliere i movimenti del mercato nell’immediato futuro, cosa che ci costringe ad approfittare rapidamente delle intuizioni o dei dati in nostro possesso. Poter accedere ad una piattaforma di trading tramite smartphone ci dà la sicurezza di sfruttare tutte le opportunità a nostro vantaggio, in ogni momento della giornata. Per aprire o chiudere un affare nel mondo del trading online bastano infatti pochi minuti, lo smartphone ci consente di farlo anche dal lavoro o mentre siamo in coda al supermercato.

Leggi tutto... 0

diamanteL’investimento in diamanti: l’abc dell’investitore

Investire in diamanti può comportare notevoli perdite, anche per chi si mette nelle mani di intermediari considerati affidabili, come può essere il proprio istituto bancario. Un broker sincero vi dirà che l’investimento sicuro non esiste sulla faccia della terra. Tuttavia, una volta che si decide di investire, si entra in un mondo a base di rischi e dove il rischio è storicamente e statisticamente più basso, per comodità di gergo, si parla di “investimenti sicuri” e di “beni rifugio”. Questi attributi definiscono beni che , sempre dal punto di vista storico e statistico, si sono dimostrati meno volatili degli altri. I tradizionali beni rifugio sono gli investimenti nel mattone, cioè nelle proprietà immobiliari, in oro e in diamanti. Per togliere ulteriore incanto dalla definizione di “bene rifugio”, ricordiamo che la crisi finanziaria di cui subiamo ancora gli strascichi è partita proprio dal mattone!

Bene, ora che il campo è libero da falsi miti sulla sicurezza degli investimenti, si può entrare consapevolmente in un mondo che, per quanto rischioso, resta comunque molto affascinante e a volte anche fruttuoso: il mondo degli investimenti, ed in particolare degli investimenti in diamanti, le pietre preziose più desiderate al mondo.

Un investitore consapevole e preparato

Oltre a conoscere in generale il mondo degli investimenti, per il particolare settore degli investimenti in diamanti è bene essere preparati sulla materia, conoscere alcune nozioni di base sulle pietre preziose e sul mercato che regola il loro valore e la loro compravendita. Vi suggeriamo di entrare in contatto con un consulente, suggeriamo Idc London, player storico e affidabille nel panorama degli investimenti in pietre preziose, con il quale abbiamo stilato e riassunto di seguito alcuni concetti cardine con cui familiarizzare per iniziare a valutare se diventare un investitore in diamanti.

Lorizzonte temporale: per tutti gli investimenti, le aspettative e le previsioni sull’andamento dell’investimento si basano sempre sull’orizzonte temporale. L’orizzonte temporale è il periodo di tempo che intendo far trascorrere fra il momento di acquisto e il momento di vendita. Un bene molto volatile, con forti variazioni di prezzo anche giornaliere, solitamente è il terreno delle forti speculazioni di breve periodo. Si può ad esempio comprare il bene al mattino e rivenderlo alla sera, o comprarlo ad inizio settimana e venderlo dopo pochi giorni. Infatti, il guadagno degli investimenti in un certo prodotto deriva dalla differenza fra il prezzo a cui lo venderò meno il prezzo a cui l’ho comprato. Se un bene cresce o cala di valore in modo repentino, il mio orizzonte temporale tenderà ad essere di breve periodo. Viceversa, per beni “solidi” che aumentano lentamente ma costantemente, prevedrò un orizzonte temporale di medio o lungo periodo. Nel caso specifico dei diamanti, attualmente s consiglia di investire prevedendo un orizzonte temporale di 8-10 anni.

I dati storici: i diamanti, ma tendenzialmente anche gli altri gioielli, sono un bene che negli ultimi 20 anni ha avuta una tendenza di crescita costante. Tale tendenza, nella pratica degli investimenti, è apprezzabile, e quindi remunerativa, nel medio ma ancora più nel lungo periodo. Il valore del mercato dei gioielli negli ultimi 10 anni è aumentato del 45,8% se si guarda il mercato in valuta euro (EUR), e del 41,3% se si considera la valuta dollaro statunitense (USD). Il valore infatti dipende anche dal tasso di cambio fra le valute.

Le previsioni di mercato: alcuni paesi stanno attraversando una fare di veloce e diffuso arricchimento (Cina, India, Russia, Kazakistan, Bielorussia e Turkmenistan, per citarne alcuni) e questo dato, storicamente, indica che si può prevedere un aumento della richiesta di beni e investimenti di lusso, con conseguente aumento di valore dei diamanti, che diventano un investimento sempre più desiderabile.

Leggi tutto... 0

marckConoscere la differenza tra inbound marketing e outbound marketing aiuta a orientarsi in un mondo in costante evoluzione e, soprattutto, a capire quale delle due strategie è meglio adottare per la propria impresa. Quando si parla di outbound marketing si fa riferimento a un marketing - per così dire - old style, che si compone, tra l'altro, della pubblicità sui giornali e sulle riviste, degli slot acquistati in radio delle direct mail e del telemarketing. Ma non è tutto: anche gli spot in tv e i cartelloni pubblicitari rientrano in questo meccanismo.

Quando e a che cosa può servire l'outbound marketing

Benché si tratti di un marketing in vecchio stile, l'outbound marketing non merita di essere considerato obsoleto o poco efficiente: è bene, però, valutare con attenzione il tipo di attività che si è interessati a pubblicizzare. Per esempio, c'è chi si lascia allettare dalle potenzialità degli spot in televisione, soprattutto per la loro capacità di raggiungere un gran numero di persone: è vero, ma è altrettanto vero che le pubblicità che passano sul piccolo schermo sono molto veloci, e possono essere colte solo per una manciata di secondi. Ecco perché è bene capire se il messaggio che si intende promuovere può essere apprezzato e compreso nel giro di così breve tempo. Oltre a ciò, non si può trascurare la componente economica: gli spot in tv costano, e non poco. Maggiore è l'audience che si intende raggiungere, più il prezzo sale. Senza arrivare agli estremi di una prima serata su un canale generalista, dove per uno spot si possono spendere anche decine di migliaia di euro ma avendo la certezza che lo stesso venga visualizzato da milioni di persone, non è detto che le piccole e medie imprese abbiano le risorse per arrivare in tv, o addirittura ai cartelloni pubblicitari.

Pop-up e direct mail

Più frequenti sono gli annunci che possono essere ritenuti "digital media friendly": il classico caso è quello dei pop-up proposti sui siti Internet. I pezzi di direct mail, d'altro canto, vanno presi con le pinze, così come le pubblicazioni su riviste di annunci: gli esperti considerano queste soluzioni poco efficaci, soprattutto perché spesso non vengono nemmeno lette e finiscono nel cestino senza essere prese in considerazione. 

Quando e a cosa può servire l'inbound marketing

L'inbound marketing, d'altro canto, include gli articoli pubblicati su riviste online, il ricorso al link building, l'utilizzo dei social media, i blog, l'e-mail marketing e la pubblicazione di video e di podcast. In pratica, si provvede alla realizzazione di contenuti digitali che sono destinati alla comunità e che hanno lo scopo di promuovere la conversazione. Le campagne di marketing virali sono una dimostrazione evidente delle strategie di marketing in entrata: possono essere sfruttate anche dalle aziende di piccole dimensioni che non vogliono affidarsi a società esterne per la promozione ma intendono occuparsene in autonomia. I costi sono, in genere, piuttosto contenuti: si può decidere di fare affidamento sull'inbound marketing anche per mettere alla prova un prodotto nuovo o per testare un servizio da poco lanciato sul mercato.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy