A+ A A-

 

visoI trattamenti all’acido glicolico sono diventati estremamente popolari negli ultimi anni, non solo perché efficaci, ma anche perché facili da utilizzare e perché adatti ad ogni tipo di pelle e a risolvere tantissimi problemi anche spesso non correlati tra loro.

 

Data la popolarità e l’ubiquità del ritrovato, è più che lecito chiedersi come funzioni in realtà l’acido glicolico, se ci siano dei motivi di preoccupazione nel suo uso continuo e se i risultati che si possono ottenere sono davvero di lungo corso.

 

Come funziona l’acido glicolico? Perché si usa?

L’acido glicolico è un ritrovato che viene utilizzato per moltissimi problemi cutanei, sfruttando quella che è la sua capacità di penetrare in profondità senza però danneggiare la pelle e attaccando soltanto il suo strato più superficiale.

 

Per questo motivo l’acido glicolico, il beta-idrossiacido per eccellenza, viene utilizzato per le procedure esfolianti: viene applicato per il suo effetto peeling in quanto è capace di rimuovere le cellule epiteliali morte e garantire quello che è un rinnovamento della pelle assolutamente naturale.

 

Per cosa si usa?

Si usa per combattere diversi problemi della pelle, su tutti:

  • l’acne, in quanto è in grado di rimuovere i tappi cheratinici che sono in genere la causa principale della comparsa dei brufoli
  • le rughe: perché stimolando la rigenerazione naturale della pelle riescono nei fatti a ridurre le rughe di espressione e di vecchiaia
  • le macchie cutanee: lavorando in fondo, riesce ad eliminare gli accumuli di melanina.

 

Ci sono controindicazioni?

Sì, qualche controindicazione c’è, anche se è molto facile da evitare. La più importante è sicuramente quella che riguarda l’aumento di fotosensibilità: la pelle che è stata trattata di recente con l’acido glicolico infatti è più sensibile ai raggi solari, motivo per il quale in genere i trattamenti a base di questo acido vengono riservati all’inverno.

 

Fatta salva l’aumentata fotosensibilità, non sembra ci siano controindicazioni di sorta per questo prodotto, che è nel momento in cui vi scriviamo un dei più apprezzati dalla cosmetica proprio in quanto efficace, sicuro e anallergico.

 

L’acido glicolico è un prodotto straordinario: non sorprendetevi di trovarlo in ogni prodotto esfoliante di qualità. 

Leggi tutto... 0

Se soffrite d'insonnia e non sapete come risolvere questo problema, questo articolo potrà esservi utile, perché oggi parleremo dei rimedi naturali per combatterla.

insonnia

Innanzitutto per insonnia intendiamo un disturbo del sonno caratterizzato dall'incapacità di dormire nonostante il nostro organismo ci mandi dei segnali di effettivo e reale bisogno fisiologico; tutti i pazienti che soffrono di insonnia, sostanzialmente hanno difficoltà nel prendere sonno la notte e dormire bene anche solo per pochi minuti.

Ovviamente gli effetti dell'insonnia sono deleteri sia per la salute fisica che psichica del paziente e le principali conseguenze sono: cattivo funzionamento diurno, irritabilità, difficoltà di apprendimento, mancato consolidamento della memoria, perdita di interesse per qualsiasi attività quotidiana e stanchezza. In realtà, non tutti sanno che esistono differenti tipi di insonnia e tra questi citiamo: quella iniziale che consiste nella difficoltà a cominciare il sonno, quella intermittente che porta il soggetto a svegliarsi ripetutamente durante la notte, e quella terminale ovvero quando il soggetto tende a svegliarsi all'alba non riuscendo più a riprendere il sonno.

Il riposo notturno è fondamentale per un buon benessere fisico e psichico e per questo motivo chi soffre d'insonnia deve necessariamente cercare di risolvere questo problema piuttosto serio.

Come? Oggi vi parleremo dei rimedi naturali contro l'insonnia a cominciare da alcune piante che vengono utilizzate dalla medicina naturale che pare aiutino a conciliare il sonno e favorire un buon riposo. Cominciamo con il tiglio, o meglio un infuso a base di tiglio una pianta facilmente reperibile in tutte le erboristerie; questo pare possieda delle proprietà piuttosto importanti, ovvero calmanti e rilassanti e contribuisce a distendere le tensioni. Il rimedio naturale per eccellenza di cui si parla sin dall'antichità è la camomilla, già utilizzata nell'antico Egitto dove veniva considerata una pianta sacra da offrire alle divinità.

Un buon infuso di camomilla prima di andare a dormire rilassa il corpo e la mente e di conseguenza aiuta a riposare meglio.

Altra pianta naturale considerata da sempre utile per combattere l'insonnia e lo stress in generale è la valeriana, ritenuta un vero e proprio tranquillante naturale; la valeriana così come le altre piante naturali è possibile acquistarla in erboristeria.

Secondo quanto riferito da alcuni ricercatori, seguire alcune indicazioni ed accorgimenti potrebbe aiutare a combattere l'insonnia, come: andare a dormire sempre alla stessa ora, preferibilmente entro la mezzanotte; seguire uno stile di vita corretto, bere un bicchiere di latte caldo prima di andare a letto; isolare la camera da letto da qualsiasi tipo di rumore; dormire su un comodo materasso; regolare la temperatura della propria camera da letto.

Leggi tutto... 0

sapone naturale-mondevert

Negli ultimi anni l’attenzione verso la composizione dei prodotti che rientrano nel nostro uso quotidiano è aumentata, e sempre più controlliamo le etichette per accertarci che non vi siano sostanze considerate dannose per il nostro corpo.

Inizialmente si era molto concentrati sui prodotti del make up e per la cura del corpo ma oggi possiamo trovare articoli biologici anche nei prodotti per la casa, quali i detersivi per i piatti, per la lavatrice, per la lavastoviglie e per i pavimenti.

 

Le domande alle quali serve dare una risposta sono sorte nel momento in cui alcune aziende hanno lanciato prodotti con diciture e scritte sulle confezioni, come: prodotto naturale, senza parabeni, petrolati e siliconi, non testato sugli animali, nichel free, ecc.

Questi prodotti sono noti con il nome di prodotti bio e solitamente sono composti da prodotti naturali.

 

Esistono tanti marchi che oramai si dedicano al commercio di questo genere di beni, ma cerchiamo di fare attenzione e verificare sempre le componenti delle nostre creme, dei nostri trucchi e di tutti i prodotti cosmetici, leggendo sempre l’INCI, International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, nelle etichette o confezioni, che altro non è che l’elenco degli ingredienti cosmetici, espresso secondo una nomenclatura standard.

Verifichiamo che le certificazioni riportate siano attendibili e che, nel caso di prodotti ecobiologici, questi siano fatti con ingredienti naturali interamente vegetali.

 

Scegliere articoli bio significa essere sicuri che conterranno solo prodotti provenienti da agricoltura biologica certificata, non avranno sostanze dannose, tossiche o allergizzanti, non saranno stati impiegati OGM, non si sarà fatto ricorso alle sperimentazioni sugli animali, e infine non saranno state impiegate radiazioni ionizzanti.

 

Ecco perché possiamo riassumere tutte queste caratteristiche nei prodotti di un’azienda tutta Italiana come Biofficina Toscana, che ci garantisce cosmetici naturali, certificati Icea, testati, prodotti con materie prime locali toscane, biodinamici e biologici, naturalmente profumati, innovativi, a basso impatto ambientale e, come abbiamo già detto, non testati su animali.

Abbiamo una vasta scelta di aziende che lavorano in questo settore, ma cerchiamo di affidarci a chi ci offre sicurezza e ci dà le prove sulla qualità.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy