BANNER-ALTO2
A+ A A-

farmaciCome per ogni tipo di prodotto o servizio non c’è nulla di male nel ricercare il miglior prezzo, gli sconti più vantaggiosi e le offerte circa l’acquisto dei farmaci da banco. Ad una rapida occhiata online, per esempio guardando i farmaci scontati ed in offerta su Farmattiva.it, noterete che le offerte sono decisamente vantaggiose e che acquistare online sia diventato davvero conveniente. A cosa bisogna stare attenti quando si acquistano farmaci da banco online? Ve lo spieghiamo passo per passo in questa guida.

Verificate sempre che la farmacia sia autorizzata dal Ministero della Salute

Si perché per poter vendere farmaci da banco online occorre una specifica licenza di vendita, anche se gli stessi sono vendibili senza obbligo di prescrizione medica. La licenza è garantita dalla presenza del logo ministeriale sulla homepage del sito mentre l’affidabilità è da valutare guardando una serie di caratteristiche dello shop virtuale. Tra queste è importante notare se le informazioni di recapito della farmacia sono esposte e facilmente rintracciabili o meno. Se esiste un indirizzo, un recapito, un nome del titolare e una partita IVA avrete tutte le informazioni utili ad effettuare un piccolo controllo incrociato su Google.

Accertatevi che i prodotti in vendita siano legali

Un altro indizio dell’affidabilità della farmacia online è costituito dal tipo di prodotti che vende. Se trovate farmaci per i quali è obbligatoria la ricetta medica vi trovate chiaramente davanti ad un rivenditore non autorizzato. In Italia, infatti, possono essere venduti online esclusivamente i farmaci senza obbligo di prescrizione medica di tipo OTC (farmaci da banco)e SOP (farmaci da consiglio). Se ci fate caso nelle farmacie ci sono alcuni prodotti esposti e che potete prendere e portare in cassa per il pagamento. Poi ce ne sono altri che dovete esplicitamente richiedere al farmacista al momento del vostro turno. La differenza sostanziale tra gli OTC e i SOP è a grandi linee proprio questa. I primi possono essere esposti sul banco e pubblicizzati mentre i secondi richiedono l’intermediazione del farmacista e sono dunque farmaci da consiglio. Entrambi non richiedono l’obbligo di prescrizione medica.

Le offerte online sono sempre più vantaggiose

I farmaci da banco online sono mediamente molto più convenienti rispetto all’acquisto in negozio fisico perché i costi da sostenere sono decisamente minori e, di conseguenza, il loro prezzo sarà ribassato. C’è anche da considerare che la concorrenza online sia diventata molto agguerrita e che le persone hanno imparato a cercare fino a quando non trovano prezzi sufficientemente bassi per le loro aspettative di acquisto. Ecco perché è piuttosto comune imbattersi in prezzi stracciati per i più comuni farmaci da banco, integratori o cosmetici di qualità.

Per la maggior parte delle farmacie online è sufficiente iscriversi alla newsletter e ricevere puntualmente per posta le offerte più recenti. I migliori momenti dell’anno in cui acquistare farmaci da banco a prezzi scontati sono quelli in corrispondenza delle festività tra cui Natale, Pasqua, San Valentino ecc… periodi in cui i prezzi sono ancora più convenienti.

Le garanzie delle farmacie online risiedono anche nell’impeccabile servizio di assistenza incluso grazie al quale potrete confrontarvi direttamente con lo staff farmaceutico in merito a dubbi o domande sui vostri acquisti. Una volta finalizzato l’acquisto riceverete tutto a casa con consegne puntuali e veloci, risparmiando brillantemente sia il vostro tempo che il vostro denaro.

Leggi tutto... 0

dentistaNell'ambito di uno studio dentistico, un ruolo molto importante è quello svolto dall'assistente alla poltrona, il cui compito è quello di garantire una collaborazione concreta non solo per ciò che riguarda lo svolgimento delle pratiche amministrative, ma anche per l'assistenza all'odontoiatra. Le mansioni di cui si deve occupare l'assistente sono indicate nel Protocollo di Intesa che è stato sottoscritto il 9 gennaio del 2001 dalle OO. SS. e da Andi: proprio questo protocollo è quello che ha dato origine in via ufficiale alla figura professionale dell'ASO, vale a dire l'assistente di studio odontoiatrico.

Le mansioni dell'assistente alla poltrona

Tra le mansioni di un assistente alla poltrona dentista ci sono la gestione dei rapporti con i pazienti - e, quindi, la loro accoglienza e la loro dimissione - e la preparazione della postazione di lavoro del dentista ogni volta che è necessario effettuare un intervento chirurgico. L'elenco dei compiti, comunque, è molto più lungo, e comprende anche l'organizzazione dell'agenda con la gestione dei diversi appuntamenti e la preparazione dei materiali dentali. Non solo: un assistente si deve anche occupare di pulire, di disinfettare e di sterilizzare tutte le attrezzature e tutti gli strumenti che il dentista andrà a impiegare nel corso di un intervento.

Compito dell'assistente è la gestione della contabilità: ecco spiegato il motivo per il quale sarebbe preferibile una conoscenza approfondita dei supporti informatici più diffusi. L'assistente, inoltre, è tenuto a gestire i rapporti con i laboratori e con i fornitori, a pulire lo studio e a decontaminarlo, ad assistere il dentista nel corso delle sedute con i vari pazienti e ad approvvigionare lo studio con tutti gli strumenti e le attrezzature del caso. Non meno importante, infine, è la gestione dell'archivio dei pazienti, che prevede di catalogare con la massima precisione tutto il materiale radiografico di accertamento.

Come si diventa assistente?

Dal punto di vista della formazione, non esiste un percorso obbligatorio che deve essere seguito: non è richiesta, infatti, alcuna laurea in ambito sanitario o medico, dal momento che basta aver conseguito un diploma di scuola secondaria, meglio se a indirizzo scientifico. In ogni caso, risulta fortemente raccomandata la frequentazione di un corso specifico per ottenere un attestato ad hoc. I corsi in questione possono essere erogati da enti diversi, e in genere sono autorizzati a livello regionale: il costo oscilla, di solito, tra i 2mila e i 2.500 euro, per un totale di mille ore, di cui 500 prevedono un apprendimento di carattere teorico e 500 riguardano la prova pratica.

Che cosa bisogna sapere per diventare assistente?

La formazione teorica si articola su vari argomenti, tra i quali le più importanti regole di primo soccorso e le principali nozioni amministrative e contabili. Il corso formativo, inoltre, favorisce l'apprendimento delle norme sul segreto professionale e sulla privacy, oltre che della fisiologia e dell'anatomia del cavo orale. Non solo: lo studio riguarda anche le tecniche di disinfezione degli strumenti di lavoro e di sterilizzazione degli ambienti, oltre alla conoscenza delle attrezzature che vengono usate più di frequente in occasione degli interventi odontoiatrici.

Per quel che riguarda la prova pratica, d'altro canto, i partecipanti al corso sono protagonisti di lezioni simulate nelle quali vengono riprodotte situazioni quotidiane che si potrebbero presentare sul lavoro, dall'archiviazione delle lastre alla preparazione della postazione di lavoro del dentista, dall'accoglienza del cliente alla conservazione del materiale iconografico dei pazienti, dall'aggiornamento delle cartelle cliniche al riordino del materiale impiegato. E, ancora, l'assistenza al dentista, che riguarda lo sviluppo delle lastre, l'aspirazione della saliva, la preparazione dei lavaggi e molte altre attività. Al termine dei corsi è previsto, infine, un periodo di tirocinio. 

Leggi tutto... 0

sollevatoreOggi parliamo di un argomento di particolare interesse sociale, la “salute” ed la vita più dignitosa possibile che ogni essere umano dovrebbe avere.

Esistono tanti contesti e tante situazioni familiari con la presenza di forme di disabilità che impediscono ai nostri cari di vivere la vita appieno nella sua interezza.
Molti di loro devono affrontare delle vere e proprie “sfide” anche per effettuare quello che per noi sembra una cosa semplice ed immediata.

Tra le problematiche di sicuro rilievo vi è quello della mobilità, le difficoltà che si affrontano in questo ambito sono davvero tante ed è per questo che uno degli attrezzi di sicuro rilievo è quello del sollevatore per disabili.
Il sollevatore per disabili è quindi di estrema utilità oltre che per il disabile affetto da problemi motori ma anche per il parente nonché il personale addetto ad aiutarlo in quanto agevola gli spostamenti e facilità di non poco i tempi di “azione” e reazione che uno spostamento seppur semplice a volte comporta enormi sforzi e tempo.

Questo strumento è fondamentale per permettere una maggiore autonomia oltre a ridurre notevolmente la fatica e lo sforzo sia di chi ne ha bisogno sia del parente o del personale che interviene in aiuto.

Le Caratteristiche
Troviamo in giro tante aziende e tante offerte che ci spingono ad acquistare un sollevatore per disabili.

Ma quali sono i criteri essenziali e le linee da seguire per ottenere davvero il meglio e fare un buon acquisto, in grado di durare nel tempo.
Partiamo dal presupposto che il sollevatore per disabili è costituito da una colonna verticale da un braccio mobile con l’imbracatura ed inoltre da un sistema per il movimento.
Il tutto deve essere facilmente trasportabile grazie ad una base che deve presentare 4 ruote nonché un sistema frenante al fine di garantirne sia il pratico spostamento sia la sicurezza durante l’uso.
Inutile dirlo che la stabilità e la “trasportabilità” è fondamentale per tale prodotto, nonché la robustezza dato che tale prodotto deve poter resistere a sollecitazione ed a carichi non indifferenti.

Quali sono le tipologie di sollevatori
Esistono inoltre diverse tipologie di sollevatore per disabile, ma le categorie che se ne distinguono davvero solo sostanzialmente 2.

Ecco le principali:
Idraulici: Non necessità di una fonte elettrica ed è il più adatto alle situazioni più da “trasporto”, questa tipologia infatti, permette il suo utilizzo in qualsiasi situazione ci troviamo anche se non abbiamo comoda una presa elettrica, il suo sistema è garantito grazie a leve e pistoni idraulici. E’ il più economico presente sul mercato.
Elettrici: A differenza di quello idraulico, dispone di un motore elettrico a batterie.
La sua utilità sta nella praticità di uso e nel fatto che sia il disabile che l’operatore non devono effettuare alcun tipo di difficoltà o di sforzo particolare, perché il tutto è fruibile tramite un semplice telecomandino che permette la regolazione ed il controllo perfetto del sollevatore.

Per più informazioni:  sollevati.it/tipologia/sollevatori/

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy