loading...
A+ A A-

stipendioIl Festival dell’Economia 2017 di Trento ha trattato nell’edizione appena conclusa il tema “La Salute Diseguale”. Nei quattro giorni dell’evento si è parlato anche di industria farmaceutica. Sotto la direzione scientifica del prof. Tito Boeri, i relatori hanno parlato dell’evoluzione dell’industria del farmaco, di nuovi processi della produzione e dei recentissimi farmaci biotech. Sono stati descritti gli strumenti più innovativi, le nuove soluzioni per la prevenzione delle malattie.

Tra gli eventi anche quello organizzato da GEI, Associazione italiana economisti d’impresa, che ha analizzato il mercato dei farmaci, con un report di economia industriale, nel quale si è parlato di innovazione e biotecnologie.

L’industria italiana del farmaco

La fotografia del settore farmaceutico in Italia, mostra un numero rilevante di aziende, centri di produzione importanti e grande qualità degli operatori e ricercatori. Ricerca e innovazione fanno dell'industria farmaceutica un settore di eccellenza in questo Paese.

Negli ultimi anni il settore farmaceutico ha sviluppato un forte mercato, non solo in Italia ma a livello internazionale.

L’Italia rappresenta infatti il 19% del mercato dei paesi più industrializzati, ed il 26% della produzione.

Lo confermano i dati contenuti nel rapporto “Innovazione, reti internazionali e spillover di conoscenza – Industria farmaceutica, la prospettiva internazionale e il caso Gsk in Italia” presentato nei mesi scorsi dal Centro studi Cerm (Competitività, Regole, Mercati), di Firenze, che rileva come l’Italia sia seconda solo alla Germania nella produzione europea dei farmaci.

 

La ricerca evidenzia che la filiera produttiva dei farmaci è fortemente radicata al Centro Nord, tuttavia nel Sud del nostro Paese operano realtà importanti, sia per numero delle risorse umane occupate che per capacità produttiva. Gli addetti dell'industria del farmaco nelle regioni meridionali costituiscono infatti il 6% dell’occupazione diretta ed il 15% di quella dell’indotto produttivo.

 

Il successo dell’industria italiana è legato al fatto che, anche negli anni di difficile congiuntura economica, le imprese del settore hanno continuato ad investire su valori superiori rispetto ad alle aziende presenti in Francia e Germania. Dunque nel settore del farmaco l’Italia mostra percentuali di elevata produttività. tale elemento ha rappresentato un vantaggio competitivo rispetto ad altre realtà europee. Inoltre è particolarmente significativa per l'industria italiana anche la produzione di farmaci per conto di altre aziende, il cosiddetto CDMO, acronimo di Contract Development Manufacturing Organization. In questo ambito si è registrata una crescita costante, dal 2005 ad oggi. Le imprese italiane sono prime in Europa per questo tipo di mercato, che copre il 23% della produzione europea. Il dato è in contrasto con altri settori, perché il rapporto CERM evidenzia che nel settore manifatturiero lo stesso dato è cresciuto del 13% rispetto.

Leggi tutto... 0

medL’età avanza per tutti e come recita la locuzione latina bisogna mantenere una “Mens sana in corpore sano”.
Proprio per questo vi spiegheremo gli effetti calmieranti e benefici della Serenoa repens un nostro alleato, uno dei nostri migliori amici per superari i problemi di prostata e caduta dei capelli.

Ma analizziamo cos’è e come questa pianta ci viene in soccorso nell’età che avanza.

La Serenoa repens è una pianta della famiglia delle Arecaceae, unica specie del genere Serenoa, conosciuta anche come Sabal serrulata, nome con il quale appare spesso nei testi di medicina alternativa, e come saw palmetto, nome con cui viene comunemente chiamata negli Stati Uniti.
Gli estratti di questa pianta negli ultimi anni stanno ottenendo un grande successo, dato che da numerosi studi realizzati in alcuni laboratori universitari e da un gran numero di scienziati si è di volta in volta palesato il suo effetto benefico e le sue proprietà curative in grado di alleviare sintomi legati all'ingrossamento della prostata quali frequenza nell'urinare e infiammazione.
La Serenoa repens è forse il miglior amico dell “uomo”, utilizzata da una buona parte di persone affetti da problemi alla prostata, il suo effetto sull’organismo è infatti salutare per il mantenimento di una prostata sana grazie ai suoi effetti calmanti sulla iperplasia prostatica benigna.

Serenoa Repens contro la caduta dei capelli

Ma non solo, la Serenoa repens è anche in grado di favorire la ricrescita dei capelli, un problema serio che  colpisce un numero elevato di persone: solo nell’intero continente europeo ne soffrono 30 milioni.
3 europei su quattro, infatti, ritengono che i capelli siano un elemento indispensabile per la propria capacità di attrazione, e gli Italiani sono in assoluto la popolazione europea che teme maggiormente le ricadute sociali e affettive provocate dalla calvizie.

Dagli studi condotti, la perdita di capelli nell'uomo è spesso associata alla conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT) tramite  l'enzima 5 alfa reduttasi.
Il DHT è causa dell'assottigliamento dei capelli poiché riduce i follicoli nella cute. Con l'andar del tempo i follicoli diventano troppo piccoli perché i capelli riescano a crescere.
Numerosi studi clinici hanno dimostrato che il DHT ne è la causa, ma in particolare tali studi dimostrano che la perdita è geneticamente collegata ad eccessiva produzione di DHT.
La Serenoa Repens agirebbe prevenendo questa conversione ormonale e quindi avrebbe effetti positivi contro la calvizie e contro la crescita di peli indesiderati nelle altre parti del corpo.


Quindi, alla luce di queste informazioni possiamo dire che sono tante le proprietà della Serenoa repens, una palma nana che cresce spontanemanete in Florida, Georgia e nel Missisipi, e che il principio attivo, benefico per l’uomo, viene estratto dalle bacche della pianta stessa.
Non dimentichiamo però che il suo uso terapeutico ha radici lontane, tante popolazioni nell’antichità erano già a conoscenza della Serenoa repens, come i Maya che la utilizzavano come tonico, ma anche la tribù dei Seminole che la utilizzavano come antisettico ed espettorante.

Leggi tutto... 0

dietaC’è a chi piacerebbe tornare in perfetta forma ed a fare shopping in tutta tranquillità. A molti altri piacerebbe dimagrire senza doversi sottoporre ai grandi sacrifici che comporta la classica dieta dimagrante che spesso è ferrea ma soprattutto inefficace, per non parlare dell’attività fisica. Oggi chi ha il tempo di andare a correre e fare esercizi anche solo per 1 ora? Praticamente nessuno, è per questo che è importante cercare di avere una vita equilibrata dal punto di vista alimentare, ma anche… assumere un integratore per favorire e potenziare i naturali effetti positivi che portano alla perdita di peso nel corpo.

La Garcinia Cambogia in questo senso è davvero il massimo, non solo i consumatori ma anche le opinioni mediche vanno tutte nella stessa direzione: quella di una vera e reale efficacia che può portare alla perdita anche di 10 kg in un mese. Ci sono persone che hanno dichiarato che proprio questo è stato il risultato raggiunto, ma a volte anche di più. Certo si tratta di persone che hanno abbinato all’assunzione della garcinia anche uno stile di vita sano per raggiungere questi risultati, ma la domanda è: quale dieta offre lo stesso?

Gli esperti di GarciniaCambogiaLife.it ci hanno riferito che gli studi medici degli ultimi 50 anni alla fine hanno decretato che le classiche diete non servono a nulla, anzi creano una frustrazione mentale tale che alla fine la persona non è più disposta a fare la dieta e torna a sfogarsi con il cibo in maniera anche più vorace di prima. Il più grande nemico del girovita di una donna infatti è proprio la fame nervosa che coglie durante la giornata, ma è proprio grazie alle opinioni mediche su garcinia cambogia che si è scoperto che il suo effetto principale è quello di sopprimere l’appetito ed accelerare il metabolismo.

Nel prosieguo di questo elaborato andiamo a valutare cosa hanno suggerito le opinioni mediche sulla reale efficacia della garcinia cambogia. Non tutti lo sanno ma ci sono stato diversi studi che hanno riguardato la garcinia e grazie ai risultati che sono venuti fuori oggi si può affermare che sia un frutto non pericoloso per la salute e realmente efficace per dimagrire.

Gli studi clinici su garcinia cambogia

In particolare uno studio ha tolto ogni dubbio sull’efficacia della garcinia. All’America Institute For Science hanno selezionato 150 persone e le hanno divise in due gruppi da 75, uno detto gruppo A l’altro gruppo B.

Per un periodo di 2 settimane al gruppo A è stata somministrata la garcinia cambogia mentre al gruppo B (gruppo test) è stata somministrata soltanto una copia finta di pillole di garcinia. Insomma si trattava di un vero e proprio placebo. Come gli studiosi si aspettavano nel gruppo B vi è stato in effetti un dimagrimento di circa 1kg in 2 settimane perché le persone si sono convinte di assumere garcinia cambogia e di stare dimagrendo. Ma nel gruppo A i risultati sono stati sbalorditivi perché le 75 persone sono dimagrite in media di circa 4 kg abbinando all’assunzione della garcinia anche una vita sana.

Da quel momento un grande medico come il Dottor OZ ha iniziato a parlare della garcinia anche nel suo programma televisivo americano dove si tratta sempre di temi legati alla forma fisica ed il dimagrimento. In una famosa puntata fu presentata la garcinia e le sue fantastiche proprietà e ad oggi i prodotti a base di HCA (il principio attivo della garcinia) sono diffusi in tutto il mondo. Inoltre pare proprio non ci siano effetti collaterali degni di nota e quindi si può assumere la garcinia in tutta tranquillità.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy