loading...
A+ A A-

“Aspetta e spera ….che poi s’avvera , che la nottata non è così nera” così cantavano nel programma di Renzo Arbore.

Ma quei tempi sono passati, irrimediabilmente passati.

E la gente non ha più tempo, non vuole più aspettare,

è fortemente arrabbiata e pretende - se il verbo pretendere si può usare – risposte, ed insieme rispetto, correttezza, giustizia….

E così alla fine si va dove la giustizia è rispettata e praticata .

Ad Amantea è il caso della Guardia di Finanza che sta sempre più assumendo questo ruolo nella comunità.

Si va e si espongono i fatti.

E si attendono i risultati, consapevoli che a furia di invocarla la giustizia , prima o dopo, arriverà.

Abbiamo avuto modo di leggere l’esposto ed è forte, come non mai in questo paese- parliamo di Amantea- dove la legalità è ambigua, sottomessa, sfuggente come il nostro universo che si espande ed amplia indefinitamente le distanze, così che per vederla, la legalità, occorrono grandissimi telescopi astronomici.

Ma gli uomini hanno fede negli altri uomini.

E quando la notizia si è diffusa abbiamo avuto riprova del nostro credo, che-in fondo- è speranza, perché già questa amministrazione era intervenuta chiedendo essa stessa, l’intervento della Guardia di Finanza, dando così luce al buio che ha spesso avvolto molte cose del nostro ente.

Ed in questo modo quanto contenuto nell’esposto attiverà un processo interno all’ente che educherà verso il rispetto delle leggi, delle persone , e porrà fine a tolleranze, a “rispetti” dei potenti ed a quanto altro non è più accettato da una società che muove verso il bene.

E temiamo ed insieme speriamo che tante altre cose di questo comune cominceranno ad avere fine.

Come sarebbe giusto.

Leggi tutto... 0

L’amarezza di sapere di tante donne che muoiono di tumore al seno e la visione delle stesse che perdono i capelli quale effetto della chemio, ci impongono i dubbi che esponiamo.

Questa domanda, allora, la rivolgiamo a chi avrebbe l’obbligo di tenere il registro dei tumori

e dirci quante donne del nostro territorio sono state colpite da tumore al seno e se la percentuale sia in linea con i dati regionali ed italiani.

Noi sappiamo che il tumore al seno è il tumore più frequente nel sesso femminile e rappresenta il 29% di tutti i tumori che colpiscono le donne.

Sappiamo che il tumore al seno colpisce 1 donna su 8 nell'arco della vita.

Sappiamo che è la prima causa di mortalità per tumore nelle donne, con un tasso di mortalità del 17% di tutti i decessi per causa oncologica del sesso femminile.

Sappiamo che più del 75% dei casi di tumore del seno colpisce donne sopra i 50 anni.

Sappiamo che la maggior parte dei tumori del seno non dà segno di sé e si vede solo con la mammografia.

Nella donna giovane, tra i 30 e i 45 anni, con l'aiuto anche dell'ecografia.

Ma come possono difendersi le donne?

Facendo esercizio fisico e alimentandosi con pochi grassi e molti vegetali (frutta e verdura, in particolare broccoli e cavoli, cipolle, tè verde e pomodori).

Sappiamo che occorre fare prevenzione. Prevenzione. Prevenzione.

Ma sappiamo anche che nel mitico poliambulatorio di Amantea non c’è il mammografo

Proprio per questo abbiamo scritto alla nuova direttrice Angela Riccetti la seguente lettera dal titolo Il Cancro al seno e la prevenzione:

Gentilissima dottoressa Riccetti, leggiamo che il camper della prevenzione del tumore al seno continua a girare per la provincia di Cosenza.

L’unità mobile ed il personale medico e paramedico che effettuerà per le donne dai 40 anni in su gli esami nelle giornate del 13, 14 e 15 maggio saranno a Spezzano Sila.

La consigliera spezzanese Guido Maria Cristina, con delega alle pari opportunità, ideatrice dell’iniziativa, ha dichiarato:“Le donne spezzanesi avranno la possibilità di effettuare, in maniera totalmente gratuita, uno screening che comprende mammografia, ecografia e visita senologica;

ed annuncia basterà semplicemente chiamare in comune e prenotarsi.

Uno sforzo importate da parte dell’amministrazione e per il quale ringrazio il sindaco e tutti i consiglieri e assessori, che hanno fortemente sostenuto l`idea.

Diffondere la cultura della prevenzione vuol dire innanzitutto salvare delle vite e allo stesso tempo ci consente di offrire un servizio soprattutto alle famiglie indigenti che difficilmente riuscirebbero a sostenere i costi degli esami che offriamo in maniera del tutto gratuita”.

Non solo, ma il sindaco Salvatore Monaco dichiara “L’incidenza dei tumori al seno nel nostro territorio purtroppo è in aumento e questo ci ha motivato e ci ha spinto a garantire alle nostre concittadine un servizio cosi importante e completo e siamo convinti che la strada della prevenzione sia quella giusta da perseguire. Il nostro impegno, in questo senso, continuerà anche dopo questa campagna”.

E nei giorni 19 e 20 maggio saranno a Camigliatello.

Si tratta di due paesi nei quali non esiste il mammografo e pertanto la presenza appare ben opportuna.

Lei ben sa che nemmeno Amantea ha più il mammografo e che le donne di questo territorio devono spostarsi verso nord, verso ambiti nemmeno serviti da mezzi ordinari di linea idonei a tali necessità.

Abbiamo preso atto che lei davvero intende porre fine a questa illogica carenza di un servizio vitale come il mammografo , l’ecografo e di un senologo.

Per tali ragioni siamo a chiederle:

-nelle more della attuazione del necessario servizio di mammografia nel poliambulatorio di Amantea, ritiene utile comunque garantire la presenza della citata unità mobile ad Amantea ( per Amantea e per tutti i comuni dell’hinterland) ?.

-le è stata sollecitata tale presenza dalle varie associazioni presenti ed operanti sul territorio del nostro hinterland?.

--le è stata sollecitata tale presenza dall’amministrazione comunale di Amantea e dei paesi del circondario( Lago, Belmonte Calabro, Longobardi, Fiumefreddo Bruzio Aiello calabro, eccetera)?

Resto in attesa di una sua cortese evasione.

Amantea 1.5.2018         Giuseppe Marchese

E lei sempre gentilmente ci ha rassicurato di aver chiesto ad Amantea la presenza del Camper, in attesa che venga installato il mammografo.

Uno strumento che non resterà certamente inattivo.

Uno strumento che salverà molte vite.

Leggi tutto... 0

Sergio Ruggiero è sicuramente un valore aggiunto per la nostra Amantea.

Un valore, in fondo, nemmeno riconosciuto e valorizzato.

Una sorta di “nemo profeta in patria” .

Non scherzavamo quando dicevamo che oggi è l’amanteano più conosciuto in Italia.

Non possono essere un caso allora i premi che gli vengono riconosciuti

L’ultimo in questi giorni.

Infatti il romanzo, che rievoca la partecipazione di Amantea alla battaglia di Lepanto, ha ricevuto il terzo posto da una giuria d’altissimo profilo chiamata a valutare gli oltre quattrocento romanzi provenienti dall’Europa e dall’Estero.

Parliamo del Premio letterario Internazionale “Gian Antonio Cibotto”

E parliamo del suo ultimo romanzo storico “Il periplo degli immortali” edito dalla casa editrice dell’amanteano Franco Mannarino.

Tra i partecipanti si segnalano nomi illustri e Case editrici di primissimo piano.

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 27 Maggio, nel “Ridotto” del Teatro Sociale di Rovigo.

IL PODIO

“SILLOGE DI ROMANZI” - Brunella Gentili (Padova)

“PER CRISTO E VENEZIA” - Sybil Von Der Schulenburg (Germania)

“IL PERIPLO DEGLI IMMORTALI” - Sergio Ruggiero (Amantea CS)

Il Concorso Internazionale è organizzato dalla UILDM di Rovigo con il patrocinio della Regione Veneto, di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo e del Comune di Rovigo Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Il Circolo” di Rovigo, il quotidiano La Voce di Rovigo, la casa Editrice Helicon, la Rivista “Nuova Tribuna Letteraria”, il Periodico “Ventaglio Novanta”.

Auguri Sergio!

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy