BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il sindaco di San Pietro in Amantea Gioacchino Lorelli ha preso le sue decisioni.

Dopo un incontro con il referente regionale Ernesto Rapani, con una missiva indirizzata agli organi nazionali del partito ha aderito a Fratelli d’Italia, il movimento guidato da Giorgia Meloni.

Una scelta in continuità, per quanto riguarda il posizionamento nel centrodestra, rispetto alle ideologie politiche che lo stesso Lorelli ha espresso nel corso degli anni,

 

ma anche una differenziazione che rivolge lo sguardo ad un ambito di identità nazionale ben diverso da quello ipotizzato da altre forze politiche, dalle quali l’attuale primo cittadino del comune collinare ha preso le distanze.

«Fratelli d’Italia – ha argomentato Gioacchino Lorelli – esprime lo spirito di servizio di un centrodestra che rivolge le proprie attenzioni alle esigenze del territorio e delle singole comunità.

Un’attenzione che le politiche varate dagli ultimi governi nazionali avevano di fatto offuscato.

Non va dimenticato, infatti, che l’Italia non è rappresentata soltanto da grandi realtà metropolitane operose e laboriose o da regioni che esprimono un rapporto efficienza – efficacia altissimo, vi sono anche borghi e centri storici che meritano lo stesso livello di considerazione. In Fratelli d’Italia ho trovato quella sensibilità che, pur nelle differenze, protende ad uno sviluppo unitario del Paese.

E in una regione come la Calabria che guarda tanto al mare come alla montagna, tanto all’industria quanto all’agricoltura, tanto al turismo quanto ai trasporti è necessario avere una visione d’insieme ampia e diversificata. La presenza sul territorio di Fratelli d’Italia, da questo punto di vista, è una sorta di garanzia, soprattutto nel rapporto con le istituzioni. In questo scenario, come ho già avuto modo di ribadire in più occasioni, occorre ripartire dalla base e dagli aspetti sociali delle comunità per accrescere l’interesse verso la politica e non il contrario.

Ed è in questo contesto che sono pronto a dare il mio contributo».

L’adesione a Fratelli d’Italia, da parte di Gioacchino Lorelli, diventa strategica.

Il primo cittadino di San Pietro in Amantea, infatti, da tempo ha avviato un percorso di sinergie e di alleanza con altri omologhi della costa tirrenica e dell’hinterland.

Una sorta di movimento spontaneo che accoglie i piccoli centri, chiamati ad affrontare ogni giorno mille difficoltà e problemi.

È probabile, dunque, che la geografia politica cambierà molto presto: le elezioni regionali sono alle porte.

Leggi tutto... 0

Eccoci al giro di boa: manca una settimana all'evento che ravviverà il novembre belmontese!

Dalle 18:00 di lunedì 11 Novembre, in occasione di San Martino, i vicoli del centro storico di Belmonte si animeranno di arte, musica, cibo e soprattutto fiumi di vino novello!

Come funziona?

Non c'è biglietto d'ingresso: paghi ciò che consumi!

Con il bicchierino da collo, che puoi acquistare e riempire in 8 punti Wine Spadafora 1915 (qui puoi comprare anche la bottiglia direttamente!), ti inoltrerai nelle stradine del centro storico qui incontrerai:

- 9 punti Food, ognuno con 2 pietanze, dolci o salate, e sarai tu a scegliere quali acquistare e assaggiare!

Sono state già presentate nella nostra pagina ma grazie alla mappa che troverai, potrai facilmente scegliere dove andare prima :)

 

 

- un gruppo musicale itinerante: Tillband Jazz ;

- esibizioni di danza popolare con Al Mantiah Ballet con la PENTADANCE Di Noemi Malito;

- un duo in piazza che inizierà a suonare in seconda serata: i BeMove con Federica Siciliani ;

- animazione itinerante per bambini dalle 19:00 alle 21:00 con Maria Emanuela Sicoli ;

- la realizzazione di un quadro su Belmonte di Nikolay Stoyanov dalle 18:00 e l'esposizione delle sue opere;

- stand di artigiani e aziende locali tra cui il miele di Azienda Apistica Pucci, i gioielli Tiff Jewels di Antonietta Sesti ,i tamburelli di Giovanni Di Cello e tanti altri nonchè Barrueco, il mercatino del riuso (Maria Teresa De Luca ).

TI aspettiamo a Belmonte...perchè a noi piacciono i lunedì esplosivi!!

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo

Siamo venuti a conoscenza che l’Amministrazione ha inoltrato richiesta alla Gazzetta Ufficiale di pubblicare un bando di concorso per la copertura di un posto di ingegnere o architetto all’Ufficio tecnico.

Nell’Ufficio tecnico SONO IN SERVIZIO BEN TRE TECNICI: un geometra, un architetto, un ingegnere non di ruolo con orario di lavoro ridotto.

Questo in un Comune la cui popolazione negli ultimi quindici anni è passata da tremila e cento abitanti ad appena 2500 censiti, mentre i residenti effettivi non superano 1.500 abitanti.

Lago, poi, non ha un volume di opere pubbliche da giustificare un ufficio tecnico sovradimensionato.

 

 

 

Molte attività economiche e commerciali hanno chiuso e altre prossime a chiudere, il Paese si sta impoverendo sempre di più, molte famiglie non sono in grado di pagare i tributi comunali e numerosi cittadini vivono con il reddito di cittadinanza.

C’è poco da stare allegri, a parte la musichetta che viene diffusa dal Palazzo.

L’edilizia è ferma, tanto che nel 2017/2018 E’ STATA RILASCIATA UNA SOLA CONCESSIONE EDILIZIA PER LA COSTRUZIONE DI UNA PORCILAIA.

L’Amministrazione comunale, invece di gestire come un buon padre di famiglia i soldi pubblici, cosa fa?

Nel fabbisogno del personale prevede un posto di istruttore tecnico a tempo pieno, categoria D, che comporterà un aggravio di spesa di circa QUARANTAMILA EURO ALL’ANNO.

Questi soldi graveranno sulle tasche dei cittadini che non ne avranno alcuna utilità.

Secondo noi questo è uno sperpero di denaro pubblico: invece di gestire le finanze comunali per tagliare le tasse ai cittadini e creare possibilità di sviluppo, realizzare economie di spesa, i nostri Amministratori pensano di aumentare il personale, il cui costo attuale è già notevole.

Abbiamo fatto una indagine in alcuni Comuni del comprensorio per sapere quanti tecnici sono in servizio negli Uffici tecnici:

  1. Comune di 6.120 abitanti: ufficio tecnico composto da 2 unità;
  2. Comune di 3.000 abitanti: ufficio tecnico composto da 1 unità esterna e a giorni alterni;
  3. Comune di 2.300 abitanti: ufficio tecnico composto da 2 unità (geometra ingegnere);
  4. Comune di 1.650 abitanti: ufficio tecnico composto da 1 unità.

In tutti i Comuni che abbiamo contattato, il numero di tecnici utilizzati negli Uffici tecnici varia da 1 a 2, (alcuni a scavalco proveniente da altri Comuni).

A Lago operano, invece, tre unità, con un costo annuo complessivo di circa centodiecimila euro.

Cari Concittadini, L’Amministrazione del cambiamento ha cambiato in peggio con tasse e tributi sempre crescenti.

Dopo ben quattro anni, non abbiamo visto alcun serio cambiamento, ad eccezione di muri colorati con i soldi del mattatoio comunale.

I giovani di Lago vivono peggio di prima e sono abbandonati a se stessi: su nessuna speranza di aiuto comunale possono contare per intraprendere un’attività e uscire dalla precarietà, perché l’Amministrazione comunale è interessata a ben altro.

Incapacità e improvvisazione, mancanza di programmazione e di futuro.

Ci restano i dieci giorni di agosto più per dimenticare che per vivere, per fare passerelle ad onore di coloro che vivono di passerelle e di palcoscenico.

Fallimento in tutti i sensi, e solo gestione della quotidianità, un condizione dolorosa per i giovani che si erano illusi di diventare protagonisti.

Lago, baricentrica tra mare e monti, dovrebbe sfruttare questa posizione strategica, recuperare il suo artigianato che è stato il fiore all’occhiello del nostro Paese.

Bisogna investire tantissimo sul territorio e sull’ambiente, in particolare: fiumi, campagna, itinerari paesaggistici, pinete, prodotti tipici locali che rischiano di scomparire.

Sapere sfruttare le risorse che abbiamo, mettere in rete le nostre potenzialità, creare un sistema turistico fatto di interscambio con gli altri territori e realizzare un turismo ambientale, religioso, artistico e culturale incentrato sulla vicinanza del mare e dei monti.

Non una accozzaglia di cose generiche, ma un progetto sostenibile e percorribile.

Ma tutto ciò richiede studio e capacità, perché bisogna saper organizzare gli interventi con professionalità e metodo e quindi senza faciloneria.

Oggi a Lago si vive in prevalenza di pensione e reddito di cittadinanza.

Una Amministrazione comunale molto attenta alle cose serie deve pensare allo sviluppo della propria Comunità, non deve pertanto bandire concorsi inutili e costosi, il cui costo graverà sui già tartassati cittadini.

Noi, come Gruppo di minoranza, chiediamo all’Amministrazione di non procedere in questa cattiva direzione.

Se la nostra motivata richiesta dovesse rimanere (come tante altre) non ascoltata, saremo costretti a promuovere una mobilitazione generale e attivare altri legittimi strumenti di contestazione popolare, per evitare spese improduttive utilizzate a pagare un posto inutile ai cittadini.

Ex sindacoCupelli

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy