loading...
A+ A A-

Nelle primissime ore della mattina del sette ottobre, poco dopo le 10, abbiamo postato l’articolo dal titolo “Il Catocastro “nero” ed il mare “nero”, corredato dalle foto delle acque nere del fiume Catocastro e delle acque nere antistanti la foce.

 

 

Nell’articolo sottolineavamo l’impegno del corpo di Polizia municipale, due agenti del quale era stati alla foce del fiume e si accingevano a risalirlo per capire il punto di immissione.

Più tardi il comune evidenziava che non era stato possibile rilevare il preciso punto di scarico, ma anche di essersi “subito attivati per il tramite del Comando dei Vigili Urbani e, d’intesa con la Procura della Repubblica, abbiamo prelevato dei campioni del materiale sversato che lunedì sarà consegnato all’Arpacal, per le necessarie analisi”.

La nota concludeva ringraziando il Maresciallo Avolio dei carabinieri Forestale per essersi recato sul posto prontamente per un sopralluogo e lanciando l’ipotesi che potesse trattarsi degli effetti del “ dilavamento di zone bruciate”

L’amministrazione si impegnava a tenere la popolazione aggiornata sugli sviluppi.

Giorno 10 ottobre, infine, il comandante della PM locale certificava l’avvenuto prelievo delle acque e l’invio all’Arpacal.

Fintanto non sapremo che cosa e chi abbia inquinato il Catocastro ed il nostro mare saremo preoccupati.

Sono inaccettabili queste continue violenze al nostro ambiente ma è ancora più inaccettabile la sostanziale indifferenza della società civile amanteana.

Ora l’Arpacal cortesemente ci informa che gli esiti delle indagini sono stati acquisiti dalla competente procura della repubblica di Paola e che essi saranno resi pubblici non appena i giudici daranno la necessaria autorizzazione

Possiamo, così, supporre che non si tratti di nerofumo.

Curiosi e preoccupati ringraziamo ed aspettiamo.

Appena possibile vi faremo sapere.

Leggi tutto... 0

Il Presidente Roberto Aloe e gli altri soci dell’Auser hanno voluto dare un segnale forte e concreto della loro attenzione a chi lavora per la città di Amantea.

E lo hanno fatto incontrando i lavoratori della Multiservizi nella sede di Viale Trieste.

 

 

A tutti i presenti hanno offerto una lauta cena ed un brindisi finale.

Abbiamo chiesto al presidente Aloe le motivazioni di questa sorprendente decisione.

Ecco cosa ci ha risposto:

“Sono persone che trattano con quello che noi scartiamo , i rifiuti.

Non è un bel lavoro, ma viene fatto con estrema dignità.

E non solo!

Quello che, poi, ha fortemente attratto la nostra attenzione è il fatto che queste persone lavorano sempre sulla strada correndo tutti i rischi connessi.

E non basta .

Parliamo di lavoratori che operano sempre, con il freddo e con il caldo afoso, con la pioggia e sotto il sole di agosto.

Niente li ferma, nemmeno il vento e l’afa.

E se è necessario queste persone, donne ed uomini, lavorano anche nelle giornate di festa, a ferragosto, a Pasqua, a Natale.

Impossibile non cogliere la abnegazione e lo spirito di sacrificio che pongono nel loro lavoro.

Ed infine, come dimenticare la loro pazienza con una utenza disattenta, se non insofferente, nell’applicare le regole per un buon servizio di RSU

E tutto per la nostra città!

Abbiamo così voluto offrire loro il segno tangibile del ringraziamento che la città di Amantea, quella vera ed sincera, silenziosamente offre ad ognuno di loro.

Potrei continuare , ma chiudo con un abbraccio meritato, sincero e leale”

Che bella cosa!

Grazie Auser a nome della città!

Leggi tutto... 0

Lo scrive la Associazione commercianti di Amantea. Ecco il testo

“Da commercianti, artigiani, imprenditori quali noi siamo, abbiamo la convinzione che il Comune di Amantea sia l’azienda principale del nostro comprensorio, la più importante in assoluto,

 

e come tale, deve essere gestita da amministratori che abbiano nozioni, competenze ed esperienze soprattutto in questo campo, in quello aziendale e del commercio, campo fatto di programmazioni e di strategie, di obiettivi, di capacità gestionali e amministrative.

Lo diciamo con convinzione poiché da sempre, le scelte politiche di soggetti non strettamente legati all’imprenditoria e al commercio, non hanno mai favorito e tutelato la nostra categoria.

Anzi, da anni, stiamo purtroppo subendo decisioni che ledono il nostro lavoro e mai abbiamo visto una programmazione seria legata allo sviluppo turistico-commerciale della nostra città.

Ci troviamo di fronte una città ferma, incapace di attrarre, che piano piano sta perdendo le sue peculiarità culturali e turistiche.

Amantea è sporca, degradata, con strade buie e piene di buche, con una scarsa viabilità e con vari abusi e illegalità facilmente riscontrabili in giro per il paese.

Ogni evento degno di nota, iniziativa culturale e artistica, attrazione per i visitatori, è organizzata in questo paese solo dai commercianti e dagli operatori turistici, e dalle associazioni più volenterose, sponsorizzate comunque sempre dalla stessa categoria dei commercianti o degli albergatori.

Per il resto vediamo poche azioni, davvero troppo poche.

Qualora manchino quelle capacità imprenditoriali di cui sopra, è opportuno che ogni amministrazione comunale faccia riferimento alle associazioni di categoria, interpellando o ascoltando il parere di coloro che da sempre in questa città investono i propri guadagni e le proprie risorse, formando dei tavoli di lavoro con la nostra associazione commercianti e con le altre interessate al futuro e allo sviluppo di Amantea.

E’ necessario un cambio radicale dei programmi e dei metodi, e in questo senso i confronti seri e paritari sono fondamentali per evitare ulteriori danni al tessuto sociale ed economico della nostra città e creare situazioni e possibilità di sviluppo e di crescita.

Sappiamo bene che l’amministrazione Pizzino si è insediata da pochi mesi, capiamo anche le difficoltà gestionali riscontrate per la presenza del dissesto finanziario.

Ciò che non capiamo e che ci ha molto deluso, è stato l’atteggiamento avuto nei confronti della nostra associazione, poco coinvolta e per niente ascoltata.

Più volte in questi mesi abbiamo presentato proposte ed idee per migliorare i servizi di questa città.

Capendo la situazione finanziaria delle casse comunali, ci siamo addirittura proposti di realizzare alcuni servizi a nostre spese.

Il sindaco e gli assessori tutti hanno respinto quest’ultima nostra proposta, garantendoci di realizzare quanto da noi chiesto.

Purtroppo però non abbiamo visto la realizzazione dei servizi che avevamo proposto.

Per noi questo è inconcepibile.

La politica deve essere al servizio della comunità, e se un’associazione di categoria come la nostra, sicuramente la più importante del territorio, chiede la realizzazione di alcuni servizi basilari, non può accettare nessuna forma di approssimazione.

Un si deve essere un si, un impegno preso va portato a termine, perché i commercianti di Amantea, come i cittadini tutti, vanno rispettati.

Anche per quanto riguarda la tradizionale Fiera di Amantea prevista a novembre, siamo stati contattati, a parole, per essere coinvolti nell'organizzazione della stessa, ma nei fatti non abbiamo poi ricevuto nessuna convocazione per nessun tavolo di lavoro.

Il risultato è un prolungamento dei giorni di Fiera che non ci trova assolutamente d'accordo.

La Fiera è un evento che, se organizzato in modo diverso, potrebbe risultare una migliore risorsa sia per i commercianti ambulanti sia per quelli a posto fisso rappresentati dalla nostra Associazione.

Speriamo solo che verranno rispettate le norme sulla sicurezza e sulle distanze tra i banchi e che vengano garantiti gli accessi alle attività a posto fisso e le norme igienico-sanitarie.

Oggi i commercianti hanno una nuova visione delle cose.

Il nostro progetto mira a creare un’unione tra attività commerciali che detti le linee guida del futuro sviluppo del territorio e del commercio, creando un unico centro commerciale all’aperto, individuando strategie di marketing che possano portare nuovi indotti economici e commerciali nella nostra cittadina, tenendo conto anche dei centri commerciali limitrofi, inserendosi in un percorso ed itinerario commerciale da offrire ai clienti con iniziative legate ai vari periodi dell’anno.

Vogliamo migliorare l’immagine urbanistica della città, riprendere la storia e la cultura del paese e inserire lo sviluppo commerciale in questi contesti.

Un’associazione a cui l’amministrazione faccia riferimento per ogni iniziativa, allo scopo di salvaguardare il già precario equilibrio degli attuali commercianti.

Il messaggio non è stato recepito dalla nuova Amministrazione che a parole si è resa disponibile al progetto , ma nei fatti gli impegni presi non sono stati portati a termine.

Le nostre visioni, idee, programmi e progetti saranno comunque portate avanti dalla nostra associazione.

Ci auspichiamo però per il futuro un supporto da parte degli amministratori comunali ed un maggiore coinvolgimento.

Bisogna lavorare uniti e con le stesse finalità, ovvero il bene di tutta Amantea, prima che si esaurisca quel poco di ossigeno rimasto.”

NdR. Ci permettiamo di evidenziare che la nota merita una risposta, pubblica, urgente ed esaustiva.

Leggi tutto... 0

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy