BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il 12 giugno c.m. si voterà in tutta Italia per i 5 Referendum Costituzionali. In molti Comuni calabresi si voterà anche per il rinnovo dei Consigli Comunali e per l’elezione dei Sindaci. Anche i cittadini di Carolei in provincia di Cosenza si recheranno alle urne, ma sorpresa delle sorprese, nella scheda elettorale che il Pmini caroleiresidente di Seggio consegnerà loro troveranno un solo simbolo e un solo candidato a Sindaco. La lista elettorale capeggiata dal Sindaco uscente Francesco Iacucci è stata esclusa perché il candidato sindaco è stato dichiaratoincandidabile dalla Commissione elettorale circondariale. La Legge Severino, che forse sarà abrogata col Referendum, ha colpito anche il Sindaco uscente di Carolei. Avendo riportato una condanna in via definitiva il Sindaco non potrà partecipare alla competizione elettorale del prossimo 12 giugno. Sarà soltanto uno spettatore e dalla sua abitazione aspetterà l’esito della votazione che in cuor suo spera di essere un flop. C’è rimasto male però. L’esclusione è stata davvero un duro colpo. I suoi manifesti elettorali campeggiano sulle bacheche di Carolei e di Vadue, ma il Sindaco uscente non sarà in corsa per l’eventuale riconferma. Ci sono rimasti anche male i candidati consiglieri comunali della lista “Rinascita”. Ci sono rimasti malissimo le elettrici e gli elettori che avrebbero voluto votare ancora una volta Iacucci alla carica di Sindaco, ma nella scheda elettorale, che destino crudele, non c’è il simbolo “Rinascita”, non c’è il nome di Iacucci. E allora? Allora ne vedremo delle belle. Intanto il Sindaco uscente su Facebook in un post ha spiegato alla cittadinanza che la sua esclusione è stata adottata per un problema che riguarda la sua attività e che non era assolutamente a conoscenza, ma che probabilmente altri sapevano. Chiede scusa ai 12 compagni di viaggio.E’ rimasto solo in lizza il candidato Francesco De Luca capolista della lista “Insieme per Carolei”, il vice di Iacucci nella passata legislatura. Un solo candidato a Sindaco è un grosso problema. Per vincere le elezioni la lista che gli elettori troveranno sulla scheda dovrà raggiungere il quorum del 50 più 1 degli aventi diritto al voto. Raggiungerà il quorum? Ne dubito. Sono certo di no. Non solo perché prevedo una massiccia astensione, ma anche perché nel registro degli elettori ci sono iscritti centinaia e centinaia di elettori residenti all’estero e che sicuramente non andranno a votare. La votazione sarà un flop e il candidato a Sindaco Francesco De Luca dovrà rimandare tutto alla prossima competizione elettorale. Come saranno pure un flop i 5 Referendum costituzionali. Se non verranno cancellati dalle liste i residenti all’estero (AIRE), in Italia i referendum che richiedono il 50 più 1 dei votanti saranno come al solito un flop. Essendo cambiato il sistema elettorale per l’elezione del Sindaco il Consiglio di Stato si è occupato della questione sopra citata in due distinti casi, Comune di Tortorella e Comune di Alife, riconoscendo la possibilità di nominare tutti i candidati dell’unica lista ammessa e affermando la non compatibilità del quorum previsto dall’Art. 60 del D.P.R. n.570/1960 col nuovo sistema elettorale. Ad elezioni avvenute ci saranno inevitabilmente dei ricorsi.

Leggi tutto... 0

2019 foto-belvedere
Riceviamo e pubblichiamo

 

Comunicato stampa del 21.05.2022

Con riferimento a quanto apparso sui siti di informazione locale aventi titolo “ strisce blu a Belvedere risolto il contratto con la società di gestione “ e, più in generale, a tutti quelli che imprudentemente diffamano la società di cui lo scrivente è amministratore denunciando che la prima avrebbe rubato €. 100.000,00, ci tengo a chiarire alcuni aspetti che, scientemente e volontariamente, nella determina di revoca non sono stati menzionati:

  • Dal primo giorno in cui è stato eseguito il collaudo del cantiere in concessione, il RUP – giammai la società concessionaria - ha denunciato all’amministrazione - attraverso il documento sottoscritto tra le parti - la mancanza di posti rispetto a quelli previsti in Capitolato di Gara;
  • In piena estate, unilateralmente l’ Amministrazione, con il supporto degli uffici di Polizia Locale, sopprime ulteriori posti sul lungomare a vantaggio delle attività commerciali presenti, restituendoci gli stessi in una zona decentrata ( atti in nostro possesso );
  • Sempre nel pieno dell’estate del primo anno di gestione, in seguito ad alcune aggressioni verbali e fisiche, prontamente denunciate presso la stazione Carabinieri di Belvedere, l’ Amministrazione decide di sopprimere altri posti davanti una nota attività commerciale sita in località Marina ( atti in nostro possesso e denunciato alle forze di polizia competenti );
  • Nonostante le nostre numerose PEC inviate al comando di polizia locale, gli altri stalli in concessione venivano attribuiti unilateralmente dall’ Amministrazione comunale per lo svolgimento di manifestazioni, montaggio palchi per esibizioni artistiche organizzate da privati;
  • Siamo in attesa da anni di conoscere i nominativi dei “ Giostrai” ( per l’ emissione delle fatture di occupazione degli stalli in concessione) che hanno occupato abusivamente gli stalli sul lungomare durante i giorni antecedenti e successivi alla celebrazione del Santo Patrono; pec inviate a cui gli organi preposti, per evitare l’ imbarazzo di non conoscere i nominati ed i metri quadri occupati, cui non è seguita alcuna risposta;
  • La liquidazione in favore della Traffic srl pari al 30% del valore dei verbali emessi come previsto nel Capitolato di gara ma mai previsto nei bilanci comunali; sul punto personaggi illustri del Comune, con l’avallo di studi legali esterni, nell’ ultimo incontro avvenuto in via telematica circa due mesi addietro, hanno dichiarato (e ne abbiamo le prove ) che nulla ci era dovuto in quanto il contratto stipulato annullava il Capitolato speciale d’ Appalto e che l’ articolo del Capitolato, dall’ Amministrazione redatto e pubblicato, era da ritenersi nullo!
  • Ci hanno ordinato di effettuare segnaletica orizzontale sulle strade cittadine, extra concessione, per un valore di oltre 20.000,00 euro oltre iva con un “ Visto si autorizza” senza mai emettere Determina e la conseguente copertura finanziaria; il dramma è che il dirigente/funzionario che ha autorizzato questi lavori inviandoci PEC di autorizzazioni, oggi scrive sulla Determina di revoca che i suddetti lavori non possono essere imputati all’Amministrazione bensì al dirigente/funzionario che li ha autorizzati!!!!
  • Nonostante il nostro credito verso l’ ente ammonti a circa 260.000,00 oltre iva , regolarmente fatturato , oltre interessi maturati e maturandi, ci siamo sempre rapportati con l’ Amministrazione ( 15 incontri in due anni ) al fine di trovare una soluzione bonaria ed addirittura dichiarando di essere disponibili a compensare le somme ed a rinunciare alla parte in eccesso! Il RUP e le tante pec inviate confermano questa nostra volontà.( Oltre 100.000,00 euro ).
  • Simo in possesso di un documento sottoscritto e firmato dalla ex responsabile dell’ Ufficio ragioneria comunale che autorizzava la compensazione; tanto non è mai avvenuto nonostante le nostre numerose missive inviate a mezzo PEC!
  • Veniamo accusati di non aver mai inviato le rendicontazioni; niente di più falso: abbiamo PEC inviate agli uffici preposti; di certo non è addebitabile alla scrivente se i dirigenti/funzionari del comune non dialogano tra loro, i parcometri da noi installati erano dotati di sistemi di centralizzazione ed il Comando di Polizia Locale era in possesso del password di accesso per poter controllare in real time gli incassi.
  • Nella Determina di revoca, infine, si legge che si stanno valutando risvolti legali! Noi da settimane abbiamo depositato presso il Tribunale di Paola tutta la documentazione in nostro possesso, compreso Verbali di incontri e messaggi pervenuti tramite social, invitando la magistratura e le forze di Polizia a fare chiarezza e trovare riscontro nella documentazione in nostro possesso al fine di perseguire civilmente e penalmente i funzionari/Dirigenti responsabili di tale atto scellerato nonché, ovviamente, ottenere il riconoscimento delle nostre spettanze.
  • In ultimo, ma non per importanza, leggiamo ancora frasi denigratorie verso i nostri collaboratori, accusati di nascondersi dietro le macchine e di sbucare mimetizzati strisciando di nascosto ad elevare i preavvisi di verbale. Di tanto vorremmo prova; in assenza evitate di screditare dei ragazzi che per lavorare hanno subìto aggressioni fisiche ed umiliazioni di tutti i generi da chi sul balcone espone la bandiera della pace! Vergognatevi!!!!!! .

Con riserva di agire in sede giudiziaria per la tutela dei diritti della società rappresentata dallo scrivente.

Giuseppe Bazzarelli quale Amministratore della Traffic srl

Leggi tutto... 0

Logo BM quadrato perfettoBanca Mediolanum, per il ventesimo anno sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna, organizza in Calabria “Un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti per vivere con loro l’emozione del percorso anticipando la gara di qualche ora.

Prenderà il via da Diamante la pedalata amatoriale insieme ai fuoriclasse e storici testimonial di Banca Mediolanum: Francesco Moser e Paolo Bettini.

Grazie all’organizzazione di Ugo Lombardi, Family Banker® di Banca Mediolanum, il gruppo in Maglia Azzurra partirà insieme ai testimonial venerdì 13 maggio alle ore 7:30 da via Corvino Inferiore.

Il Giro d’Italia sarà anche l’occasione per aiutare le famiglie che vivono in difficoltà, in particolare quelle con minori affetti da patologie gravi o inguaribili, per cui solo il 5% può accedere alle cure palliative pediatriche necessarie. Per questo, Fondazione Mediolanum Onlus, ha deciso di impegnarsi insieme ad Associazione VIDAS, Fondazione ANT Italia Onlus, e LILT Associazione Provinciale Milano Monza Brianza APS con la raccolta fondi “Uno di famiglia” per offrire gratuitamente un servizio di reperibilità telefonica h24, assistenza medica e cure palliative domiciliari alle famiglie con minori affetti da malattie gravi o inguaribili.  Con il contributo verranno aiutati 224 bambini gravemente malati, in tutta Italia, affinché possano affrontare la malattia con più serenità, nel calore della propria casa e vicino alla propria famiglia.

Milano, 11 maggio 2022

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

I Racconti

Meteo - Tirreno Cosentino

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy