loading...
A+ A A-

La mafia, non è soltanto una banda di delinquenti di periferia.

La mafia ha , infatti, minimizzato la sua dimensione violenta.

Si ammanta di cultura, di istituzioni che detengono un potenziale coercitivo, di tradizioni massoniche e di liturgie religiose.

E così nel comune sentire la mafia è divenuta ogni forma di violenza e di ingiustizia inaccettabile.

Per questo spesso si parla di immaginario mafioso

Una delle prime descrizioni (la prima di un certo rilievo) del fenomeno fu nel 1837 in un documento redatto in Sicilia dal funzionario del Regno delle Due Sicilie Pietro Calà Ulloa, che a proposito del fenomeno scrisse:

«Ci sono in molti paesi delle fratellanze, specie di sette che diconsi partiti, senza riunione, senza altro legame che quello della dipendenza da un capo, che qui è un possidente, là un arciprete. Una cassa comune sovviene ai bisogni, ora di fare esonerare un funzionario, ora di conquistarlo, ora di proteggerlo, ora d'incolpare un innocente... Molti alti magistrati coprono queste fratellanze di una protezione impenetrabile".[6]»

Ora è notorio che la mafia si è largamente infiltrata nella politica e nell’economia, dando prova di . una professionalità straordinaria nelle attività di mediazione, nel dirimere o sedare controversie, nel facilitare affari, tra mondi e interessi diversi.

Un elemento che ci accomuna è che la mafia, se c’è, è altrove. Non da noi.

E questo assunto è talmente reale che qualcuno dice che ci si deve sentire offesi se viene nominata la commissione di indagine che interessi il nostro comune.

Nessun timore ed un po’ di pazienza se la mafia non c’è non la troveranno…

Leggi tutto... 0

Da giorni si parla di finanziamenti per gli ospedali calabresi ma per la sanità del territorio?

Titolano che dalla Regione siano stati finanziati ben 700 milioni per gli ospedali calabresi nuovi e da ammodernare.

Ed è la prima bugia.

Ecco la verità sui finanziamenti

Dei 701.570.804 milioni di euro, 308.402.732 sono a carico dello Stato a valere su risorse residue del Programma ex art. 20 della L. 67/88; altri 17.571.984,68 sono sempre a carico dello Stato a valere su risorse residue del Programma ex art. 71 della L. 448/98; 74.696.087,17 sono a carico della Regione; e 300.900.000 a carico di privati (partenariato pubblico privato o altre fonti).

Insomma la regione ha finanziato solo 74.696.087,17.

I finanziamenti sono finalizzati

-all’adeguamento e potenziamento dell’ospedale di Crotone (25 milioni),

-adeguamento e potenziamento dell’ospedale di Lamezia Terme (20 mln),

-realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza (375 mln);

-realizzazione della Cittadella della salute di Cosenza (45 mln),

-potenziamento tecnologico del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria (1,5 mln) per l’acquisto e installazione di un angiografo biplanare,

- realizzazione del nuovo ospedale di Catanzaro (170 mln),

-realizzazione della Cittadella della Salute di Catanzaro (40 mln),

-adeguamento funzionale ed impiantistico del plesso Mater Domini (25 mln) ed

-ampliamento dell’ospedale Morelli di Reggio Calabria (180 mln).

Ed allora la domanda si impone .

Va bene l’attenzione su ospedali, cittadelle

Ma per la medicina territoriale niente?

Per la casa della salute di Amantea niente?

Per abbattere le liste di attesa niente?

Che fa Oliverio?

Leggi tutto... 0

trariNell’articolo dai noi pubblicato, relativo alla riduzione della Tari, abbiamo semplicemente ringraziato i Cittadini, la ditta EsaSud e gli uffici comunali, per aver raggiunto, tutti insieme, eccellenti risultati.
Abbiamo, inoltre, evidenziato “politicamente”,il voto contrario della minoranza sulla riduzione dei tributi e su un provvedimento che riguardava la dilazione delle cartelle per le fasce economicamente svantaggiate.
Tutto qui!
Non abbiamo offeso nessuno. Non ci risulta di avere aggettivato qualcuno con appellativi quali “illusionista, falso o bugiardo”.
In politica, come nella vita, con il passare degli anni, generalmente si tende a crescere e maturare, e dagli errori del passato si dovrebbe imparare e correggere quelli del futuro.
Forse, qualcuno, a distanza di tempo, e nonostante l’età, non ha ancora assimilato questo meraviglioso dono che la natura ha reso all’uomo. Ormai è prassi consolidata, e noi a Lago abbiamo perso ogni speranza.

NON ABBIAMO LA NECESSITÀ NE’ DI ILLUDERE, NE’ DI INGANNARE NE’ DI DIRE BUGIE A NESSUNO.
NON E’ QUESTIONE DI “BUONE MANIERE” BENSI’ DI ONESTA’ VERSO I CITTADINI.

Dopo questa dovuta premessa, abbiamo il dovere istituzionale e morale disottoporre, all’attenta valutazione dei nostri cittadini, tutti i COSTIREALIrelativi al PEF (Piano Economico Finanziario) Tassa sui rifiuti solidi urbani:

1. Ribadiamo ancora una volta che la minoranza, insiste nel dire, da due anni, (ma solo attraverso giornali o volantini) che il costo della Taripuò essere ridotto a € 179.840.000. Riportiamo, di seguito, le considerazionidel Sindaco durante la seduta del Consiglio comunale del 29/03/2019:
“Perché non si presenta una SERIA proposta ufficiale sulla rimodulazione dei costi, così da sottoporla alla valutazione di qualsiasi Organo di Revisione (anche a scelta della minoranza)?;Perché questa riduzione non è stata adottata anche in passato?”

2. La minoranza sostiene che c’è stata una forte riduzione dei costi nel 2015 rispetto al 2014:
Allora sorge il serio DUBBIO: MANIPOLAZIONE DEI DATI O DISATTENZIONE?
a) Il costo per l’anno 2014 è di € 308.119,00 (dato Esatto);
b) Il costo per l’anno 2015: la minoranza, sostiene che è stato ridotto a € 288.744,00 (DATO ASSOLUTAMENTE INFONDATO);
c) Il COSTO REALE sostenuto per l’anno 2015 è di € 334.926,00 (quindi AUMENTATO di € 26.807 rispetto al 2014NON DIMINUITO a € 288.744,00
Quindi, perché accusare altri di falsità?;
d) Invece, la previsione per l’anno 2016, i costi di smaltimentosono stati sottostimati di circa € 60.000e successivamente coperti nel 2017, con Responsabilità e Fatica, dall’attuale Amministrazione.
Pubblichiamo, integralmente, i costi della Tari approvati nei Consigli comunali dal 2014 al 2019 (UFFICIALI).
Sono numeri facilmente leggibili, evidenziati per Anno e Totale Generale del Servizio.
Anno 2014 € 308.119,00
Anno 2015 € 334.926,00
Anno 2016 € 290.421,00*
Anno 2017 € 353.015,00
Anno 2018 € 309.250,00
Anno 2019 € 295.401.00
*(anno in cui erano sottostimati i costi di smaltimento di circa € 60.000 successivamente coperti nel 2017).
Inoltre, è anche importante evidenziare la riduzione delle utenze domestiche e non domestiche (commerciali):
"Esempio a campione Costo Tari: (simulazione di riduzione rispetto al 2017, facilmente calcolabile anche per il 2018).
Casa di 120mq N°3 unita: nel 2017pagava € 330, nel 2018 € 304, nel 2019 € 291 - Risparmio di circa - €40
Un Locale commerciale di 150mq: nel 2017 pagava € 851, nel 2018 € 723, nel 2019 €648 -Risparmio di circa - € 203.
Naturalmente, il costo unitario, varia al variare del numero di abitanti e dai metri quadrati dell’abitazione.
Abbiamo ottenuto un buon risultato, nonostante si sia avuto una aumento,seppur minimo,della quota variabile, poiché riducendosi la popolazione, i costi complessivi di parte variabile vanno a spalmarsi su un numero minore di utenti con aumento dei costi a carico di ciascun utente.

Ironizzano, ancora:”Avete visto qualche AUTOBOTTE PULIRE LE STRADE?”: bene, in tutta sincerità, non ne abbiamo visto né il 2014, né il 2015, né il 2016, poiché i costi di “spazzamento e lavaggio” erano previsti anche negli anni precedenti cioè 2014, 2015, 2016, 2017 e2018 (prima voce in alto PEF).
Comunichiamo, che dette somme necessitano per l’acquisto di qualsiasi materiale o riparazione di strumenti utili alla pulizia dell’intero territorio.
In merito alla “PACE FISCALE” della quale avete parlato, vi chiediamo, di presentarci una proposta deliberativa normativamente sostenuta, affinché la si possa immediatamente approvare.Vi anticipiamo che, se approfondireste la lettura, vi renderete conto che è consentita ai soli comuni che avevano esternalizzato la riscossione con Equitalia e notificati dal 2000 al 2017.
In virtù di quanto non riconosciuto nella “Pace Fiscale”, il Governo, giorno 04 aprile 2019, attraverso il “D.L. CRESCITA”,ha aperto agli Enti che riscuotono le proprie entrate, non tramite Equitalia, ma in proprio come Lago, di concedere ai cittadini la facoltà di rottamare i propri debiti tributari maturati fino a tutto il 2017.
Così fosse, saremo in prima linea nell’aderire a questa procedura.

ACCETTIAMO OGNI CRITICA POLITICA, MA UNA COSA NO!! E LA RESTITUIAMO DIRETTAMENTE AL MITTENTE: “ che loro sono contro i nostri interessi”.
STATE SERENI, NOI NON ABBIAMO NESSUN GENERE D’INTERESSE, NÉ PERSONALE, NÉ FAMILIARE, NÉ PROFESSIONALE. I CITTADINI SONO COSI’ INTELLIGENTI DA POTER GIUDICARE CHI AVREBBE POTUTO REALMENTE TRARRE UN PROPRIO VANTAGGIO.

Cari concittadini, lasciamo a Voi, la più grande libertà di valutare l’onestà ed i grandi sacrifici che questa Amministrazione compie giornalmente per la risoluzione di infinite problematiche. Credeteci, ovunque giriamo gli occhi c’è qualcosa da fare o da correggere.
Ora è il tempo di costruire. Questa Amministrazione, in due anni e mezzo, ha ottenuto oltre sei milioni di euro di finanziamenti per realizzare più di 12 (dodici) opere mai compiute a Lago, ed altri sono in prossimità di arrivo. Quindi, non possiamo permetterci di essere trascinati in sterili polemiche ma abbiamo ben altro a cui pensare e concentrarci.
Cara minoranza, diffondete ciò che volete, la libertà di stampa e di parola è concessa a tutti nella nostra democrazia, ci mancherebbe! Siamo consapevoli che, qualsiasi cosa faccia o dica questa Amministrazione, per voi è sempre sbagliata. Ognuno ha una sua visione per la propria città. Laddove ci sia la nostra volontà di riproporci al voto, sarà il popolo sovrano a giudicarci nel 2021, per quello che abbiamo realizzato, compiuto e per quello che lasceremo in eredità alla nostra comunità.
Concludiamo dicendo che, a noi bastava diminuire la tassa sui rifiuti anche di un solo euro per essere soddisfatti. Avremmo raggiunto, allo stesso modo, un grande obiettivo, considerato che, pochissimi comuni in Calabria ci sono riusciti.
Concittadini carissimi, vi ringraziamo dell’attenzione che ci avete riservato. Vi chiediamo scusa del disturbo. Vi preghiamo di gradire il nostro saluto assieme ai sentimenti della nostra stima e della nostra gratitudine.

Lago, 06 aprile 2019
IL SINDACO E L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LAGO

fonte notizia pagina facebook comune di Lago

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy