loading...
A+ A A-

Ho assistito ed assisto ( ahimè) a balletti circolari di lodi , quelli, cioè, dove il primo loda il secondo ingiustificatamente e solo per compiacerlo , il secondo, appena lodato, fa la stessa cosa con il terzo , e solo per evitare che gli vengano mosse contestazioni.

E poi di seguito, così che alla fine vanno via tutti felici e contenti.

La solfa è di fatto la conferma del detto francese "Tutto va ben, madama la marchesa", la frase, ironica, che vuole canzonare coloro che lodano tutto, non vedendo o fingendo di non vedere, il lato brutto delle cose.

Una solfa che trae le sue origini dal racconto con cui il servitore riferisce alla marchesa, di ritorno da un viaggio, che tutte le cose vanno bene “al di fuori di un piccolo incidente”.

L’incidente in realtà era la morte di una gazza.

La gazza era morta per aver mangiato la carne del cavallo morto

Ed il cavallo era morto per la fatica di aver portato tanti secchi d’acqua

Acqua che era servita per spegnere l’incendio della sua casa

Casa che si era incendiata dopo il suicidio del marito.

Del resto, a parte la morta della gazza, tutto andava bene.

Da allora è vietato dire la verità, anzi le verità.

Sembra non averlo capito Carlo Tansi, che ha bollato come “anime nere” figure interne negative, nello specifico mai nominate.

«È assurdo che la Regione Calabria abbia ammonito il capo della Protezione civile”

Lo afferma, in una nota, il deputato M5s Paolo Parentela, che aggiunge: «È la riprova che l'amministrazione regionale guidata da Mario Oliverio usa due pesi e due misure e fa soltanto retorica su legalità e moralità.

Chi, come Tansi, lavora, denuncia, migliora le strutture pubbliche e vigila sull'operato degli uffici viene sanzionato, mentre chi sfora o non presenta i bilanci viene premiato.

È il caso, rispettivamente, del capo della Protezione civile calabrese, cui sono solidale, e dei direttori generali delle aziende sanitarie che hanno prodotto milioni di passivo ma incassato un lauto bonus di risultato».

«Oliverio – prosegue il deputato – continui pure a fare lo gnorri a oltranza, resti in silenzio e finché dura si goda l'imponente vista dall'ultimo piano della Cittadella.

Dopo potrà cullarsi con i vitalizi da deputato e consigliere regionale, integrati dalla pensione quale collaboratore di segreteria scolastica, che a regola ha visto molto poco, dati i suoi bei lustri a palazzo».

«Intanto il governatore – conclude Parentela – lasci ancora nel caos la burocrazia regionale, consenta pure la copertura con omissis di delibere d'incarico, ignori a vita che all'Asp di Vibo Valentia i concorsi per dirigenti sono, volendo essere eufemistici, una barzelletta e prepari bene il dopo Tansi, cui a breve scadrà il mandato, magari facendosi consigliare dal suo capo di gabinetto».

Leggi tutto... 0

Continuano uno dopo l’altro i rinvenimenti in Calabria di piantagioni di canapa indiana.

Tanti da lasciar supporre che la canapa indiana stia per diventare tra le maggiori produzioni calabresi dopo olio e vino e pari alla famosa cipolla dolce.

I carabinieri del gruppo di Gioia Tauro hanno rinvenuto, in circostanze diverse, oltre 3.200 piante di canapa indiana in terreni ubicati nei Comuni di Laureana di Borrello, Rosarno, Cosoleto e Cittanova ed arrestato due persone.

In particolare, i carabinieri della compagnia di Gioia Tauro, in un terreno agricolo ubicato al confine tra i Comuni di Laureana di Borrello e Rosarno, hanno rinvenuto una maxi piantagione di canapa indiana composta da oltre 3.000 piante, della varietà olandese nana, dell’altezza media di circa 1 metro, in pieno stato vegetativo, disposte su un terrazzamento di 23 filari.

La piantagione, di difficile accesso e ben occultata tra la vegetazione circostante, era alimentata da un complesso sistema di irrigazione.

Tutte le piante rinvenute sono state distrutte mentre i campioni prelevati sono stati sequestrati e saranno successivamente trasmessi al Ris di Messina per le analisi tossicologiche del caso. i Carabinieri della compagnia di Palmi, in area boschiva della località Serro Rungi di Cosoleto, hanno tratto in arresto un 51enne di Delianuova, per coltivazione di una piantagione di canapa indiana composta da circa 200 piante, dell’altezza media di circa 1,2 metri in pieno stato vegetativo ed un peso complessivo di 2.500 kg circa.

L’uomo, sorpreso mentre era intento a curare la coltivazione mediante attrezzi agricoli e un sistema per l’irrigazione, ha tentato la fuga gettandosi in una scarpata, dove è stato poi recuperato e soccorso dai carabinieri che hanno chiesto l’intervento di personale medico per le cure del caso.

La piantagione, nascosta tra la vegetazione e raggiungibile unicamente tramite un piccolo sentiero sterrato, era suddivisa in tre differenti piazzole per essere meno visibile, anche dall’alto, in caso di controlli delle forze dell’ordine. Le piantine sono state distrutte.

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa

Gran Premio Manente i 5 Finalisti sono già al lavoro per produrre il VideoClip da presentare alla finalissima di Sabato 25 Agosto a Crucoli (KR)

 

presso il Santuario della Madonna di Manipuglia. Cinque gruppi musicali, cinque videomaker sono solo loro che hanno avuto accesso alla serata finale e che si contengono il premio Manente in assoluto anno 2018. Conosciamoli:

POMPILIO TURTORO BAND nasce con l’idea di supportare al meglio il repertorio di Pompilio Turtoro – che dal 1998 collabora come autore di testi e musiche per i Nomadi – dando una impronta decisamente più rock ai brani. Una band crotonese con la scelta dei brani che segue sempre una linea precisa: canzoni che cercano di raccontare storie mai banali. La Band è abbinata al regista, sceneggiatore e produttore cinematografico PIER LUIGI SPOSATO di Spezzano Albanese, amplia il suo punto di vista sul mondo tra i molti viaggi attraverso l'Europa, Costa Rica / America Centrale, ritorna in Italia per concludere gli studi in Tecnologie della Comunicazione a Milano, qui comincia una collaborazione per la RAI come Regista Programmista, a Roma per lavorare al suo primo lungometraggio dal titolo "Il Colore Verde della Vita", film entrato nel 2015 in concorso ai David di Donatello, a Berlino dove partorisce la sceneggiatura “Spiral Vortex " tante esperienze di alto livello. Pier Luigi Sposato è un professionista in costante movimento. Attualmente sta terminando la sua opera più sperimentale: un film sul Vangelo Apocrifo di Giuda Iscariota.

RITTANTICO dalla CAMPANIA nel Cilento nascono nel 2009, per opera di un gruppo di amici, che perseguiva gli stessi interessi musicali, e che decide di avviare un nuovo progetto di musica popolare. Dopo un breve periodo di assestamento si stabilizza la formazione definitiva e nel gennaio del 2010 viene ufficialmente fondata l'Associazione Culturale Musicale RittAntico. Il nome RittAntico sta per "detto antico", che rimanda all'obiettivo perseguito dal gruppo, fondato sulla ricerca di testi, dialetti e detti antichi della terra Cilentana e di aree limitrofe. Il gruppo diventerà, in poco tempo, rinomato e conosciutissimo in tutto il Cilento, apprezzato in tante piazze della regione Campania e oltre. Il genere musicale proposto mantiene forti connotazioni tradizionali, sia per quanto riguarda i testi, prevalentemente in dialetto Cilentano, che gli strumenti suonati, in gran parte tipici della tradizione. Le diverse contaminazioni dei componenti, provenienti da stili musicali differenti, e l'utilizzo anche di strumenti elettronici, genera un sound comunque moderno, particolarmente apprezzato anche dalle nuove generazioni. Abbinati al regista VALENTINO MANGANELLI di Novi Velia (SA) Dal 2012 - Videomaker e Fotografo freelance. Specializzato nella direzione e nella realizzazione di video musicali. Realizzazione materiale video e fotografico per aziende e privati; catalogazione prodotti, servizi per documentazione interna, pubblicità, web, reportage per riviste e di performance artistiche. Specializzato in Video per artisti, Backstage, Video aziendali, Fotografia, Reportage, Action Photography.

HèLENA 23 anni di San Lucido (CS) . Cantante/cantautrice singola che nasconde in realtà un duo nei live e nella scrittura di buona parte dei pezzi, caratterizzati dai suoni particolari (acquosi, naturali, quasi fiabeschi) a metà fra il pop, il rock melodico e l'indie, su basi elettroniche miste all'analogico. Nel 2015, dopo aver pubblicato autonomamente diversi brani fra cui Twice (con quasi 20.000 views su YT) partecipa alla 9 edizione di XFactor, nella categoria gruppi di Fedez prima e poi sola, per scelta di Skin degli Skunkanansie, nelle Under Donna fino ai Bootcamp. Lei è abbinata al regista videomaker EMANUELE GIORDANO di Cosenza Inizi da videomaker per eventi e sfilate di moda, poi fotografo ufficiale per artisti affermati come Gemitaiz, Anna Falchi. Regista e videomaker di videoclip musicali della scena hip hop Calacrew – Giovanna D’arco, Sprydo - Visigoti,Eys Godson, Monkey Masa –Maradona.

SALVATORE BRACCIO di Spilinga (VV) della LIUTERIA BSM La bottega di Liuteria BSM nasce nel Dicembre del 1994, come naturale concretizzazione di una passione. Gli strumenti prodotti sono d'impostazione tradizionale, moderna, o copie di strumenti storici ricavati da iconografie. Sono tutti realizzati con metodi artigianali utilizzando solo legni di qualità, intarsi e intagli sono lavorati a mano e la finitura fatta con metodi tradizionali. Salvatore Braccio è musicista autodidatta insieme alla moglie Monica Ruffolo e sono i fondatori della liuteria e suonatori, musicisti. Negli anni 80 ha suonato con i Liristi del Poro in Italia, Grecia, Francia e Spagna. Abbinati al videomaker tropeano SAVERIO CARACCIOLO si appassiona alla fotografia all’età si 16 anni e dopo il diploma di maturità si trasferisce a Roma per perfezionare la sua passione iscrivendosi all’Istituto Europeo di Design. Dal 2015 inizia il suo percorso per realizzare documentari e cortometraggi. Tra i suoi lavori più noti: Nera la notte che ottiene numerosi riconoscimenti in vari festival nazionali; La Ciambra ripresa da alcune testate nazionali, come Il Fatto Quotidiano e Corriere Tv nel 2017. Vince anche il Premio nazionale Raf Vallone come miglior cortometraggio. Nel 2018 il suo documentario Tizzoni di Calabria vince il primo premio al festival il folklore e il fanciullo a Sessa Aurunca (CE).

ALESSANDRO SANTACATERINA di Brancaleone (RC) è un chitarrista e polistrumentista calabrese, genere Popular music, Musica sperimentale, Musica acustica. Frequenta il biennio di chitarra classica con il Maestro F. Tornabene e composizione a Napoli sotto la guida del compositore e direttore d'orchestra Italo-statunitense Keith Goodman. È stato inizialmente allievo per diversi anni del chitarrista battente di fama nazionale Francesco Loccisano. Nel 2016 si esibisce presso gli studi sky di Padova. Dal 2017 è ospite in diversi concerti del cantautore Eugenio Bennato. Abbinato ai videomakers ARIANNA VENTURA & SIMONE MORABITO un duo giovane e stimolante. Due ragazzi, Arianna si appresta a concludere la specialistica e Simone sta per finire il primo ciclo, entrambi frequentano il Dams all’Unical. Formano un duo per partecipare al Manente, ed è lo spirito giusto con il quale giovani talentuosi corteggiano la macchina da presa facendosi ispirare dalla musica. Arianna è anche una musicista dalla Viola ora in conservatorio nella classe di piano jazz si appresta a concludere la specialistica di cinema, fotografia e performance. Simone attualmente, oltre allo studio, si occupa della regia di spot e videoclip collaborando con varie produzioni musicali e videografiche.

“Ci sembra un quintetto di tutto rispetto - commenta Giuseppe Marasco ideatore del Premio e Direttore Generale di Calabria Sona - abbiamo voluto inserire una miscellanea di suggerimenti musicali, da quelli che trattengono tradizioni attraverso strumenti musicali antichi, a quelli che con le tradizioni guardano al futuro, a chi con il cantautorato calabrese è proiettato alla scena nazionale, al rock e addirittura siamo arrivati nel Cilento trasportando qui una bella fetta di musica popolare del Sud Italia.” Anche quest’anno ci sono arrivate tantissime richieste, questo è frutto di un grande lavoro dietro al Premio Manente – ci dice Virginia Marasco direttrice artistica – e non solo, il circuito in cui il Contest è inserito, Calabria Sona, è diventato un punto di riferimento a livello Nazionale e siamo orgogliosi di questi traguardi su tutti i fronti!”

Il Gran Premio Manente, un premio unico nel suo genere, è inserito nei più grandi circuiti della musica di settore: CALABRIA SONA la vetrina nazionale della musica Made in Calabria; IT-FOLK, nella “RETE DEI FESTIVAL NAZIONALE” che nasce nel corso del MEI 2008 (meeting delle etichette indipendenti). Partner ufficiale anche per il settimo anno Video Calabria, la grande emittente che da anni è al fianco del Manente! Il Gran Premio Manente ha un respiro nazionale e internazionale ed in Calabria è diventato un appuntamento da non perdere! Allora pronti a partire con le tre tappe Verzino, Santa Severina (a breve le date) e Crucoli per una settima Edizione con le parole d’ordine #manentetuttounaltropremio e #connessi!

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy