loading...
A+ A A-

«A Catanzaro sconfitto il peggior presidente nella storia della Calabria»

 

Il presidente nazionale del Cdu Tassone esulta per la vittoria di Abramo e punzecchia Oliverio e i transfughi del centrodestra.

Dice Mario Tassone«A Sergio Abramo vanno gli auguri di buon lavoro e i complimenti per la grande affermazione.

È stato un successo strepitoso non solo per il consenso ottenuto ma anche per il significato politico che indica le prospettive per la nuova amministrazione.

Agli amici di Federazione popolare per Catanzaro vanno i sentimenti di gratitudine per l'impegno profuso e agli eletti gli auguri sinceri di buon lavoro.

 

Sono state sconfitte le Opa, le disinvolte operazioni dell'ultima ora con qualche personaggio privo di morale e di dignità.

È stato sconfitto, infine, un presidente della Regione che passerà alla storia come il peggiore in assoluto della Calabria».


È questa la conclusione non di poco conto dell'on Mario Tassone, segretario nazionale del Nuovo CDU.

Leggi tutto... 0

Gregorio Mezzatesta, è stato ucciso stamattina a colpi d'arma da fuoco in via Milano, a Catanzaro.

 

Erano le 7,55 di stamattina

Gregorio Mezzatesta, di 50 anni, era dipendente delle Ferrovie della Calabria.

Era anche il fratello di Domenico Mezzatesta, l'uomo che nel gennaio del 2013 si rese responsabile di un duplice omicidio a Decollatura per il quale è stato condannato all'ergastolo.

Parliamo di quel delitto fece particolarmente clamore scalpore perché ripreso dalle telecamere del bar in cui avvenne.

Ma la Corte di Cassazione annullò con rinvio la sentenza ed ora si è in attesa adesso di un nuovo processo.

Non si può pertanto escludere un possibile collegamento tra i due episodi.

 

Ma non si esclude alcuna pista nelle indagini, neppure quella mafiosa.

Ricordiamo anche che l’avvocato di Domenico Mezzatesta, fu Francesco Pagliuso, ucciso a Lamezia la sera del 9 agosto 2016.

Sul luogo dell’omicidio anche il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia Vincenzo Capomolla

Sul luogo del delitto sono stati trovati sei bossoli di pistola.

Un uomo, G. M., di Soveria Mannelli, di 50 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in via Milano. Sarebbe stato sparato alla testa, raggiunto dagli spari nella sua auto. Si tratta di un dipendente delle Ferrovie della Calabria. Il fatto intorno alle 7.55 di stamattina. Stava per iniziare il turno di lavoro.

Sembra che l'autore o gli autori dell'omicidio sarebbero arrivati su uno scooter, con un casco nero.

Le indagini sono condotte dai carabinieri, ma sul posto c’è anche la Mobile

Si stanno acquisendo le immagini delle telecamere della zona.

Il pm a capo delle indagini è Paolo Petrolo.

Sul posto anche la Scientifica.

Leggi tutto... 0

Chi lavora nei campi, sotto il sole, al freddo, rischiando il lavoro ed i prodotti per le avversità climatiche, non crede che chi lavora in ufficio, con i riscaldamenti d'inverno ed i climatizzatori d'estate possa capire i suoi problemi

 

Ed ancora meno crede a chi concorre a creare  queste diversità e disparità, come tanti politici che fanno parole e soltanto parole.

E così reagisce, come può. E' il senso della mobilitazione di domani 8 giugno.

Molinaro, il Presidente della Coldiretti, in un franco incontro ha illustrato ad Oliverio le motivazioni e gli aspetti organizzativi dell’iniziativa dell’8 giugno 2017 presso la Cittadella regionale

E’ confermata anzi confermatissima la mobilitazione indetta da Coldiretti Calabria e che avrà il “momento clou” nella grande iniziativa di giovedì 8 giugno p.v. alla Cittadella Regionale a Catanzaro- sede della Giunta Regionale ma che continuerà fino al raggiungimento degli obiettivi. Nel corso dell’incontro con la stampa, sono stati presentati alla Camera di Commercio di Cosenza i dettagli dei contenuti della mobilitazione e le modalità organizzative dell’ iniziativa di piazza.

Ad affiancare il presidente della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro, una squadra combattiva composta da dirigenti dell’organizzazione e da Marsio Blaiotta Presidente dell’Urbi Calabria.

“Il treno è partito già dal 28 aprile u.s., va veloce e non rallenta – ha affermato Molinaro – l’insoddisfazione e il malcontento sui territori è grande.

I numeri dell’iniziativa dell’8 giugno sono significativi: 5000 persone, circa 100 pullman, almeno 100 trattori, tanti amministratori comunali, rappresentanti delle istituzioni nazionali e regionali, associazioni culturali, di volontariato etc. e continuano a fioccare le adesioni. Coldiretti - ha continuato -in questi due anni e mezzo di presidenza Oliverio è sempre stata sul pezzo, mai fuori tempo massimo e lo testimoniano ben 65 lettere, tutte senza risposta -chiosa - che abbiamo inviato al Presidente della Regione; lettere documentate, che mai si sono caratterizzate per lamentele – non appartiene alla nostra cultura – ma che anticipando i tempi e le difficoltà che si intravedevano contenevano proposte e suggerimenti.

Peccato che siano rimaste lettera morta perché poi, i problemi e le difficoltà che oggi qualcuno rincorre si sono appalesati in tutta la loro drammaticità tanto da farci affermare coldirettiaoliveriolaregionecosìnonva.

Un lungo, dettagliato e argomentato elenco di disfunzioni e criticità quello illustrato che vanno dalla mancanza di interlocuzione politica, inefficace semplificazione amministrativa in particolare con il ruolo del Super-CAA, politiche di accesso al credito, disimpegno e perdita di risorse sulla chiusura del PSR 2006-2013 e attuazione PSR 2014-2020 sul quale fino ad oggi - sottolinea -non è stato emesso nessun decreto di finanziamento per investimenti nelle aziende

Agricole e per l’insediamento dei giovani; poi che dire dei pagamenti agli agricoltori da parte dell’organismo pagatore ARCEA con accumuli di ritardi ed inefficienze varie che in tempi non sospetti, ribadisce, avevamo segnalato; cosi come l’eradicazione delle epizozie che sta causando danni economici rilevanti al patrimonio zootecnico.

La nostra ambizione ma anche volontà precisa – continua Molinaro – è che i nostri chiari temi interessano tutti i cittadini e hanno un impatto sull’economia dei territori e per questo non ci sfugge anche una visione ampia e coerente sull’utilizzo dei Fondi Comunitari come Por, Patto per la Calabria e strategia aree interne, nonché sulle riforme degli enti strumentali per liberare risorse e anche l’approvazione di Progetti di Legge a costo zero (vedi anche cinghiali- banca della terra) che rimangano inspiegabilmente impantanati.

Anche sui Consorzi di bonifica l’attenzione è massima – conferma Molinaro – c’è un buon lavoro fatto dai dirigenti Coldiretti che amministrano i Consorzi che dal 2010 ha impresso una svolta culturale rilevante nella gestione dei Consorzi di Bonifica con una progettualità spinta e che adesso, proprio per irrobustire l’agricoltura di qualità, hanno la necessità di chiedere alla Regione il dovuto (crediti forestazione) oltre ad una serie di interventi sulle reti irrigue e impianti che sono di proprietà regionale per permetter agli agricoltori di pagare meno il servizio irriguo.

Insomma i titoli sono quelli giusti e dietro questi titoli ci sono molti dettagli importanti. “Se si fa tutto questo- ha affermato Molinaro - l’economia può crescere più rapidamente e automaticamente genera più entrate e si ha meno bisogno di cassa integrazione, sussidi di disoccupazione e altre spese sociali e quindi più lavoro e benessere.

“Dopo l’annuncio della mobilitazione da parte di Coldiretti, - riferisce – cogliamo almeno quattro aspetti incoraggianti: l’approvazione dei Piani di Classifica, la lettera di Oliverio al Ministro Martina per eliminare le disfunzioni del sistema informatico e accelerare i pagamenti di Arcea, l’incontro nel quale è stato comunicato il pagamento dell’indennità compensativa e in ultimo il lungo incontro che il Presidente Oliverio ha avuto il 22 maggio u.s. con Coldiretti e l’Urbi Calabria. A proposito dell’incontro, Molinaro riferisce che è stato molto franco e vivace, durante il quale ognuno ha esposto con chiarezza i propri punti di vista.

Il Presidente della Regione ha riconosciuto ed evidenziato il ruolo di Forza Sociale di Coldiretti che essendo la più rappresentativa Organizzazione agricola è impegnata in modo forte e costante nella proposta nell’interesse della Calabria e degli agricoltori.

Ha preso una serie di impegni sulle motivazioni alla base della mobilitazione che non si esclude possano essere da lui stesso illustrati ai partecipanti all’iniziativa regionale.

Da subito per intanto ha garantito una maggiore e costante interlocuzione politica con il Dipartimento Agricoltura mediante il suo diretto coinvolgimento e quello del Direttore Generale del Dipartimento.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy