BANNER-ALTO2
A+ A A-

vigili coronaDal 12 marzo tutto il territorio Comunale è stato interessato da un intenso lavoro di controllo da parte della Polizia Locale, indispensabile per verificare che i decreti emanati dal Governo e dalla Regione Calabria fossero applicati correttamente da cittadini, attività commerciali, imprese. 

Abbiamo raccolto tanti numeri che traducono concretamente il lavoro di tutti i nostri uffici, perché se la Polizia Municipale è la parte operativa sul territorio, molti altri uffici sono coinvolti nelle attività amministrative di predisposizione degli atti necessari. 

Per quanto riguarda i controlli ne sono stati effettuati, in totale, oltre trecento su persone e su attività produttive e commerciali. 

L’esito di questa attività ha portato a diverse sanzioni, oltre che a diverse denuncie per trasgressione delle norme anti-coronavirus, vogliamo inoltre ricordare che, per la nostra Regione, oltre alla sanzione amministrativa di 373,00 euro per i trasgressori, si applica, sulla base di quanto disposto dall Ordinanza Regionale creata appositamente, la quarantena obbligatoria di 14 gioni, per tutti coloro i quali vengono sorpresi senza motivo sul territorio. 

Il Comando di Polizia Locale a seguito di verbali ha già segnalato diverse persone per le quali è stata emessa ordinanza di quarantena dal Comune di Amantea.

Relativamente alle attività produttive e commerciali la modalità applicata è quella di effettuare per ogni attività più controlli in giorni diversi, per andare a verificare l’effettiva conformità delle misure adottate. 

Il nostro personale continua, inoltre, a garantire un presidio costante sul territorio percorrendo regolarmente tutte le strade pubbliche. 

Si tratta di misure molto forti ed eccezionali, così come eccezionali sono i dati sopra descritti, ma pensiamo che adesso sia necessario un lavoro capillare e preciso, perché solo applicando e facendo applicare le regole del governo possiamo accorciare i tempi di questa “quarantena globale”. 

Quella dei controlli è un’attività intensa e importante che ci sembrava giusto rendere nota, ma rinnoviamo l’invito a rispettare spontaneamente le regole, perché sicuramente la misura più efficace contro il coronavirus è un comportamento responsabile e collaborativo da parte di tutti noi,  e per tutti i colori quali hanno difficoltà a rispettare le regole sappiate a cosa andate incontro.

 

Leggi tutto... 0

spesaÈ stato emanato, nel pomeriggio di mercoledì 1 aprile, il relativo avviso pubblico per l’attivazione della misura urgente di solidarietà alimentare prevista dall’Ordinanza 29 marzo 2020, n. 658 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, il cosiddetto bonus alimentare.

Il Comune di Amantea mette a disposizione dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici dell’emergenza Covid-19 e di coloro che si trovano in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, con priorità per coloro che non sono assegnatari di sostegno pubblico, buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali che saranno individuati nell’elenco pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Amantea, nei prossimi giorni.

I buoni spesa hanno un importo variabile da 200 a 600 euro, in base al numero dei componenti del nucleo familiare, e sono erogati in un’unica soluzione non ripetibile.

Per accedere al buono spesa suddetto i nuclei familiari, residenti nel territorio comunale, che si trovano in condizioni di difficoltà economica per la riduzione o azzeramento del reddito disponibile conseguente a interruzione o perdita dell’attività lavorativa dovranno presentare la domanda, compilando il modello scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Amantea al link:

http://comuneamantea.gov.it/istanza-di-partecipazione-alla-concessione-del-buono-spesa-di-cui-allo-c-d-p-c-n658-n658-del-29-03-2020-scadenza-07-aprile-2020/?fbclid=IwAR3t2gsPYmcQdthdnxnhRPzsNEPq64JW7aH2fckyr5mVSsAiHHdgrJrDAUI

Leggi tutto... 0

SANTELLI-2Preg.mo Presidente On. Santelli,

In qualità di Presidente degli Odontoiatri dell’Ordine di Cosenza, Organo ausiliario dello Stato, mi rivolgo a Le,i quale massima autorità Regionale,  dopo che l’inchiesta di ieri sera, condotta dalla trasmissione di Report, ha messo a nudo le criticità della nostra Regione che paga lo scotto di una responsabilità politica che ha concesso un commissariamento della Sanità durato ben dieci anni. Dirigenti  ai quali, chi per sua stessa ammissione di incompetenza , chi per  palese confusione, è stato affidato l’incarico  di gestire l’emergenza di una epidemia che, malauguratamente dovesse investire la nostra regione nelle proporzioni in cui si è  manifestata al nord , determinerebbe una catastrofe. Dopo le denunce di Report  le nostre paure sono maggiori e, alla legittima preoccupazione, si unisce l’indignazione per il fatto che la vita dei cittadini , la nostra vita, è affidata a persone impreparate non solo tecnicamente , ma anche dal punto di vista della comunicazione. Viene spontaneo chiedersi : in mano a chi siamo? Nell’intervista c’è chi afferma che l’ospedale di Castrovillari non era centro covid, per poi essere smentito dal giornalista che gli mostra un documento a sua firma che indica Castrovillari centro covid; tende triage posizionate senza criteri che si sfasciano al vento, ecc. Insomma, un’emergenza così grave, che si sta irresponsabilmente sottovalutando; cose da pazzi!!!! Anche il capo della protezione civile, intervistato, nominato responsabile dell’emergenza con pieni poteri, deputato a comprare tutti i respiratori necessari, dichiara  “sorridente” che deve gestire altre emergenze e di non capire nulla di sanità.  Ma cosa c’è da ridere? Forse non ha ben compreso cosa può accadere da un momento all’altro? Dovremmo essere tutti indignati, reagire ad uno stato di precarietà dove siamo stati costretti da dieci anni di commissariamento della sanità durante i quali si sono succeduti, nella gestione, personaggi indicati dalla politica, strapagati, i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. E i medici, in tutto questo tempo, sono stati si mortificati, ma hanno anche la responsabilità di aver subito passivamente senza mai alzare la testa, senza mai ribellarsi a questo stato di cose.  Da medico, da componente il Consiglio dell’Ordine, da Presidente degli odontoiatri non riesco ad assistere indifferente a questa vergogna, mentre i nostri colleghi ospedalieri, gli infermieri e tutto il personale paramedico in prima linea, privi dei dispositivi di sicurezza, vengono lasciati esposti al contagio. È troppo grande il rischio che stiamo correndo ed è il momento di far sentire forte l’orgoglio di essere medici rivendicando un ruolo da protagonisti nella gestione di questa emergenza, prima che sia troppo tardi. Qui si sta giocando sulla pelle dei calabresi. Mi rivolgo a Lei Presidente Santelli che, intervistata a Report, ha lasciato intendere chiaramente di essersi trovata in una tempesta che però deve governare e saper governare. Lei Presidente Santelli ha in questo momento la responsabilità di decidere, ma ha anche una grande opportunità! Lei deve avere il coraggio di utilizzare tutti i poteri che le sono affidati, creare immediatamente una unità di crisi costituita da medici, gente del settore, ai quali affidare l’organizzazione di una emergenza  senza precedenti. Deve, con una azione eclatante, rimuovere gli incapaci e ridare in mano ai tecnici medici la responsabilità della sanità calabrese, prima che sia troppo tardi. E per prima cosa, senza ulteriori indugi,  bisogna rifornire medici e paramedici delle protezioni necessarie che li mettano nelle condizioni di lavorare in sicurezza. Se si ammalano loro, mi chiedo e le chiedo, chi ci curerà? Qui si tratta della vita di tutti noi e se non si comprende questo e non si fa presto, non si potranno accampare scuse, ma rimarrà solo il rimorso e la responsabilità di non aver avuto il coraggio di decidere, mentre ai cittadini non rimarrà altro che affidarsi al nostro Santo Francesco di PAOLA.

Noi ci siamo!!! Cordiali saluti e buon lavoro

                                                           Dr. Giuseppe Guarnieri

                                                     Presidente Albo Odontoiatri

                                                        provincia di Cosenza

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy