loading...
A+ A A-

unipartito il conto alla rovescia, il prossimo 14 e 15 maggio ci saranno le elezioni studentesche, per il rinnovo di tutti gli organi di rappresentanza. L’associazione Sviluppo Universitario è scesa in campo al fianco della lista #Noi, con la stessa tenacia e sempre dalla stessa parte: quella degli studenti. I candidati, capitanati dalla candidata al C.U.S. Anna Pia Tedesco, nonché vicepresidente della stessa, sono un’esplosione di voglia di fare. In occasione di questa importante tornata elettorale il direttivo di Sviluppo Universitario e il presidente Giulio Curcio Terremoto (ex rappresentante degli studenti) ha deciso di valorizzare Antonio Antolino, promuovendolo da consigliere a Vicepresidente. “La carica di vicepresidente è attestato di stima e riconoscimento per il lavoro svolto e, tutto questo, mi riempie d’orgoglio”. Esordisce così Antolino impaziente di mettersi al lavoro per gli studenti. Da poche ore sono pubbliche le liste provvisorie e molti ragazzi di Sviluppo Universitario sono in queste. “Il DESF merita di essere riconosciuto come eccellenza non solo tra i dipartimenti del nostro ateneo. Gli studenti iscritti lo meritano. Ho deciso di candidarmi, con la lista #Noi perché credo che gli studenti abbiamo bisogno di rappresentanti propositivi e responsabili, ambiziosi ma pragmatici. Se dovessi essere eletto farò tutto ciò che è in mio potere, per garantire agli studenti non un percorso di studi più semplice ma tutte le opportunità che meritano". Chiude così Antonio Antolino raccomandando a tutti di fare, il 14 e il 15 maggio, una scelta responsabile.

Leggi tutto... 0

Rom o romeni mandateli in Romania.

I poliziotti della squadra volante della Questua di Cosenza hanno tratto in arresto in flagranza di reato di tentato furto aggravato continuato in abitazione, resistenza, violenza e lesioni a P.U., T.L., cittadino romeno di anni 49.

 

In particolare perveniva all’utenza 113 una chiamata da parte di un cittadino che riferiva di una persona intenta a forzare la porta di ingresso della sua abitazione sita in questo Centro.

Giunti immediatamente sul posto gli agenti constatavano che l’arrestato aveva già tentato di entrare in un’altra abitazione sita lì vicino ma senza risultati.

Dalle testimonianze rese dalle vittime dei tentati furti si aveva modo di avere una descrizione dettagliata dell’autore del reato il quale, nonostante cercasse di dileguarsi dandosi a precipitosa fuga, veniva subito rintracciato e bloccato con non poche difficoltà.

Lo stesso, infatti, reagiva con violenza all’arresto con calci, sputi e  minacce nei confronti degli operatori; atteggiamento che manteneva anche dopo essere stato condotto in Questura.

Avvisato dell’accaduto il P.M. d turno disponeva che il predetto T.L. venisse trattenuto in attesa del processo per direttissima.

Ma se abbiamo già i nostri ladri davvero abbiamo bisogno anche di quelli che vengono da fuori Italia?

Leggi tutto... 0

ferri del mestiere-2Tre le persone denunciate anche il proprietario di un capannone, all’interno del quale i carabinieri hanno rinvenuto numerosi attrezzi da scasso e 12 centraline elettroniche per avviare auto e camion di varie marche

.TORANO – Ricettazione e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Queste le accuse con cui sono state denunciati tre cosentini (un 37enne, un 31enne e un 45enne) già noti alle Forze dell’Ordine. I fatti risalgono a sabato notte quanto i carabinieri della stazione di Torano Castello nel corso di un servizio di controllo del territorio, transitando nei pressi della zona industriale di contrada Cutura nel comune di Torano Castello, notavano le luci accese all’interno di un capannone. Giunti nel fabbricato i militari si trovavano di fronte il proprietario, che giustificava la sua presenza sul posto poiché allertato di un falso allarme segnalato dal sistema antintrusione. I carabinieri, insospettivi, decidevano di effettuare un controllo approfondito nel capannone dove notavano la presenza di altre due persone. Una si era nascosta nel soppalco, mentre l’altra si era accovacciata all’interno di un’autovettura con il motore ancora caldo che faceva finta di dormire.

Nascosto nel capannone i militari rinvenivano un borsello contenente numerosi attrezzi da scasso e 12 centraline elettroniche per l’avviamento di auto e camion di varie marche e utilizzate dai ladri più esperti per mettere in moto le auto nel più breve tempo possibile. Il titolare del capannone, dapprima dichiarava ai militari  di non conoscere i due soggetti dopodiché, messo alle strette dagli operanti, i quali nel corso dell’ispezione ai locali non avevano rilevato alcun segno di effrazione alle porte e alle finestre ed inoltre avevano rinvenuto un telecomando del cancello di ingresso nelle tasche del 31enne, alla fine ammetteva di conoscere i due. I tre, accompagnati presso la Compagnia Carabinieri di Rende per gli accertamenti del caso, al temine delle formalità di rito sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Cosenza, mentre il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Questo ha consentito di prevenire ulteriori furti di autovetture nell’area urbana, fenomeno criminale contrastato con determinazione dai militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza che già, nel mese di novembre 2018, nel corso dell’indagine “Scacco al Cavallo” hanno tratto in arresto 18 persone per i reati di furti di auto e successive estorsioni con il metodo del cavallo di ritorno.

Leggi tutto... 0
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy