BANNER-ALTO2
A+ A A-

Sede Centro per limpiego CosenzaCOSENZA, 31 AGOSTO 2021 - Il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, interviene sulla problematica relativa al Centro per l’Impiego di Cosenza.

“È chiuso ormai da cinque mesi, per carenze strutturali, il Centro per l’Impiego di Cosenza, il più grande della Regione Calabria, con un bacino di competenza di oltre 300 mila abitanti, che serve ben 52 comuni. Non si può che esprimere solidarietà ai dipendenti che in questa fase stanno continuando a garantire i numerosi servizi da remoto con professionalità e dedizione.

Tale situazione incresciosa – afferma il presidente Iacucci – ricade soprattutto sui numerosi utenti e disoccupati che si rivolgono al Centro per l’impiego, unico punto di riferimento per gli adempimenti e le politiche attive.

La mancanza di una sede fisica comporta un’interruzione del servizio di sportello al pubblico, anche nel momento in cui, con l’attenuarsi della pandemia, sarebbe stato possibile ripristinare parzialmente il ricevimento dell’utenza”.

“Inoltre, conosco bene il potenziale del Centro per l’Impiego di Cosenza e l’importanza che riveste tale istituzione nel territorio, essendo stato fino a luglio del 2018 alle competenze della nostra Provincia.

Mi farò carico di interloquire, il prima possibile, con le varie istituzioni al fine di fornire – sostiene Franco Iacucci - una sede dignitosa in grado di assicurare l’immediata fruibilità alla numerosa utenza e a gratificare il lavoro instancabile e professionale di tutti i dipendenti che giornalmente garantiscono i servizi del Centro per l’Impiego di Cosenza”.

Qualche giorno fa è stato approvato il Piano regionale straordinario di Potenziamento dei Centri per l’impiego e delle Politiche attive del lavoro della Regione Calabria che mira a migliorare i servizi per l’impiego, sia in merito ad un incremento dell’organico in dotazione, sia per quanto riguarda l’ammodernamento delle sedi operative.

“A tal proposito – conclude il presidente della Provincia di Cosenza - si garantirà la massima vigilanza e collaborazione affinché il Piano di potenziamento venga realizzato in toto e senza ritardi, restituendo al territorio, nei tempi più rapidi, una nuova sede per il Centro per l’Impiego di Cosenza”.

Leggi tutto... 0

comune di amanteaIn concomitanza con le elezioni regionali in Calabria si terranno a Cosenza il prossimo 3 e 4 ottobre anche le elezioni amministrative per eleggere il Consiglio Comunale e il Sindaco. Tutti vogliono diventare Sindaco. E’ un destino irrefrenabile. Ma questi signori che si sono autocandidati davvero vogliono tanto bene alla nobile città di Cosenza da sacrificare il loro lavoro? Ma davvero conoscono il compito che l’aspetta? Parlano di tutto e di più. Delle strade che fanno schifo. Dell’acqua che non arriva nelle case dei cittadini. Del traffico caotico. Dell’inquinamento dell’aria. Dell’ospedale dell’Annunziata dove i ricoverati sono costretti per diversi giorni a stare seduti su sedie sgangherate nel Pronto Soccorso. Dei rifiuti nauseabondi che per giorni vengono lasciati davanti ai palazzi cittadini. Dei parcheggi che mancano. E del Centro Storico? Ne parlano a iosa. Ma poi ad elezioni terminate nessuno ne parlerà e nessuno affronterà i veri e i gravi problemi dei cosentini. Fino a quando c’erano i grandi partiti politici i candidati Sindaco venivano scelti dai consiglieri eletti. Ora si autocandidano. E così abbiamo una caterva di papabili candidati a Sindaco: Franz Caruso, Marco Ambrogio, Bianca Rende, FrancoPichierri, Giacomo Mancini , Sergio Nucci, Francesco de Cicco, Pietro Tarasi, Valerio Formisani,, Massimo Misiti. E mettiamoci, perché no, anche l’ex Sindaco Salvatore Perugini e i candidati a Sindaco della scorsa tornata elettorale Guccione e Paolini. E poi avremo, come al solito, un fiorire di liste civiche. In ogni condominio un candidato consigliere comunale. Ma davvero tutti si candidano per passione e per dovere civico? Sindaci, Assessori, Consiglieri percepiscono uno stipendio variabile in base alla dimensione del Comune.. Maggiori sono gli abitanti, più alta sarà la retribuzione. Nei piccoli comuni lo stipendio del Sindaco è di Euro 1290, a Cosenza intorno a Euro 4130. Quattromila euro non sono bruscolini. Fanno gola a molti. Avere uno stipendio assicurato ogni mese per 5 anni non è poco.

Leggi tutto... 0

Spazzatura  davanti al portone di casaOggi 12 luglio 2021 le vie, le strade, i marciapiedi, gli angoli delle case della città di Cosenza, e siamo in piena estate, sono invasi dalla spazzatura. Gli abitanti dei palazzi che abitano ai primi piani sono costretti a tenere chiusi balconi e finestre. L’odore nauseabondo che emana dai cumuli di immondizia è veramente insopportabile. E le temperature elevate di questi ultimi giorni hanno accentuato la gravità della situazione. Di giorno si son viste colonie di topi banchettare tra i rifiuti e di notte alcuni abitanti han detto di aver visto finanche alcuni animali più grossi e pericolosi. Al momento, secondo quanto han scritto i giornali locali, tutti gli impianti di discarica sono saturi e quindi l’emergenza rifiuti continuerà a destare serie preoccupazioni. Alcuni consiglieri regionali e Deputati si son fatti sentire, si avvicinano le elezioni. Ma la responsabilità non è solo dell’Amministrazione Comunale o della Regione Calabria che non riesce a costruire inceneritori. E’ Anche nostra, dei cittadini ,colpevoli di depositare rifiuti ovunque in modo indiscriminato.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

I Racconti

Meteo - Cosenza

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy