BANNER-ALTO2
A+ A A-

Roccella Ionica. Questa mattina prima dell’alba una barca a vela con bandiera tedesca, presumibilmente rubata, confusasi con le numerose barche presenti nel tratto di mare per la stagione estiva, è riuscita a giungere e incagliarsi a pochi metri dalla spiaggia nei pressi di Roccella Jonica,

 

in provincia di Reggio Calabria, sbarcando decine di migranti: finora le forze dell'ordine ne hanno rintracciati 42.

Un pescatore ha dato l’allarme attorno alle 8 e i finanzieri sono immediatamente intervenuti, in mare con una motovedetta e a terra con varie pattuglie.

Mentre la motovedetta recuperava l’imbarcazione ormai vuota, i militari a terra hanno individuato due sospetti di nazionalità russa che cercavano di fuggire.

Sono stati rintracciati dai finanzieri e dalle altre forze dell’ordine 42 migranti (32 adulti, 4 donne e 6 minori) condotti alle strutture di accoglienza.

Due persone di nazionalità russa sono state arrestate dalla Guardia di finanza con l’accusa di essere stati gli scafisti della sbarco di migranti.

I due arresti sono stati eseguiti dai finanzieri del Roan, il Reparto operativo aeronavale di Vibo Valentia, che ha individuato i presunti scafisti mentre, dopo lo sbarco dei migranti, cercavano di raggiungere a piedi la statale 106 jonica.

Calabria Lun, 22/07/2019 - 11:34

Leggi tutto... 0

Si terrà nei giorni 27 e 28 luglio un doppio appuntamento sulla “Questione Meridionale” da portare a Bruxelles.

I luoghi dell’incontro saranno Villa Caristo a Stignano ed il Museo delle Ferriere a Pazzano.

Il doppio evento è organizzato dalle meridionaliste Rosella Cerra e Cinzia Lamberti insieme a Pino Aprile, giornalista e scrittore nonché fondatore del Progetto “Popolo delle Formiche e i nuovi Mirmidoni”.

In occasione delle ultime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo il “Popolo delle Formiche e i nuovi Mirmidoni” (movimento fondato dal giornalista Pino Aprile) ha lanciato un appello ai candidati con il quale si chiede di portare la Questione Meridionale in Europa.

Nello specifico si propone la costituzione di “una Commissione d'inchiesta europea sul divario di Stato (infrastrutture, servizi sociali, diritti: dalla scuola alla salute...) fra Nord e Sud, e che leggi e norme costituzionali a tutela della salute valgano allo stesso modo a Nord e a Sud”

Parleremo dei contenuti stessi della petizione con i temi da portare a Bruxelles ed alcune proposte in due incontri pubblici con gli europarlamentari del M5S Isabella Adinolfi, Rosa D’Amato e lo stesso Pino Aprile sabato e domenica 27/28 luglio, in Calabria, presso Villa Caristo, in Contrada Scinà a Stignano RC ed il Museo della Cultura Mineraria a Pazzano (RC)

PROGRAMMA

Sabato 27 nel ore 18.00, presso la location di Villa Caristo.

L’introduzione sarà a cura di Rosella Cerra, Promotrice dell’evento, mentre i saluti saranno del neo-sindaco di Stignano Pino Trono;

Di seguito interverranno: Pino Aprile - Fondatore Progetto; Isabella Adinolfi - Europarlamentare del M5S;

Rosa D’Amato - Europarlamentare del M5S;

Vittorio Daniele – Prof. di Economia Politica Università Magna Grecia di Cz;

Alfredo Fulco – Scrittore; Arrigo Lagazzo – Architetto.

Modererà Michele Albanese - Giornalista del Quotidiano del Sud; le conclusioni saranno affidate ad Angela Robbe – Assessore al Lavoro e Welfare Regione Calabria.

Continueranno i lavori Domenica 28 ore 10.00, presso la sede del Museo della Cultura Mineraria nel Comune di Pazzano, inserito nel contesto dell’Ecomuseo di delle Ferriere di Calabria.

Introdurrà Cinzia Lamberti, Promotrice dell’Evento. Seguiranno i saluti del Sindaco di Pazzano Sandro Taverniti. Interverranno nuovamente Pino Aprile - Fondatore Progetto, e le Europarlamentare del M5S Isabella Adinolfi e Rosa D’Amato. Seguiranno Danilo Franco – Esperto di Archeologia Industriale; Santo Gioffrè – Scrittore, e Fiore Marro – Presidente Comitato Due Sicilie.

Modererà Giorgio Metastasio - Giornalista del Quotidiano del Sud. Le conclusioni saranno affidate a Nicola Irto – Presidente Consiglio Regionale Calabria.

Nel pomeriggio vi sarà l’inaugurazione della mostra fotografica presso la sede del museo con il patrocinio del Comune di Pazzano “Volti, scorci e paesaggi della vallata dello Stilaro”.

Leggi tutto... 0

Reggio Calabria. L’ex assessore ai Lavori pubblici del Comune, Angela Marcianò, é stata condannata ad un anno di reclusione (pena sospesa) con l’accusa di abuso d’ufficio e falso ideologico

 

 

 

 

La sentenza é stata emessa dal Gup di Reggio Calabria, Giovanna Sergi, a conclusione del processo col rito abbreviato.

La vicenda giudiziaria in cui é stata coinvolta l’ex assessore Marcianò riguarda l’affidamento in gestione dell’ex albergo Miramare, immobile storico di proprietà del Comune di Reggio Calabria, ad un imprenditore privato.

La pubblica accusa, rappresentata in aula dal pm Walter Ignazitto, aveva richiesto per la Marcianò la condanna a dieci mesi di reclusione.

Nella stessa vicenda sono coinvolti il sindaco, Giuseppe Falcomatà; il vice sindaco Armando Neri; gli assessori Armando Muraca, Giuseppe Marino, Nino Zimbalatti e Saverio Anghelone; il segretario generale del Comune Giovanna Acquaviva; l’ex assessore all’Urbanistica Agata Quattrone e le dirigenti comunali Patrizia Nardi e Luisa Spanò.

Per loro, che hanno scelto il rito ordinario ed ai quali vengono contestati gli stessi reati per i quali era imputata Angela Marcianò, il processo é stato fissato per il prossimo mese di settembre.

L’inchiesta era partita dall’affidamento da parte dell’Amministrazione comunale dell’immobile che ospitava un tempo l’albergo Miramare all’imprenditore Paolo Zagarella, ritenuto uno dei sostenitori elettorali del sindaco Giuseppe Falcomatà.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy