BANNER-ALTO2
A+ A A-

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Parte la raccolta Porta a Porta. Una scommessa da vincere!

Sabato, 05 Ottobre 2013 22:23 Pubblicato in Cronaca

Abbiamo dato la notizia della vittoria del Comune di Amantea contro la regione Calabria nel processo per la revoca del finanziamento del Porta a Porta, sollevando le ira di chi si è ormai collocato sul pulpito da cui ammannisce i suoi sermoni e le sue omelie.

Un processo voluto fortemente dall’assessore Sergio tempo che stasera il sindaco FF Michele Vadacchino ha voluto ringraziare pubblicamente.

E stasera si è potuto tenere la presentazione della avvenuta partenza del Porta a Porta grazie a questa vittoria cercata e voluta con forza

Non sappiamo se la città risponderà con quello stile che ogni tanto le si deve riconoscere, né se davvero la Polizia Municipale dimenticherà i photored per concentrarsi sulla vigilanza in materia ambientale, né se la politica stasera presente in forze continuerà ad essere espressivamente vicina ad un obiettivo fortemente impegnativo

Una cosa sembra certa e cioè che Amantea dal Porta a Porta avrà grandissimi benefici quali il miglioramento della propria immagine dovuto alla eliminazione dei vergognosi cassonetti , la forte riduzione di zanzare, mosche, ratti, gatti e cani.

Ed è ovvio che se ci sarà un fallimento od un successo, fallimento o successo sarà per tutti gli attori di questa esperienza.

Presenti il sindaco FF Michele Vadacchino che ha voluto condividere il probabile successo del Porta a Porta con tutti ( ha ringraziato, come detto , Sergio Tempo, Pasquale Ruggiero, Sante Mazzei, i tecnici progettisti e responsabili) compresi i giovani che stanno portando nelle case degli amanteani le necessarie informazioni , dialogando con la gente.

Erano anche presenti Monica Sabatino, presidente del consiglio, i consiglieri Gianfranco Suriano, Vincenzo Pugliano, Biagio Miraglia e Marcello Socievole. Mancavano Tonino Carratelli, Sergio Tempo e Luciano cappelli

Ha preso poi la parola Pasquale Ruggiero, coniglioere comunale con delega alle politiche ambientali, e di seguito il progettista ingegnere Raffaele Russo.

La conferenza è stata condotta da Tonino Chiappetta.

La conferenza è stata radiotrasmessa da Amantea radio net

Sono intervenuti il giornalista Ernesto Pastore della Gazzetta del Sud e Giuseppe Marchese per Tirrenonews ponendo alcune domande a tecnici e politici.

Un addio sottotono, quasi triste, nascosto in una piccola cerimonia di commiato alla quale viene invitata a partecipare la comunità parrocchiale .

Una cerimonia presso la casa canonica di Fiumefreddo marina che si svolgerà domani domenica 6 ottobre alle ore 19.00

E poi in piccolo l’avviso di un rinfresco al quale si chiede di aderire preparando qualcosa

Noi siamo certi che saranno comunque in tanti ad offrire a don Mauro il saluto dovuto a chi ha ben operato al punto da sollecitare le manifestazioni di centinaia di giovani che con la loro fiaccolata hanno tentato di fermare una Chiesa che non sempre ascolta il suo popolo, una Chiesa che premia ma anche sanziona e punisce, una chiesa che in certi casi non invoca e non applica il perdono, una chiesa in cui i parroci sono numeri non persone.

La vita (religiosa si intende) continuerà nel piccolo paesino di Fiumefreddo Bruziio, ma qualcosa resterà nel cuore di tanti giovani e nella loro mente. Poi come è umano dimenticheranno e la Chiesa avrà mostrato la sua potenza in terra.

La situazione finanziaria di Paola era ed è talmente evidente che non si può sfuggire a qualche amara riflessione.

Una la fa Cambia Paola con una sua nota stampa sul mancato pagamento degli scrutatori:

“Scrutatori non pagati: Il Comune lascia, anzi raddoppia. Arrivano i decreti ingiuntivi.

Se l'amministrazione, anzichè tentare una puerile prova di forza, avesse ascoltato i cittadini e le forze politiche che, come Cambia Paola, chiedevano il pagamento degli scrutatori, adesso non andrebbe incontro al raddoppio del debito dovuto alle spese legali. E' vero che, finchè durerà il dissesto, questi crediti non potranno essere riscossi. Ma perchè fare di tutto per aumentare il passivo? La buona amministrazione prevede che i debiti si paghino in ordine di maturazione. E allora perchè, da mesi, il Comune si inventa sempre nuove occasioni di spesa, "dimenticando" gli scrutatori, i lavoratori di Lofram, Ecopa, Agorà e Cooperativa San Francesco? Perchè invece di aumentare a dismisura gli incarichi di consulenza esterna non mette mano al portafoglio per pagare puntualmente i dipendenti del municipio e per consentire ai bambini della scuola elementare di Baracche di mangiare nella loro sala mensa i pasti caldi cui hanno diritto? Davvero al Sant'Agostino pensano di aver esaurito il loro compito verso l'infanzia installando quattro giostrine al lungomare e gridando per un mese "W i bambini"? La casistica è ormai talmente ampia che non è più possibile parlare di inesperienza, incapacità o sfortuna: questi il Comune lo vogliono sfasciare deliberatamente! La giunta Perrotta è riuscita ad accumulare otto milioni di debiti. Di altri, proprio, non se ne sente il bisogno”.

La colpa è di uno Stato che non fa mai pagare ai politici ed ai tecnici i costi delle loro cattive gestioni economiche . Già ma se il primo cattivo pagatore è proprio lo Stato!

BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy