BANNER-ALTO2
A+ A A-

Se la SS106 è la strada della morte, la SS18 non sembra da meno.

 

La diffrenza è quella che la ionica riceve la massima attenzione da parte degli organi di stampa, della politica e dell’Anas , diversamente dalla SS18.

Un altro incidente mortale nella bruttissima galleria di San Lucido dove i lavori di manutenzione erano finiti da poco.

Morto un uomo di 64 anni di Falconara Albanese, tale L. C. che viaggiava come passeggero in una Ford Fiesta .

Uno scontro frontale tra la Ford ed un carro attrezzi che trasportava un altro mezzo rimasto in panne, la ragione del decesso.

 

Immediati i soccorsi sanitari che si limitavano a registrare il decesso ed a soccorrere un altro passeggero rimasto ferito.

Altrettanto immediati gli interventi delle Forze dell’ordine per effettuare le indagini e gli accertamenti miranti a comprendere la ratio dell’incidente.

Sul posto anche il personale dell’Anas.

Pubblicato in Paola

E’ sera.

Una donna di sessanta anni, tale E.C. nei pressi dell'incrocio tra la statale 18 e la statale 107 (la strada che porta a Cosenza), attraversa la ss18 nei pressi di Paola

 

Deve ritornare a casa.

La zona è scarsamente illuminata.

Ed un’auto in transito sulla ss18 la travolge.

 

L’autista si ferma e la soccorre, ma non c’è più niente da fare

Il colpo è stato mortale.

L’uomo ha allertato i soccorsi ma inutilmente.

 

Il tratto della strada statale 18 “Tirrena Inferiore” è stato provvisoriamente chiuso al traffico.

Sul posto è presente personale di Anas, delle Forze dell’ordine e del 118 per effettuare i rilievi del caso e ripristinare al più presto le normali condizioni di viabilità.

Pubblicato in Basso Tirreno

Sono le 11.30 di oggi 30 ottobre e sulla SS18 nel tratto fra Paola e Fuscaldo, piove e la strada è bagnata e scivolosa.

 

Francesco Cupello, 68 anni, da Fuscaldo viaggia a bordo di una Citroen C3.

 

Per ragioni ignote l’auto impatta con una Peugeot 208 e una Mercedes Classe A.

Non si esclude che la causa primaria sia stata la forte pioggia.

Siamo nei pressi del bivio sud di Fuscaldo.

Sembra che una delle vetture coinvolte si sarebbe capovolta e si sarebbe fermata la centro della carteggiata

Impossibile per le altre auto evitarla.

 

L'impatto è stato davvero violento. Francesco Cupello ha perso la vita ed il corpo è stato trasportato poi all'obitorio dell'ospedale di Cetraro.

La sua Citroen C3 è rimasta adagiata al guardrail ed il suo corpo sarebbe stato estratto con fatica dalla vettura.

Le altre due persone sono rimaste ferite ma non sarebbero in pericolo di vita.

 

Sul luogo dell’incidente è intervenuto il 118, le forze dell'ordine ed il personale dell’Anas.

Due le persone ferite che, per fortuna, non avrebbero riscontrato forti lesioni.

Il traffico è rimasto interrotto per oltre un’ora e mezza.

Pubblicato in Alto Tirreno

Le numerose vicende di alluvioni che stanno interessando l’Italia e la Calabria sta facendo dimenticare il problema irrisolto da sette anni del ponte della SS18 sul Savuto.

 

Almeno questa è l’impressione degli abitanti delle due sponde che da tempo non riescono a parlarsi se non per telefono e che pur vedendosi non riescono a stringersi la mano se non attraversando il fiume( quando non è in piena) o facendo in auto più di 30 km.

Non pochi per chi abita a nord del fiume ed ha i terreni a sud o, viceversa, per chi ha il gregge a sud ed i terreni dei pascoli a nord.

 

E senza dimenticare la difficoltà di collegamento tra di essi di interi paesi e la difficoltà di raggiungere l’aeroporto di Lamezia , l’ospedale di Lamezia, gli uffici della regione e soprattutto l’autostrada.

E non solo.

 

Il problema ancora più serio è che la Statale 18 residua , quella cioè che transita a lato del mar Tirreno, nella parte a sud del porto di Amantea , è fortemente a rischio di tenuta.

Esiste cioè il rischio che il traffico si interrompa per via delle mareggiate o che il rilevato venga parzialmente distrutto da una forte mareggiata.

Ed allora lo storico percorso della primigenia SS18 che attraversava il ponte crollato appare ancora di più indispensabile.

Una consapevolezza che è anche degli amministratori locali .

Ma allora perché non si pone mano alla ricostruzione del ponte sul Savuto?.

In questa ottica il comitato per la ricostruzione del ponte guidato da Giuseppe Ruperto ha inoltrato una nota a SE il Prefetto di Catanzaro, al governatore della Calabria Mario Oliverio ed al presidente della provincia di Catanzaro Enzo Bruno chiedendo un urgente incontro.

Pubblicato in Lamezia Terme

autoveloXIl comando di Polizia Municipale, guidato da Emilio Caruso, ha ufficializzato il calendario degli orari in cui sul comprensorio amanteano sarà attivo l’autovelox.

A partire dal prossimo 23 settembre, infatti, i vigili urbani presidieranno la Ss 18 all’altezza di località Aquicella, montando le apparecchiature idonee al rilevamento della velocità dei veicoli in transito. Una misura in qualche modo attesa ed anche auspicata, considerando le alte velocità che spesso si verificano in quel tratto, teatro in passato di incidenti e sinistri purtroppo gravi.

«Avviando questa operazione – spiega lo stesso Caruso – rispondiamo alle numerose istanze che sono giunte dai residenti della località situata all’ingresso del lato Nord di Amantea. Acquicella è una contrada molto rilevante dal punto di vista demografico e non presenta, purtroppo, itinerari alternativi alla Ss 18. Chi ha esigenza di spostarsi verso il centro della città non può fare altro che utilizzare la Statale e in alcuni casi la visibilità per l’immissione dei mezzi è davvero ridotta. È bene ricordare, inoltre, che la litorale tirrenica in quel tratto corre in rettilineo: una circostanza che di certo non incita gli automobilisti a rallentare, nonostante sia vigente il limite di velocità derivante dall’attraversamento di un centro urbano. Per risolvere questa situazione, di concerto con l’autorità amministrativa, abbiamo varato un programma che prevede la presenza dell’autovelox a partire dal prossimo 23 settembre. Mercoledì la pattuglia della Municipale sarà operativa dalle 14 alle 18; sabato dalle 10 alle 18 e il lunedì successivo dalle 14 alle 18».

Comunicando gli orari in cui l’autovelox sarà attivo il comando di Polizia Municipale ha ottemperato anche a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare dalla circolare del Ministero dell’interno numero 10307 del 14 agosto 2009 che regola il funzionamento di questo tipo di impianto. Gli aggiornamenti relative alle modifiche del calendario verranno tempestivamente comunicate, utilizzando anche gli spazi ufficiali online a disposizione dell’ente.

«L’obiettivo principale – conclude Caruso – è di educare chi guida al rispetto della segnaletica, evitando il transito dei mezzi a velocità troppo sostenuta. Siamo altresì convinti che l’adozione di questa misura permetta di risolvere, almeno in parte, le problematiche viarie di località Acquicella, facilitando quanto meno l’immissione dei veicoli sulla Statale tirrenica. Il comando dei Vigili Urbani, chiaramente, è a disposizione degli utenti per ogni genere di informazione specifica sull’argomento».

Comunicato comune di Amantea

Pubblicato in Primo Piano

L’Anas comunica con una nota che “per permettere ad una Società di telefonia di effettuare lavori per la sostituzione di alcuni cavi, esclusiva mente tra le 7.00 e le 17.00 di domani, martedì 15 settembre, sulla strada statale 18 "Tirrena Inferiore" sarà chiuso il tratto compreso tra il km 345,800 e il km 348,700, ad Amantea”.

 

“I veicoli in direzione sud (Cosenza - Reggio Calabria) verranno deviati lungo la ex SS18 (vecchia sede, strada comunale Loc. Tonnara) e viceversa per la direzione nord (Salerno).

 

In corrispondenza del cantiere vigerà il limite di velocità di 30km/h ed il divieto di sorpasso”.

 

Vi terremo aggiornati circa gli sviluppi dei lavori e la durata effettiva dell'interruzione del tratto della Srada Statale 18 ad Amantea.

 

 

Pubblicato in Cronaca

Ieri sera qualche “buontem pone” (il termine non è il più esatto, ma usare quello corretto potrebbe essere scarsamente accettabile) ha dato fuoco al canneto ( uno dei tanti, in verità) che crescono incontrollati lungo la statale 18 e che non vengono tagliati da chi ne avrebbe l’obbligo( nel caso il comune di Amantea, interessato ben più ai palchi che alla manutenzione….).

Un acre fumo ha così invaso la statale 18 che è stata chiusa per evitare incidenti agli automobilisti in transito

E stamattina, anche approfittando del fatto che la pioggia ha spento (meno male che la natura spesso provvede autonomamente ai disastri dei “buontemponi”) ogni traccia di fuoco un operaio delle cooperative segnala di rallentare mentre la ruspa cerca di tagliare le canne sversatesi sulla strada.

Dall’altro lato la camionetta dell’Anas con il personale dell’ente assiste alle operazioni di pulizia.

Segnaliamo che non c’era nessun semaforo, nessun vigile e nessun altro agente a regolare il traffico che per fortuna era blando.

Incidente 08.09.15 2Due i mezzi coinvolti un Furgone di colore bianco ed in uso ad una ditta di Longobardi ed una Fiat Idea di colore grigio.

 

Sono quasi le 17.30 quando si avverte un rumore di freni dal primo impianto semaforico di Amantea provenendo da Paola.
Poco dopo il classico rumore di un tamponamento, ed il breve silenzio che segue quasi ogni scontro.
Due i mezzi coinvolti un Furgone di colore bianco che da Paola viaggiava in direzione Amantea, l’altro mezzo un’auto una Fiat (probabilmente Idea) che viaggiava in direzione contraria da Amantea verso Paola, intenta a svoltare in direzione Lungomare, in quello che è l’ultimo accesso disponibile sulla SS18, Via Giuseppe Garibaldi.

 

Non siamo riusciti a ricostruire bene la dinamica dell’accaduto anche perché dalla posizione del Furgone e da quello che sembra la parte dell’impatto sulla Fiat Idea, la dinamica ci risulta quantomeno complessa.

L’urto avviene dal lato frontale destro per il Furgone e sulla fiancata anteriore lato destro per la Fiat Idea.

Da quanto sembra, appunto, sul Furgone viaggiavano uno o più operai di una ditta longobardese mentre in auto, sembra fossero presenti due persone un uomo ed una donna.

 

Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri per le rilevazioni del caso, mentre gli uomini del comando di Polizia Municipale, anche loro immediatamente intervenuti hanno provveduto a disattivare l’impianto semaforico ed a smaltire le auto incolonnate dopo l’incidente.

 

Niente di grave da quanto appreso per entrambi i conducenti ed i passeggeri (se presenti), non si è infatti reso necessario l’intervento dell’Ambulanza, difatti dopo circa un’ora e le varie operazioni di rito (rilevazioni e controversie) è stato ripristinato il normale il traffico veicolare nonché l’impianto semaforico.

Incidente 08.09.15 1

Pubblicato in Primo Piano

Oltre al danno anche la beffa!

La Statale 18 degli anni sessanta , un tempo denominata superstrada per distinguerla dalla vecchia statale 18 degli anni venti , stretta e piena di curve, è percorribile solo alla astronomica velocità massima di 30 kmh , cioè quasi la metà della velocità della veccia statale.

 

Alla faccia della modernità.

Una follia per un tratto di strada lineare e fuori dal centro abitato.

Già! Ma chi può lottare contro i potenti gestori delle strade italiane ? Chi può osservare che 30kmh è una velocità impossibile da tenere e che anzi costituisce un vero e proprio pericolo?

Quale tribunale si è mai pronunciato sulle velocità imposte dai tecnici degli enti proprietari delle strade?

Sarà pure vero che la statale 18 è stata “raggiunta” dal mare che un tempo ne era lontano ma la colpa non è certamente degli automobilisti, anzi potrebbe essere proprio del comune di Amantea che oggi incassa i proventi degli autovelox.

Assurdo, ridicolo, beffardo.

 

Ed infatti nessun politico amanteano interviene sulla vicenda degli autovelox di Campora SS18.

Il solo interveto che registriamo è quello del consigliere comunale Giancarlo Nicotera, segretario dell’Udc, il quale dichiara: “Penso che diversi Amministratori delle nostre coste abbiano tanto su cui riflettere in tema di mare sporco (depuratori, fogne e scarichi in primis), erosione delle coste (milioni di euro di lavori buttati a mare perché poi inghiottiti dal mare) e sicurezza stradale.

Non è certo con gli autovelox a velocità minime assurde (come quelle imposte a Campora) che si raggiunge la sicurezza degli utenti della strada”

Pubblicato in Primo Piano

Si svolgeranno domani 27 agosto, alle ore 18.00, in Aiello Calabro,  i funerali di Ada Cuglietta, l'insegnante di Lettere di 62 anni deceduta nel tragico incidente stradale avvenuto ieri intorno alle 15.30sulla SS18 nel comune di San Lucido , in corrispondenza del bivio per contrada Deuda.

Ada Cuglietta era originaria di Aiello Calabro, ma viveva da tempo ad Amantea.

Ada Cuglietta lascia il marito Franco e due figli: Aurelio e la giovane di 25 anni rimasta ferita nell'impatto fra le due auto, che si trova ricoverata all'ospedale dell'Annunziata con prognosi di 30 giorni.

Ieri i carabinieri della Compagnia di Paola e la Polizia stradale di Paola hanno effettuato i rilievi dell’incidente al fine di individuare la dinamica del sinistro.

L'impatto, al bivio nord di San Lucido, fra il fuoristrada Land Rover a bordo del quale erano due giovani sanlucidane, zia e nipote, che sono rimaste ferite

La Land Rover che viaggiava in direzione nord e veniva in violento contatto con una Citroen C3 nera nella quale viaggiavano, invece, madre e figlia di Amantea.

La Strada Statale è rimasta chiusa per alcune ore, per consentire i rilievi e la rimozione dei mezzi. Dopo le formalità di rito, la salma è stata ricomposta nel cimitero di Aiello Calabro

Pubblicato in Primo Piano
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy