BANNER-ALTO2
A+ A A-

Come Sindaco della Città di Amantea non potevo non essere presente al 1* memorial dedicato al caro Francesco.

Un torneo di calcetto, senza vincitori e nè vinti, partecipato da molti ragazzi nonché amici di Francesco, accompagnati da un pubblico altrettanto numeroso.

Molto commovente e suggestivo questo momento per ricordare l'amico di tutti: Francesco.

Oggi qui c'è il cuore pulsante di una comunità che non può dimenticare un ragazzo buono e presente in ogni evento ed con ogni associazione.

Un caro ed affettuoso saluto ai suoi familiari, al papà, alla mamma, alle sorelle e ai fratelli.

Questa sera vi è tanta commozione per un ragazzo che ha lasciato un ricordo indelebile in tutti noi ed in coloro i quali lo hanno conosciuto.

Nessuno di noi avrebbe mai pensato, visto la giovane età, di ricordare insieme la bella persona che era, il suo entusiasmo e la sua allegria, oltre alla sua generosità e il suo altruismo.

Nessuno avrebbe mai pensato, insomma, che fosse diventato un angelo invisibile, perchè lui era già un Angelo in terra.

La presenza di tanti amici, che lo hanno conosciuto ed amato, dimostra che ci ha lasciati, ma senza mai andare via.

Si dice che nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta.

Ed io penso che questa sera ci sia tanto cuore, tanta anima e soprattutto tanto amore, che fa grande la nostra comunità, arricchisce i sentimenti di fratellanza e di solidarietà, rende unica la nostra comunità, ed è un segno meritato di stima verso la meravigliosa famiglia di Francesco.

Caro Francesco non potremo più abbracciarti materialmente, ma tutto quello che resta di te è racchiuso e custodito nei nostri cuori e nei nostri ricordi, ricordi soprattutto di un ragazzo perbene, solare, sorridente, sincero e amorevole.

Francesco ti vogliamo sempre più bene.

Leggi tutto... 0

Tante favole cominciano con “ C’era una volta un Re”

E qualcuna comincia con “ C’era una volta una Regina”

Anche ad Amantea c’è un re ed una regina

Un re ed una regina che insieme ,e grazie, ai tanti cortigiani pronti ad offrirsi con le loro abilità , il loro impegno, le loro qualità, la loro lealtà, hanno portato la nostra città alla magnificenza.

Un re ed una regina che vorrebbero diventare Imperatore ed Imperatrice.

Ahimè da qualche tempo i loro fedelissimi sudditi hanno iniziato a stancarsi e li stanno abbandonando.

Tutti nel regno gli voltarono le spalle e a gran voce gli hanno chiesto di abdicare, di rinunciare al trono.

La principale contestazione è la incapacità ad affrontare i veri problemi del regno

Il Re e la Regina ormai fanno solo selfies che sono diventati la loro principale occupazione.

Per ridiventare popolari il Re e la Regina hanno chiamato alla corte grandi sarti che sono capaci di realizzare meravigliosi abiti fatti con meravigliose stoffe.

E quando il Re e la Regina indossano questi abiti e si guardano allo specchio vedono abiti inesistenti

Ed escono solo con la fascia da Re e Regina

Ed i fedeli sudditi plaudono.

Ma prima o dopo qualche bambini dirà la verità e cioè che “Il Re e la Regina sono nudi”!

Intanto ecco qualche finto bambino ricorda qualche verità :

1) MANCANZA DI ACQUA POTABILE

2) PARCHEGGI SELVAGGI

3) "PUZZA DI FOGNA IN TUTTE LE VIE"

4) RIFIUTI ABBANDONATI DAPPERTUTTO

5) CARENZA DI VIGILI URBANI

6) IMPIANTI SEMAFORICI A "INTUITO"

7) PISTA CICLABILE UGUALE A UNA GIUNGLA

E nessun AMMINISTRATORE che parla o scrive....TUTTI ZITTI.....

3 - 4 AGOSTO SENZA ACQUA POTABILE E TUTTO TACE....

CHIEDO SCUSA COME CONSIGLIERE COMUNALE DI OPPOSIZIONE A TUTTI I CITTADINI DI AMANTEA E A TUTTI I TURISTI PER QUESTI GRAVISSIMI DISAGI....

PURTROPPO L'AMMINISTRAZIONE PIZZINO PENSA SOLO AI SELFIE....

PER TUTTO IL RESTO È LA PEGGIORE IN ASSOLUTO DELLA STORIA POLITICA AMANTEANA....

MA VERAMENTE PENSIAMO DI FARE TURISMO IN QUESTE CONDIZIONI?

DIMETTETEVI IN MASSA PER SALVARE AMANTEA....

CIRCA 300.000 EURO DI INDENNITÀ A SINDACO E ASSESSORI PER OTTENERE QUESTI RISULTATI ECCELLENTI....

MEDITATE GENTE..

Leggi tutto... 0

Non esageriamo però! Amantea non è certamente l’unica cittadina che si presenta con una indicibile puzza di fogna.

Non dovunque. Però è vero che in alcune zone la puzza è roba da togliere il respiro.

Si d’accordo, non dappertutto, per fortuna.

Ma la cosa più strana è che tutti, o quasi, sanno da cosa dipende.

Non è un fatto di oggi, infatti.

Dura ormai da decenni e decenni.

Ma nessuno vuole adottare le misure giuste per correggere questa grave situazione.

 

 

Ma perché questa puzza?

Semplice. Nei bagni di casa nostra la puzza( normalmente) non si avverte perché in fondo al WC c’è acqua che impedisce al fetore della fogna di entrare in casa.

Anche se la rete fognante che passa per le vie cittadine è sigillata per cui ordinarimente il fetore non riesce ad uscire.

Ben diversa è la rete delle acque bianche che, per captare la pioggia, deve avere apposite griglie di raccolta.

E’ da lì che quando piove entra l’acqua ma è anche da li che esce la puzza di fogna.

Esce eau del fogne solo quando e perché qualcuno ha collegato la sua fogna alla rete delle acque bianche.

Ad essere buoni si può anche dire che potrebbe non saperlo.

Ed allora un tempo suggerii ad uno dei sindaci di Amantea di fare un manifesto per avvertire la popolazione che si sarebbe provveduto a chiudere il flusso delle acque bianche con palloni otturatori.

Il pallone otturatore bloccarebbe sia il flusso delle fogne illecitamente immesse nelle acque bianche e perfino la puzza.

Ovviamente i “cessi” si riempirebbero ed appena riempito il tubo della fogna non scaricherebbe più.

Questo blocco del funzionamento imporrebbe la denuncia al comune e quindi la soluzione al problema.

Senza denuncia penale però, perche si terrebbe conto del principio della buona fede.

Proprio per questo la cosa rimarrebbe riservata.

Ma non è servito suggerire.

Il principio vale ancora oggi .

Se qualche politico vuole gli ulteriori elementi tecnici sono a disposizione.

Giuseppe Marchese

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy