BANNER-ALTO2
A+ A A-

Cercavamo un titolo per questo articolo

Avremmo potuto usare “Arriva il mezzo Giro d’italia” o meglio “Arriva il Giro di mezza italia”.

Ma ci era difficile non evidenziare che nel sud e nelle isole la tappa più a sud è quella di San Giovanni Rotondo, nota al mondo per Padre Pio.

A sud non c’è Bari, Napoli, Potenza, Reggio Calabria, la Sicilia o la Sardegna.

Ed in verità non c’è nemmeno Roma.

Ma se per Roma c’è la giustificazione dello stato delle sue strade e per la Calabria la istintiva difesa dalle infamie della stampa del giro( Solo Amantea si difese preventivamente) come si fa a “dimenticare” mezza Italia?.

Venti tappe, nessuna nel sud tranne quella “miracolosa” di San Giovanni Rotondo.

3.518,5 sono i chilometri totali

Si partirà da Bologna l'11 maggio e si chiuderà a Verona il 2 giugno con passerella finale nell'Arena, entrambe cronometro individuali.

Oltre a quello sportivo, tanti saranno i temi socio-culturali che si svilupperanno lungo i 3.518,5 km del tracciato. L'arrivo a L'Aquila - a 10 anni dal terremoto che la colpì al cuore alle 3:32 del 6 aprile 2009 - sarà uno dei momenti più emozionanti del Giro.

La Corsa Rosa ricorderà anche personaggi e luoghi che hanno fatto la storia passata e recente del Paese Italia come il 'genio' di Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte o Indro Montanelli, giornalista saggista e storico a 110 anni dalla nascita a Fucecchio.

L'arrivo a Pesaro ricorderà il grande compositore Gioacchino Rossini.

Ecco le tappe:(Vedi in basso)

 Prima tappa 11 maggio: Bologna – San Luca 8.2 km;

Seconda tappa 12 maggio: Bologna – Fucecchio (200 km);

Terza tappa 13 maggio: Vinci – Orbetello (219 km);

Quarta tappa 14 maggio: Orbetello – Frascati (228 km);

Quinta tappa 15 maggio: Frascati – Terracina (140 km);

Sesta tappa 16 maggio: Cassino – San Giovanni Rotondo (233 km);

Settima tappa 17 maggio: Vasto – L'Aquila (180 km);

Ottava tappa 18 maggio: Tortoreto Lido – Pesaro (235 km);

Nona tappa 19 maggio: Riccione – San Marino (34.7 km);

20 maggio, riposo;

Decima tappa 21 maggio: Ravenna – Modena (147 km);

Undicesima tappa 22 maggio: Carpi – Novi Ligure (206 km);

Dodicesima tappa 23 maggio: Cuneo – Pinerolo (146 km);

Tredicesima tappa 24 maggio: Pinerolo – Ceresole Reale (188 km);

Quattordicesima tappa 25 maggio: Saint Vincent – Courmayeur (131 km);

Quindicesima tappa 26 maggio: Ivrea – Como (237 km);

27 maggio, riposo;

Sedicesima tappa 28 maggio: Lovere – Ponte di Legno (226 km);

Diciassettesima tappa 29 maggio: Commezzadura – Anterselva (180 km);

Diciottesima tappa 30 maggio: Valdaora – Santa Maria di Sala (220 km);

Diciannovesima tappa 31 maggio: Treviso – San Martino di Castrozza (151 km);

Ventesima tappa 1 giugno: Feltre – Croce d’Aune/Monte Avena (193 km);

Ventesima tappa 2 giugno: Verona – Verona (Cronometro, 15.6 km);

Leggi tutto... 0

Dopo lo screening del colon e quello del seno, ecco pronto quello dell’HPV.

A giorni partiranno le lettere per il primo campione di utenti.

Ma parliamo dell’esame dell’ HPV

 

D)Che cos’è il Test HPV?:

E’ un esame simile al Pap test: il materiale è prelevato nello stesso identico modo, ma invece di essere esaminato al microscopio come nel Pap test, è studiato in laboratorio, per ricercare la presenza del Papilloma Virus Umano (HPV).

D)Perché si fa lo screening con il Test HPV?

Perché gli studi più recenti hanno dimostrato che il test HPV trova più lesioni di quelle che trova il Pap test tradizionale. Lo screening è efficace se lo facciamo regolarmente ogni 3 anni, tra i 25 ei 64 anni.

D)Che cosa succederà dopo aver fatto il test HPV?

Il suo test sarà inviato in laboratorio per essere esaminato: se il suo test sarà NEGATIVO non avrà bisogno di altri controlli particolari e la inviteremo a ripete il test HPV fra 3 anni.

D)Che cosa succederà se il Test HPV risulterà positivo?

Se il suo HPV Test sarà positivo, allora avremo bisogno di leggere anche il suo Pap test: se il Pap test sarà negativo, la inviteremo a ripetere il prelievo tra 1 anno; se il Pap test invece sarà positivo, le telefoneremo per invitarla a fare un controllo chiamato colposcopia, simile ad una visita ginecologica, che servirà ad esaminare il suo collo dell’utero.

Nello screening con HPV Test, il Pap Test diventa un esame di completamento, che serve a scegliere quali donne mandare in colposcopia perché più a rischio.

D)Mi farete un unico prelievo sia per il test HPV e per il Pap test?

Sì, il prelievo sarà uno solo, perché il materiale prelevato è trattato in modo tale che può essere letto sia per ricercare l’HPV, sia per il Pap test tradizionale.

Le modalità del prelievo saranno le stesse e Lei non si accorgerà di nessuna differenza rispetto al passato.

D)Come saprò i risultati del test HPV?

Le manderemo a casa una lettera con la risposta: se il suo test HPV sarà negativo, la inviteremo

di nuovo a ripetere il test fra 3 anni.

Il Test HPV e il Pap test sono i mezzi più efficaci per prevenire il tumore del collo dell’utero, non possono però individuare altre malattie o infezioni ginecologiche.

Consulti quindi il suo Medico se prima del prossimo invito dovesse notare qualcosa di insolito per lei.

Leggi tutto... 0

Dice Luigi Rubino: “Abbiamo fatto una guerra contro i photored di Amantea che, se è vero, portavano utili economici al comune, disabituavano, però, i nostri storici ed affezionati utenti commerciali a venire il più possibile nella nostra città ed a servirsi del nostro sistema commerciale.

 

Anzi, del “loro” sistema commerciale, visto che Amantea ha sempre avuto fortissima attenzione e grande ospitalità per i propri clienti ed operato perché non perdessero la bellissima abitudine ed il piacere di venire a fare acquisti nella nostra cittadina.

Avevamo totalmente ragione.

Piano, piano, infatti i nostri utenti si sono stancati di pagare le salate contravvenzioni per ogni lieve disattenzione nel rispetto delle indicazioni semaforiche.

Bastava una frazione di secondo.

Ed ora tutto il sistema economico amanteano, ad iniziare da quello commerciale, ne paga le conseguenze.

Fatta eccezione, in qualche modo, per il sabato e la domenica, Amantea non è più ricercata dai clienti cosentini, lametini, paolani per la innegabile qualità dei suoi prodotti commerciali, per l’ottimo rapporto qualità prezzo, per i suoi servizi di ristorazione, per il suo centro storico e per gli altri innegabili attrattori.

Ed in gran parte tutto questo è stato dovuto ai photored.

Ed ora che sono stati tolti è difficile riabituare alla frequentazione della città e del suo sistema commerciale.

Ed Amantea sta morendo, i suoi negozi stanno chiudendo o soffrono fortemente.

La stessa cosa sta per succedere a Paola per colpa dei Tutor che se portano utili economici al comune, disabituano, però, gli Amanteani e gli utenti del Basso Tirreno cosentino a frequentare la città del Santo.

Stanno arrivando centinaia di contravvenzioni agli automobilisti amanteani.

Quello che fa rabbia è che la gran parte di loro è gente che viaggia in direzione dell’ospedale di Paola e che si vede poi arrivare la contravvenzione magari per aver superato di pochissimo l’incomprensibile ed inaccettabile limite di settanta kmh, anche quando la strada è totalmente libera.

Invitiamo il comune di Paola ad eliminare i tutor, l’Anas a revocare la autorizzazione al loro impianto, il Prefetto a prendere atto che tutor piazzati poco prima dell’ospedale non appaiono certamente una cosa giusta per chi sta andando a trovare i propri cari per portare loro aiuto.

E poi sono di una disparità inaccettabile per la utenza che abita a nord di Paola.

Perché i tutor sono stati piazzati a sud e penalizzano solo chi viene da Amantea?

Non finisce qui.....

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy