loading...
A+ A A-

Parliamo dei migranti supponendo che gli amanteani sappiano che la casa eventualmente presa in fitto deve essere agibile, cioè avere i requisiti di sicurezza.

Ma i migranti potrebbero non saperlo.

 

Ed allora la domanda si impone.

Ancora più se non viene chiesta la residenza e non scattano pertanto nemmeno i tributi locali.

Saranno i Vigili Urbani?

O forse i carabinieri?

Tutti sappiamo che il certificato di agibilità è un documento estremamente importante che viene rilasciato dopo le verifiche un tecnico abilitato sui requisiti di abitabilità e che comprova l’idoneità di un immobile all’accoglienza di persone nei locali, nel rispetto della sicurezza.

Quando si sceglie un immobile per acquistarlo non basta soltanto verificare con quali materiali è stato edificato, la posizione in cui si trova oppure come sono stati distribuiti i locali, ma è strettamente necessario soffermarsi con molta attenzione a controllare tutte le documentazioni che attestano il rispetto massimo della totalità delle normative urbanistiche, di quelle catastali e di quelle riguardanti sia l’igiene che la sicurezza.

Ogni edificio per il quale è prevista la destinazione d’uso abitativo, infatti, deve essere in possesso del certificato di agibilità al fine di garantire il totale rispetto dei parametri minimi sia dimensionali che tecnologici che sono necessari per l’uso abitativo di un immobile.

Non solo ma ancora più importante è che ci sono parametri minimi da rispettare. Per esempio:

   La dimensione minima per i monolocali per una sola persona di 28metri quadri con i servizi igienici inclusi;

   La dimensione minima per i monolocali per l’uso di due persone di 38 metri quadri con i servizi igienici inclusi;

   Il rapporto aeroilluminante minimo, per ogni camera, di 1/8 sulla superficie calpestabile;

   La dimensione minima per le camere da letto singole di 9 metri quadri;

   La dimensione minima per le camere da letto doppie di 14 metri quadri;

   La conformità dell’impianto idrico, termico ed elettrico;

   Il rispetto delle normative acustiche.

 

Leggi tutto... 0

Difficile non leggere il presente saggio di Gigi El Tarik e non riflettere!

“Lo scrittore Robert Musil scriveva: “Se la stupidità non somigliasse così tanto al progresso, al talento, alla speranza o al miglioramento, nessuno vorrebbe essere stupido”.

Esistono mediocri di talento.

 

Un tecnico delle luci di una tv commerciale può essere bravo e dedito quanto uno del teatro Piccolo di Milano.

Anzi, spesso serve ancor più impegno, dedizione.

La Mediocrazia riconosce alcuni meriti, ma solo alcuni.

Tantissimi anni fa, un filosofo visigoto scriveva che la liberal-democrazia sarebbe arrivata all'assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci.

Sarà la punizione del suo principio astratto dell’Uguaglianza, che dispenserà l’ignorante di istruirsi, l’imbecille di giudicarsi, il bambino di essere uomo e il delinquente di correggersi.

Il diritto pubblico fondato sulla cosiddetta uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze.

Per tale ragione non riconoscerà la Disuguaglianza di Valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: raggiungerà l'apice nel trionfo della feccia e dell’appiattimento. L’adorazione delle apparenze si pagherà.

Una «rivoluzione anestetizzante» si è compiuta silenziosamente sotto i nostri occhi ma noi non ce ne siamo quasi accorti: la “mediocrazia” ci ha travolti.

I mediocri sono entrati nella stanza dei bottoni e ci spingono a essere come loro, un po’ come gli alieni del film di Don Siegel “L’invasione degli ultracorpi”.

Roma. Gigino A Pellegrini & G el Tarik

Leggi tutto... 0

E’ estate.

Un rom e un napoletano in un bar.

Non si erano mai visti prima.

Mentre la barista si gira per fare un caffè, il rom allunga la mano velocissimo prende una brioche e se la mette in tasca.

 

 

Guarda il napoletano e gli dice:

Hai visto che classe?

Il napoletano sorride e risponde:

Ti faccio vedere io cos'è la classe

Scusi signorina, dice il napoletano, le va di vedere una magia??

La barista curiosissima le risponde:

Ma certo!

Allora mi dia una brioche.

Lei gliela dà, lui la prende e se la mangia.

La commessa fa: e beh!

Dov'è la magia?

E lui: Guardi nella tasca del rom!

Leggi tutto... 0

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy