loading...
A+ A A-

Signori Sindaci, seguite i suggerimenti della Serracchiani! di Francesco Gagliardi

Vota questo articolo
(0 Voti)

sindaci-spalle-290x290Amici lettori e lettrici di Tirreno News, come ben sapete nel Rinascimento ci aveva pensato Baldassare Castiglione a dettare le regole del perfetto cortigiano. Dopo di lui, Mons. Dellacasa pubblicò il suo Galateo. Oggi ci ha pensato la Serracchiani nel suo “Sindaco, come fare quando….” Ma qualcuno dirà. La Serracchiani chi? Ma la signora Deborah Serracchiani che ricopre un incarico importante insieme a Matteo Renzo e ad Orfini in seno al partito che fino all’altro ieri quando appariva in televisione ogni santo giorno si vantava che il suo partito non solo era il primo in Italia, ma era il partito del 40%. Ma è pure la signora che ricopre la carica di Governatore del Friuli Venezia Giulia fino alle elezioni del 4 marzo. Dico fino alle elezioni perché, come tanti personaggi fallimentari, ha deciso anche lei a non candidarsi più per la carica di Governatore. Anche lei sente puzza di bruciato e per non fare una brutta figura ha staccato la spina. Ma poiché siamo già in piena campagna elettorale e prima che lasciasse la comoda poltrona di Governatore l’esponente del Pd non ha trovato meglio da fare che pensare ad una Italia con Sindaci ben lavati, ben pettinati, ben vestiti e profumati, e che non ruttano o scorreggiano. Ha capito insieme a Renzi, Berlusconi, Salvini, Grasso, Di Maio quali sono i veri problemi del Paese e che assillano gli italiani. Complimenti. Via il canone RAI, paga minima di 10 euro all’ora, 1000 euro la pensione minima, via la tassa universitaria, basta vaccinazioni, abolizione di 400 leggi. Le altre cose? Tutto il resto funziona in Italia che è una meraviglia. I treni arrivano in orario, sono pulitissimi e anche nuovissimi. Viaggiare sulla Paola Cosenza è una perfetta delizia. L’autostrada del Sole è stata completata e da Cosenza ad Altilia si viaggia in terza e quarta corsia. Gli ospedali sembrano villaggi turistici e i pronto soccorso non sono più affollati. Ha finito Luca Abete di “Striscia la notizia” di soffermarsi ed indignarsi per gli ammalati lasciati abbandonati sulle barelle delle corsie degli ospedali. Finalmente le bollette del telefono, della luce e del gas sono sensibilmente diminuite. I direttori dei Supermercati non faranno pagare i sacchetti biodegradabili. I Sindaci della città hanno abolito la tassa sulla casa e hanno diminuito la tassa sui rifiuti perché i cittadini in ogni condominio hanno incominciato a costruire impianti di smaltimento rifiuti. In un Comune molto vicino a noi ci pensano già le galline. A parte qualche esagerazione queste sono le uniche cose buone fatte e dette dalla Serracchiani da quando è diventata amica di Renzi. Non credo che lo scandalo siano i 6 mila euro che la Serracchiani ha speso per il libro che ha mandato a tutti i Sindaci del Friuli, se ne spendono molto di più per alcune “Ciotie”, ma per le scemenze che il libro riporta. Se la Serracchiani ha ritenuto opportuno dedicare un po’ di tempo e denaro pubblico per dare consigli utili ai Sindaci della sua Regione avrà certamente avuto le sue buone ragioni. Probabilmente si sarà accorta che alcuni di loro non erano nelle condizioni di poter affrontare delle riunioni istituzionali senza provocare un certo imbarazzo; cattivo odore, mani sporche, unghie mangiate, vestiti sgualciti, scarpe , cravatte e giacche non adatte, rumori sgradevoli a tavola, uso improprio del telefonino, uso improprio della forchetta. Mi auguro che gli altri Governatori di Regione facciano altrettanto. Così l’Italia potrà vantarsi di avere Sindaci puliti, profumati e ben vestiti. E questo vale anche per il mio caro Sindaco di San Pietro in Amantea ed anche per i Sindaci di Amantea ed Aiello Calabro, Pizzino e Iacucci, che conosco e che saluto. Ma vale anche per gli altri Sindaci della costa Tirrenica cosentina che non ho avuto il piacere di conoscerli personalmente. Inevitabili e abbondanti le reazioni sui social network ma anche le critiche. La reazione dei Sindaci che hanno ricevuto il libretto di 75 pagine, costo al pubblico euro 25: Doveva proprio consigliarci la pettinatura, come vestirci, come profumarci e quale colore di cravatta indossare nelle cerimonie istituzionali? Quei soldi si potevano e si dovevano spendere in un altro modo. Ma dato che siamo ormai in campagna elettorale tutto fa brodo Madame la Marchese!

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy