loading...
A+ A A-

Svelato il segreto della misteriosa conchiglia di Amantea

Vota questo articolo
(2 Voti)

Un esperto dell’ISPRA ci ha suggerito che il mollusco di cui stiamo parlando è (molto probabilmente) una Charonia lampas

Questo mollusco, chiamato volgarmente tritone, mostra la conchiglia più grande tra quelle delle diverse specie presenti nel Mar Mediterraneo, capace di raggiungere i 30 centimetri di lunghezza ed eccezionalmente anche i 40 centimetri.

La conchiglia ha forma conica, con giri poco evidenti, ma con l’ultimo giro piuttosto ampio, e mostra un’apertura (stoma) ovale, che appare affusolata nella parte superiore.

Anche le coste e gli anelli non hanno rilievi particolarmente evidenti, ma possono presentare alcune serie di tubercoli ingrossati.

Il colore delle conchiglie tende ad essere piuttosto chiaro e va dal marrone beige al bianco (bianco ghiaccio) e al giallino, sino al verdastro, con tonalità marrone scuro nelle parti depresse o avvallate. Il labbro esterno è chiaro (bianco ghiaccio) e mostra spesso inspessimenti tipo dentini o unghie, a intervalli piuttosto regolari e di colore marrone, che si prolungano oltre il margine, rendendolo irregolare.

Il labbro interno è prevalentemente chiaro (biancastro).

Si tratta di un mollusco piuttosto raro presente nelle Azzorre, Madeira, Canarie, Capo Verde, soprattutto nel Portogallo, sulle coste africane ed in pochi posti del mediterraneo

Tra questi le coste antistante Amantea

La Charonia lampas predilige i fondi melmosi e ricchi di pietre e sassi e quelli detritici.

Si trova però anche in fondali rocciosi o nelle praterie sottomarine.

Le profondità alle quali vive sono generalmente comprese tra i 15 ed i 65 metri di profondità.

Si tratta di una specie carnivora che si nutre prevalentemente di ofiure, ma non disdegna anche le stelle rosse.

Talvolta si ritrova in gruppi numerosi di esemplari di piccole dimensioni.

Si tratta di una specie che è stata segnalata nelle acque del Sud Tirreno

La raccolta indiscriminata a causa della bellezza della sua conchiglia, specie da parte di subacquei (soprattutto in tempi non recenti), ha reso questa specie piuttosto rara.

Le Charonie trovate nelle acque di Amantea hanno una dimensione maggiore dei 30/35 cm,. Dimensione che le rende ancora più rare

La Charonia lampas è una specie protetta, inserita nell’allegato II della Convenzione di Berna e nell’allegato II del Protocollo SPA/BIO della Convenzione di Barcellona.

Fanno parte delle Charonie

La Charonia capax Finlay, 1926

La Charonia capax euclioides Finlay, 1926

La Charonia euclia Hedley, 1914

La Charonia euclia instructa Iredale, 1929

La Charonia lampas lampas (Linnaeus, 1758)

La Charonia lampas pustulata (Euthyme, 1889)

La Charonia mirabilis Parenzan, 1970

La Charonia nodifera Linnaeus

La Charonia nodifera var. euclia Hedley, 1914

La Charonia powelli Cotton, 1957

La Charonia rubicunda (Perry, 1811)

La Charonia sauliae (Reeve, 1844)

La Charonia sauliae macilenta Kuroda & Habe in Habe, 1961

Parliamo, così, di un altro grande tesoro della nostra Calabria.

Proprio per mostrare questo tesoro calabrese ed amanteano abbiamo esposto un esemplare di questa conchiglia in uno dei più bei negozi amanteani di via Margherita, il Dharma.

Fortissimo interesse ha mostrato verso tale mollusco l’assessore comunale al turismo Concetta veltri che lo ha segnalato alla regione Calabria perché ne faccia tesoro!

Vedremo!

Ultima modifica il Sabato, 23 Giugno 2018 13:41
Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy