BANNER-ALTO2
A+ A A-

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

scaffale
 

Lo "Scaffale" di Amantea e "Gli incontri del Sedile" in una bella serata all'insegna della cultura .

Una serata davvero magica quella di ieri sera 12 agosto nel chiostro di San Bernardino dove lo scrittore amanteano Sergio Ruggiero ha illustrato ,con minuziosa e preziosa ricerca , i duemila anni di storia di Amantea, da sempre città libera e della sua enorme importanza già da tempi molto antichi. La presentazione della serata affidata a Gregorio Carratelli ,Priore della confraternita ,e con i monologhi affascinanti di Franca Dora Mannarino , nei panni della marchesa di Poitiers, castellana di Amantea ,tratti dal libro di Sergio Ruggiero "L'urlo della libertà " ha raccolto la partecipazione di un pubblico molto attento . Un momento particolare e commovente a fine serata nel ricordo di Peppe Marchese,socio fondatore dello " Scaffale" e grande appassionato della storia della " sua Amantea ". Un plauso va anche al servizio di assistenza anticovid del CISOM dell'ordine di Malta.

La circostanziata relazione di Sergio Ruggiero, arricchita dalla proiezione di immagini e didascalie, è stata scandita dai monologhi di Margherita di Poitiers, marchesa di Crotone e castellana di Amantea dal 1435 al 1459, tratti dal romanzo “L’urlo della libertà” di Sergio Ruggiero, edito da Franco Mannarino.

I monologhi, accompagnati da un sottofondo musicale d’epoca, sono stati adattati e magistralmente interpretati da Franca Dora Mannarino che ha sfoggiato un magnifico abito quattrocentesco, propiziando un’atmosfera di raffinata suggestione.

L’incontro, aperto dai saluti del Priore della Confraternita Gregorio Carratelli, è stato chiuso dalle riflessioni del principe Maurizio Gonzaga di Mantova il quale ha protratto il soggiorno amanteano, dovuto alla presentazione di un suo libro, proprio per assistere alla serata, e per venire a conoscenza “della nobilissima e sorprendente storia di questa citta”, egli stesso ha chiosato.

Una Storia, come è emerso dalla relazione de’ “Lo Scaffale”, in cui l’autonomia cittadina è rimasta quasi sempre intatta, trascorrendo i millenni e avvicendandosi le dominazioni, realizzando una consapevolezza identitaria e un ancestrale orgoglio manifesto in numerosi documenti d’epoca e, come diceva il prof. Sisinni (riferendosi alla simile storia di Maratea), “… agevolando il rifiorire di tutte le espressioni umane”.

Lampèteia, Clampetia, Amantea, città-stato enotria e bruzia, municipio romano, civitas bizantina, emirato aghlabita, tra le prime città demaniali riconosciute dai Normanni e città regia fino all’eversione della feudalità. Non sono mancati riferimenti agli storici moderni e agli antichi cronisti che ci hanno consegnato preziose testimonianze su cui scrivere un’importante storia libertaria, costellata di fatti tragici di sorprendente intensità in cui Amantea ha difeso la propria libertà, in particolare dai tentativi di infeudazione.

“Con questa esposizione necessariamente sintetica, che noi riteniamo esser franca da pregiudizi che a volte impediscono di leggere lucidamente i fatti della Storia, speriamo di aver fatto cosa utile alla città di Amantea e a quanti di Amantea vogliono sapere le cose del passato, a nutrimento dell’Orgoglio cittadino, dell’Onore e della Conoscenza”.

(Lo Scaffale)

“Non vi ha dubbio che giovi ai nepoti il ricordare e tener presenti i gloriosi fatti degli avi, perché di quelli infiammandosi, diventino buoni ed utili cittadini” (Della città di Amantea – Ottavio Sereni, 1867

 

zio vincenzo


Con verbale n. 1 del 2021, in data 3 maggio 2021, il Consiglio Direttivo riunito, all’unanimità dei presenti, ha nominato il Presidente Vincenzo Vita Carino in continuità con i valori trasmessi dallo storico Raffaele Aloe recentemente scomparso.


Vincenzo Vita Carino, storico musicante della Banda, nonché Vice Presidente per tanti anni dell’Associazione, guiderà l’intero collettivo con impegno, volontà e partecipazione.


Il Maestro, Il Direttivo e tutti i componenti del Concerto Bandistico “Mario Aloe” Città di Amantea esprimono vivissime congratulazioni per l’incarico e gli auguri per un sereno e proficuo lavoro.

184191626 3535206913252047 5764837061028461503 n
Il 15 Maggio scorso, un cittadino di Amantea, Alberto Naccarato, di professione falegname, con almeno trent’anni di esperienza, conosciuto in città da tutti per la disponibilità e l’altruismo, nonché per le svariate attività nel Sociale dallo stesso prestate, ha pubblicato un bellissimo post sul suo profilo facebook che vi riportiamo integralmente:

 

“ Amantea il più bel paese del mondo!

Lo so!

Sono di parte, ma tutti coloro che hanno questo sentimento credo che sia giusto e sacrosanto a sforzarci a mantenere questo paese in maniera dignitoso.

A tal proposito vorrei lanciare, - premesso che non ho nessuna velleità politica né tanto meno lista politica da appoggiare "Dio c'è ne scanza e libera”-, la mia manualità e disponibilità del mio lavoro per sistemare qualsiasi cosa ,dai giochini del lungomare, ai giochini del parco della grotta, invitando allo stesso modo gli amici elettricisti, fabbri e muratori per un servizio di volontariato per un decoro urbano del nostro paese.

Ovviamente nei giorni in cui noi stessi liberamente riusciamo a donare un poco del nostro tempo!

Ricordando che il nostro futuro sono le nuove generazioni!

Aiutiamoli a non farli replicare il nostro passato, ogni bambino e figlio, nipote, cugino nostro”.

 

Questo post, pare, non sia passato inosservato, diverse le telefonate ricevute da Alberto da parte di volontari e non, con l’entusiasmo di poter portare a nuova vita i beni comunali lasciati all’incuria del tempo e dei vandali.

 

Avvicinandosi al piccolo magazzino di Alberto si resta impressionati dal fantastico via vai di gente, che passa di lì, si ferma e da una mano, chi con in mano un martello o un cacciavite, un po’ come tornare indietro nel tempo, in quel magazzino si respira quell’aria genuina, ormai rara da trovare.

Sensazione più che confermata non appena lo si conosce, un uomo umile, semplice ed attento ai bisogni della persona che ha avanti: in una parola, genuino.

 

E genuino – senza pensarci troppo – è stato il gesto fatto nei confronti del suo paese, con le più belle delle intenzioni.

Da noi intervistato ha dichiarato “per me è stata quasi una reazione normale quella di fare il lavoro a titolo gratuito – commenta Alberto – per la mia città, se posso fare una sorta di volontariato e dare una mano bene venga.

Mi capita di farlo anche se vedo una persona in difficoltà, per me è spontaneo - niente di particolare – continua con un bel sorriso – ed è bello vedere apprezzato il proprio lavoro.

 

L’intento di Alberto è lodevole, noi crediamo che sia possibile creare una associazione di volontariato comunale, magari coordinata da qualche tecnico, che a titolo gratuito potrebbe dare il proprio contributo, in base ad attitudini e competenze.

Al momento il nostro Amico Alberto ha dato la sua disponibilità gratuità per le riparazioni di scivoli e altalene in legno, anche la sola intenzione rimane una azione degna di lode, tutti dovremmo prendere spunto da persone come Alberto, per la sua spontanea solidarietà e desiderio di aiutare.

 

BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy