loading...
A+ A A-

Stanno spogliando il poliambulatorio di Amantea

Vota questo articolo
(0 Voti)

Quando una cosa non la difendi te la rubano.

E’ solo questione di tempo.

Ma ci solo ladri molti fini.

Sono quelli che rubano piano, piano, un po’ alla volta, per evitare reazioni amministrative, sociali, politiche .

E’ come quando spogli un carciofo levandogli una foglia alla volta.

Resta sempre un carciofo ma piano, piano perde le sue foglie , così che alla fine ne resta tanto poco che non è possibile nemmeno cucinarlo .

E’ quello che sta succedendo al poliambulatorio di Amantea.

Ci fu un tempo in cui Amantea era addirittura ASL, cioè Azienda Sanitaria Locale , piena di servizi sanitari .

Poi divenne Distretto Sanitario, in qualche modo autonomo e capace di garantire un equilibrato servizio sanitario per i suoi 30 e passa mila abitanti .

Poi divenne soltanto Poliambulatorio, cioè struttura della medicina territoriale.

Un poliambulatorio al quale viene sottratto di tutto e di più.

Perfino le scrivanie, e poi l’apparecchiatura per la litotrissia( La litotrissia rappresenta tutt'oggi il trattamento di prima scelta dell'urolitiasi, patologia meglio nota come calcolosi delle vie urinarie) che non si da dove sia andata a finire. Probabilmente in qualche scantinato di qualche ospedale.

E poi medici ed apparecchiature della radiologia. Un tempo Amantea aveva 4 radiologi oggi nemmeno uno!

Per non parlare degli specialisti per molti dei quali occorre aspettare 6 mesi e più.

Una vergogna. Così che spesso si parte per fuori regione.

Tra poco ruberanno anche il laboratorio di analisi.

Parlo delle attrezzature, dopo che ci stanno rubando i tecnici , perfino quelli che sono stati assunti per Amantea e che ormai vanno a Paola, anche se servono ad Amantea.

Ma la cosa più grave è l’altro gioiello del poliambulatorio di Amantea cioè il reparto di dialisi.

Pensate che questo reparto aveva due turni di mattina e due turni di pomeriggio.

Poi uno lo hanno eliminato non accettando più ammalati anche se ne facevano richiesta.

Ora addirittura sembra che vogliano eliminare anche un secondo turno.

Creando gravi problemi gli ammalati

Insomma se uno fa richiesta di curarsi ad Amantea non lo accettano, la spostano verso altre parti.

Noi sappiamo chi lo fa.

Noi sappiamo perché lo fa.

Noi sappiamo perché chi dovrebbe tutelare Amantea e la sua gente sta invece zitto o zitta.

Mi hanno chiamato ammalati per raccontarmi i fatti

Mi hanno chiamato anche altre persone

Qualcuno mi ha chiesto cosa fanno i politici di Amantea.

Ho risposto loro che Amantea non ha politici con le Palle, forse non ne ha mai avuto, visto che….

Qualcuno mi ha chiesto perché gli amanteani non parlano.

Ho risposto loro che gli Amanteani aspettano passivi che arrivino i briganti a difendere la città dai francesi, che gli Amanteani sono pecore.

Che nessuno si offenda per carità !

Se qualcuno ha dubbi basta guardare chi si elegge per governare questo paese che muore ed in particolare cosa ha fatto per la salute pubblica…

Ma faremo l’elenco!!!!!

...per ora....

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy