BANNER-ALTO2
A+ A A-

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giornata storica per la città di Cosenza

Lunedì, 14 Settembre 2020 17:57 Pubblicato in Cosenza

franco iacucci
"Quella di oggi è una giornata storica per la città di Cosenza".

"Con la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo “Cosenza-Centro storico” di importo pari a 90 milioni di euro, si compie un primo significativo passo, condiviso e sostenuto da tutte le istituzioni, verso il recupero di una realtà storico-monumentale di rilevante valore".

 

Un ringraziamento va al ministro Dario Franceschini che ha voluto fortemente l’intervento di recupero e riqualificazione del Centro storico di Cosenza. Inizialmente eravamo abbastanza pessimisti, la partenza non è stata delle migliori, a un certo punto non abbiamo più avuto alcuna notizia sul CIS. Oggi dobbiamo riconoscere al ministro e a questo Governo di aver avuto la lungimiranza di portare avanti questo progetto affidando la delega di funzioni al sottosegretario Anna Laura Orrico. A febbraio è così partito l’iter di concertazione tecnico-istituzionale con l’obiettivo di individuare gli interventi da attuare nel quadro del Cis. Da allora sono passati sette mesi: in breve tempo e attraverso la giusta sinergia tra tutti gli attori in campo oggi siamo qui per la firma del Contratto istituzionale di sviluppo”.

 

È quanto afferma il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, che oggi ha partecipato al Tavolo istituzionale permanente per la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS). 

 

Alla Provincia vanno oltre 31 milioni di euro. Gli interventi di recupero proposti dall’amministrazione provinciale, grazie al lavoro del settore Edilizia guidato dal dirigente Claudio Carravetta, e ammessi al Cis sono quattro: lavori di adeguamento strutturale e restauro dell’edificio Chiesa S. Teresa D’Avila annessa all’ex Convento dei Padri Carmelitani Scalzi noto altresì come ex orfanotrofio Vittorio Emanuele II° in Via Gravina attuale sede dell’I.I.S. “Mancini – Tommasi” (importo euro 3.660.000,00); ristrutturazione e riuso funzionale dell’edificio sede del Liceo statale “L. Della Valle” di Cosenza (Importo euro 7.700.000,00); lavori adeguamento strutturale e restauro del “Convitto Nazionale - B. Telesio” per utilizzo a Scuola Superiore con annesso convitto ed area a destinazione incontri e convegnistica e realizzazione Incubatore culturale in sinergia con UNICAL ed Associazioni presenti sul territorio  (importo euro 15.000.000,00); adeguamento/miglioramento strutturale e restauro del Conservatorio “S. Giacomantonio” (importo euro 4.930.000,00).

 

“Gli interventi di recupero proposti dalla Provincia di Cosenza, dal Convitto Nazionale al Conservatorio Musicale, dalla Chiesa di Santa Teresa d'Avila all'edificio ospitante il Liceo magistrale Lucrezia della Valle, rappresentano, indiscutibilmente, le tracce indelebili – sostiene il presidente Iacucci - della storia e della cultura cosentina, gli elementi dell’architettura locale, i luoghi della formazione delle coscienze e di quelle generazioni che ancora oggi continuano ad essere punto di riferimento della Calabria e dei calabresi.

 

Le risorse rese disponibili e destinate alle opere di recupero proposte, oltre 31 milioni di euro, costituiscono solo una parte di quelle richieste relativamente ad un più ampio parco progettuale, candidato dalla Provincia di Cosenza, nell'ambito del CIS - Cosenza Centro Storico. Altro ancora, infatti, si ritiene di realizzare attraverso l’utilizzo delle risorse derivanti dalle economie delle procedure di gara come, ad esempio, l’immobile adiacente l’edificio scolastico di via Gravina, Casa Telesio, la chiesetta del Convento delle Canossiane, il Ricovero Umberto I, il Convento delle Vergini. Un articolato intervento, del valore di oltre 70 milioni di euro, finalizzato a restituire ai calabresi un patrimonio storico e monumentale non solo da visitare e frequentare occasionalmente, ma da vivere e valorizzare con una presenza costante, organizzata e vitalizzante”.

 

“Siamo arrivati a un primo, importante risultato: si è scelto – sottolinea Iacucci - il metodo del processo democratico, un lungo e impegnativo lavoro di analisi e proposte, sviluppatosi con un’intensa e proficua interlocuzione istituzionale, si conclude oggi con la firma del Cis Cosenza-Centro storico. La concertazione ha coinvolto oltre alle amministrazioni anche i cittadini, le associazioni, le realtà produttive del territorio: un lavoro di squadra che ha permesso di evitare una contrapposizione degli interventi, ma di condividere i progetti e portare avanti interventi complementari in modo da fornire una risposta efficace ai fabbisogni del centro storico di Cosenza. Ora un’altra sfida ci attende, il nostro lavoro continua ed entro il 31 dicembre 2021 bisogna assumere tutti gli impegni giuridicamente vincolanti”. 

Rissa tra giovani in via Margherita, due feriti.

Lunedì, 14 Settembre 2020 16:15 Pubblicato in Cronaca

piazza commercio2

La tensione dopo il caso Willy è alta nel paese, tutte le caserme cittadine e le stazioni di Polizia sono state sollecitate al massimo controllo nel caso di risse.

 

Botte per motivi da accertare, sicuramente questioni futili, o forse qualcosa in più.

Gli accertamenti sono ancora in corso da parte della Locale Caserma dei Carabinieri di Amantea, che ha preso possesso delle registrazioni video di molti negozi in pieno centro città.

 

Rissa più di due settimane fa, nel primo pomeriggio e nella centralissima via Margherita ad Amantea, quasi a ridosso di Piazza Commercio.

Qualcuno parla addirittura dell'uso di un casco a mò di spranga.

Ma la ricostruzione è difficile perche nessuno parla o comunque nessuno ha visto, e  ufficialmente la dinamica è ancora in corso di accertamento.

 

All'arrivo dei Carabinieri di Amantea, tempestivamente intervenuti, ci sono solo due giovani di Amantea gli altri, pare turisti cosentini, sono andati via, forse in ospedale.

Vi terremo aggiornati nel caso ci fossero sviluppi.

 

 

dignitoso 4
Dell'Arch. Myriam Argentino

 

L’Amanteano MARCO DIGNITOSO classe 1977, manager nella vita e velista per passione giorno 10 settembre 2020 si è aggiudicato col team di Suoer Atax il prestigioso trofeo velico de “La Cinquecento” organizzato dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita di Coarle (VE).

 

Per capire il valore di questa regata, nel mondo della vela, c’è da sapere che questa viene definita la “regina delle regate d’altura” e vi partecipano i più famosi navigatori oceanici e gli appassionati che decidono di mettersi alla prova lungo le cinquecento miglia del percorso, da compiere a vela senza scalo: da Caorle alle Isole Tremiti, passando per Sansego (Croazia). La 500 è una regata internazionale inserita nel calendario World Sailing che concorre all’assegnazione del titolo di “Campione Italiano Offshore”. Durante questo percorso di 500 miglia che attraversa l’Adriatico, gli equipaggi, che quest’anno erano venti (20), giocano soprattutto di strategia per la diversità di condizioni meteo e di correnti che si possono incontrare lungo il tragitto. Vincere questa regata quindi equivale ad un vero e proprio valore sportivo.

 

Da alcuni anni il nome di Marco Dignitoso si sente spesso nominare nei porti italiani che ospitano le regate più importanti, lui è conosciuto come il Kalabro o ‘Nduja, chiaro richiamo dell’ttaccamento alle sue origini Calabresi. Dignitoso, infatti grazie alla sua caparbietà e all’amore smisurato per il mare e la vela, si è fatto conoscere nel mondo della vela che conta entrando a far parte, di alcuni team velici di tutto rispetto. In questi anni, ha partecipato alle regate più importanti che si disputano nel Mediterraneo Campionato del Mondo, Campionati Europei, Vari campionati Invernali, ecc. riuscendo a vincere “La Copa del Rey” a Palma de Mallorca nel 2017, in classe Corinthian (non professionisti) con il Team QQ7e il Campionato Italiano di Vela d’altura a Crotone nel 2019 in classe 0-2 Crociera col team di “Milù III”.

 

Questo 2020, che in futuro sicuramente verrà ricordato per la pandemia e il lockdown, che ha visto tutte le attività sportive fermarsi compresa la Vela, il nostro velista, dopo un campionato italiano, Svoltosi a Gaeta,sotto tono, si è subito rifatto tagliando per primo il traguardo de “La 500” Miglia dell’Adriatico insieme all’equipaggio di Super Atax, un vecchio IOR completamente refittato e aggiornato dall’armatore Marco Bertozzi. Il team composto dai prodieri Gianfranco Gallo e Marco Dignitoso, Andrea Berlese drizze e cucina, Giuseppe Camarotto alle scotte, Manuel Polo navigatore, Matteo Bonin tattico, dopo 5 giorni e 4 notti di estenuanti lotte con le condizione meteo-marine e stima delle zone di mare con vento più favorevole, è riuscito a stravincere ottenendo la Line of Honour (i primi ASSOLUTI a tagliare il traguardo), primi in ORC ed IRC ASSOLUTI e di categoria/gruppo. Chissà se dopo il campionato Italiano di Crotone disputato l’anno scorso, la vittoria del giovane Cortese nella Vela under 15 nell’Italia d’argento al mondiale a squadre, le vittorie nella vela d’altura di Dignitoso anche in Calabria si avvicinerà di più al mondo della Vela, uno sport così bello e interessante!

 

 

BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy