A+ A A-

Non si capisce chi abbia suggerito al Comitato per la festa di San Francesco di Paola in quel di Campora San Giovanni di poter ottenere il contributo regionale destinato al capoluogo e non speso.

 

Certo che qualcuno ha fatto un ragionamento se non opportunistico quanto meno utilitaristico.

Ecco la storia che ci hanno riferito stamattina.

Due componenti del Comitato per la festa di San Francesco di Campora San Giovanni hanno chiesto un appuntamento al sindaco proponendo la assegnazione alla festa di Campora SG dei 7000 euro che la regione aveva assegnato al comune di Amantea per la notte bianca e che non sono stati spesi.

Parliamo della mancata presenza di Albertino, prima, e di Malgioglio, dopo.

Ovviamente il sindaco avrebbe risposto che erano soldi assegnati al Capoluogo e non alla Frazione.

Pacifica ma provocatoria la risposta del comitato” Perché Campora non fa parte di Amantea?”.

Insomma il sindaco ha opposto un muro.

Intanto perché per Sant’Antonio non sono stati erogati contributi.

I camporesi lo sapevano ed infatti non hanno chiesto fondi del comune ma quelli della regione.

Ci dicono che il sindaco avrebbe ricordato che la regione non ha erogato soldi ma assunto l’impegno a fornire un artista scelto, peraltro, direttamente dalla regione stessa.

Un artista che peraltro ha fatto doppiamente cilecca dando la stura a violenti attacchi politici contro la giunta che assurdamente si è fatta “gacciare” senza richiamare la esclusiva responsabilità di Oliverio & c .

Soldi, soldi, soldi.

Tutti vogliono soldi.

Non tutti, perché molti hanno dato significato alla estate amanteana senza avere una sola lira, altro che un solo euro!

Nessun problema per la famosa festa di San Francesco di Paola in Campora San Giovani.

I camporesi sono sempre stati capaci di fare grandi cose pagandole in prima persona

E sarà così anche quest’anno.

Pubblicato in Politica

s18“Ho partecipato stamattina a Catanzaro, presso il Dipartimento Lavori Pubblici, all’incontro da me richiesto con l’assessore Musmanno e i vertici Anas per affrontare il problema della percorribilità della statale tirrenica 18, con particolare riferimento al tratto sito in località Principessa di Campora San Giovanni, rispetto al quale avevo ricevuto lettera aperta da parte dei rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio, del turismo, dei servizi e del comparto edile ed industria del comprensorio del basso tirreno cosentino ”. È quanto dichiara il consigliere Bevacqua, il quale così prosegue: “Ringraziando l’assessore per la sensibilità manifestata nel pronto recepimento della mia richiesta e il presidente Oliverio per il suo prezioso interessamento, voglio esprimere la mia soddisfazione per l’esito dell’incontro, dal quale è emersa una soluzione immediata per la rimozione dell’inconveniente derivante dalla presenza dell’impianto semaforico e della circolazione a senso unico alternato: così come garantito dai responsabili dei dipartimenti interessati, i lavori partiranno la prossima settimana e si concluderanno sicuramente prima dell’ inizio della stagione estiva”. “I responsabili Anas presenti, il capo dipartimento Calabria, ing. Ferrara, e il responsabile dell’area compartimentale viabilità, ing. Molidoro – continua Bevacqua – oltre a definire l’operatività per la manutenzione ordinaria del tratto interessato, hanno espresso la loro piena disponibilità per un’analisi complessiva delle problematiche relative alla percorribilità inerente l’intera statale 18. A questo proposito, la Regione sta mettendo in campo una serie cospicua di interventi, alcuni già in fase di cantierizzazione, che interesseranno anche l’essenziale ripascimento della costa, colpita dai recenti eventi di mareggiata”. “Da parte mia – conclude Bevacqua – provvederò a inserire nella prossima seduta della Commissione Ambiente e Territorio, da me presieduta, una serie di audizioni organiche che, con l’opportuno e necessario coinvolgimento del Comune di Amantea, possano delineare il quadro complessivo delle azioni sinergiche occorrenti all’implementazione completa delle soluzioni prospettate”.

Pubblicato in Cronaca

I bambini ed i ragazzi sono sempre stati affascinati dal mestiere del vigile del fuoco

Ammirano la loro prontezza, la loro abilità e, soprattutto, il loro coraggio.

 

 

 

 

 

Fra giorni i “loro” e nostri eroi saranno qui ad Amantea e, più esattamente, in Campora San Giovanni.

Si! “Pompieropoli” arriva a Campora San Giovanni.

La Pro Loco della frazione tra le tante manifestazioni hanno promosso ed organizzato Pompieropoli Giorno 22 aprile sarà creato un vero e proprio villaggio dei pompieri con situazioni di emergenza in un campo dimostrativo a misura di bambino.

Non mancheranno esercitazioni pratiche su operazioni di primo soccorso.

Si tratta di un progetto destinato agli alunni delle scuole materne, elementari e medie

I ragazzi dai 3 ai 13, accompagnati dai genitori, potranno provare l'emozione di essere pompieri per un giorno salvando un gattino, spegnendo un incendio, scendendo dal palo dei pompieri, salendo su una scala, tutto con l'aiuto e l'assistenza dei volontari dell'associazione.

In piazza San Francesco saranno montati alcuni gazebi ed alcune attrezzature ed equipaggiamenti per i bambini che, gratuitamente ed in clima di festa, potranno vivere ed essere protagonisti delle attività che sono proprie dei vigili del fuoco.

L’iniziativa è stata promossa dal Comando dei Vigili del Fuoco di Cosenza

Dopo Amantea( nel parco della grotta alcuni anni fa-sindaco Monica Sabatino- si è svolta una simpaticissima iniziativa similare che ha reso felici chi via ha potuto partecipare.

Un vero e proprio villaggio dei vigili del fuoco.

Gli alunni delle scuole partecipanti saranno impegnati in simulazioni, in un percorso guidato, completo di esercitazioni con attrezzature e tecnologie adeguate.

Che emozione per i ragazzi e bambini provare a salire su una scala, spegnere un incendio, salvare un gattino, scendere dal palo dei pompieri, arrampicarsi su una parete attrezzata e, per i più grandicelli, lanciarsi su un materasso ad aria.

I ragazzi proveranno l'emozione di essere pompieri per un giorno.

E così fare il vigile del fuoco per loro sarà un gioco da ragazzi.

Le mamme

Pubblicato in Campora San Giovanni

7-Aprile 2018.La Pro Loco di Campora S.G. anche quest’anno, come ormai consuetudine, accende i riflettori sull’Autismo, con la collaborazione della cooperativa sociale IDEA 90 di SCALEA (CS) e la partecipazione della federazione ARTEDO COSENZA ,e con la partecipazione dell'ISTITUTO COMPRENSIVO CAMPORA –AIELLO, con il patrocinio dell’UNPLI Cosenza e del comune di Amantea .

Campora come ...Roma, New York, Sidney, Rio de Janeiro e molte altre città del mondo si ACCENDERA’ di BLU.

Una luce che unirà idealmente tutto il mondo per dare sostegno e speranza a chi vive questa condizione.

La pro loco ha organizzato una “4 giorni”dedicati alla sensibilizzazione della consapevolezza sull’autismo, Mercoledi 4 ,Giovedi 5, Venerdi 6 e Sabato 7 Aprile, i primi tre giorni saranno dedicati ai ragazzi dell’istituto comprensivo di Campora – Cleto - Aiello infatti saranno proposti dei laboratori esperenziali dall’associazione idea 90 e ARTEDO cosenza , titolo del tema per le scuole “la Gabbianella e il Gatto “ che ha come obbiettivo riconoscere l’altro diverso da se , integrazione ed accettazione del gruppo classe del bambino autistico .

Il tutto si concluderà nella giornata di sabato 7 aprile, con inizio dalle ore 9:00 alle ore 13 all’interno dell'Auditorium Don Peppino Arlia, in piazza San Francesco, con la presenza degli studenti dell’Istituto Comprensivo che hanno collaborato alla fattiva realizzazione di questa giornata con la realizzazione di disegni e con la partecipazione al concorso “Scatta l’Emozione” rivolte alla conoscenza dell’Autismo .

La manifestazione continuerà sempre all’interno dell'Auditorium, con inizio alle ore 16.00 in poi, con un importante Convegno dal titolo: Autismo…”Parliamone ”

Un Mondo Dipinto di Blu, con la partecipazione di Associazioni del territorio, Istituzioni, Medici, Giornalisti ed Esperti del Settore, tutti insieme per parlare, discutere e sensibilizzare sulla sindrome dell’autismo.

Il convegno vuole sottolineare che parlandone insieme ognuno per le proprie competenze si può apportare un contributo nelle famiglie affette dall’autismo .

Portare alla riflessione grandi e piccini significa contribuire alla presa della consapevolezza che “insieme si puo’ “ sconfiggere l’emarginazione e il dolore per un carico che schiaccia chi ne è colpito.

Ospiti della serata la scuola di danza di Simona Vespasiano,

alla manifestazioni saranno presenti le telecamere di Mark & Vincent con “ spasso con il sorriso “, la serata si concluderà con un ricco buffet offerto dal Consorzio Isca Hotel e dalla Pro Loco Campora, alla fine anche quest’anno la pizza sarà illuminata di blu .

….NON MANCARE...VIENI ANCHE TU ..COLORIAMO CAMPORA DI BLU !!!!!!!.

Pubblicato in Basso Tirreno

Una anziana signora di Campora San Giovanni abitante in via Aosta è stata salvata dai carabinieri Abate ed Osso della caserma di Amantea.

Stamattina Carabinieri e vigili erano impegnati con la imponente processione del venerdì santo .

Alcuni in rappresentanza dei relativi corpi erano addirittura presenti nella processione.

Altri a presidio e governo delle strade.

Ma i carabinieri vengono raggiunti da una telefonata proveniente da Campora San Giovanni, una popolosa frazione di Amantea che da ormai troppo tempo va avanti senza la presenza stabile delle forze dell’ordine.

Sono i congiunti della novantaduenne Bernardo Ciddio Carmela.

La anziana signora non risponde al telefono , né al citofono.

I congiunti sono preoccupati ed allora chiamano i carabinieri di Amantea guidati dal maresciallo Tommaso Cerza.

Chi avrebbero potuto chiamare?

I vigili del Fuoco dalla lontana Paola?

No meglio i carabinieri.

Una pattuglia è in giro per il controllo del territorio e   piomba nella lontana frazione.

I due giovani Carabinieri non si perdono d’animo.

Recuperano un scala ed entrano nell’appartamento.

Lì a terra dalla sera di ieri la signora Carmela .

Era svenuta ed aveva battito la testa al comodino.

Arrivano i soccorsi sanitari e la signora Carmela viene trasportata nel vicino nosocomio di Paola.

Pubblicato in Campora San Giovanni

Riceviamo pubblichiamo il seguente articolo:

Sono stati condannati rispettivamente a 5 anni e a 4 anni e 8 mesi, Lorenzo Fimiano e Raffaele Verre, accusati di tentato omicidio, per aver aggredito con un coltello, ferendolo all'addome, il giovane Amanteano (ma residente in Germania), Franchini Marco Daniel, durante i festeggiamenti in onore del Santo Patrono, San Francesco, a Campora San Giovanni, nella notte del 02 settembre scorso.

Lo stesso Franchini, nella notte tra il 02 e il 03 settembre, dovette far ricorso ai sanitari dell’ospedale civile di Lamezia Terme che lo sottoponevano ad un intervento chirurgico per suturare una ferita all’addome provocata da un coltello.

Il GUP del Tribunale ordinario di Paola, Dott.ssa Mesiti, nel processo con rito abbreviato, sentiti gli imputati i quali rendevano spontanee dichiarazioni, l'arringa dell'accusa, della persona offesa e degli imputati, ha riconosciuto la penale responsabilità degli stessi, condannandoli così come richiesto dalla difesa della parte civile, ad una pena superiore rispetto a quella richiesta dalla pubblica accusa, e condannando gli imputati altresì all'interdizione dai pubblici uffici ed al risarcimento delle spese di costituzione di parte civile, assistita dall'avv. Beatrice De Luca.

La nostra solidarietà ed i migliori auguri di buona guarigione al giovane Franchini Marco Daniel, sperando che per mezzo di tale sentenza riesca a trovare conforto e quella serenità di cui è stato brutalmente privato.

Amantea lì, 29/03/2018                               avv Beatrice De Luca

chiesa madreCarissime cittadine e carissimi cittadini,

dal 17 al 25 febbraio si terrà ad Amantea la settimana delle Missioni Popolari 2018 in onore di San Francesco di Paola.

Si tratta di una settimana importante che inizierà sabato 17 febbraio alle ore 16.00 a Campora San Giovanni, dove la città accoglierà la Reliquia del Santo di Paola nel piazzale dell’Hotel “Al Torrione”. Li, ad attenderla, ci sarà anche la statua di San Francesco della Parrocchia di San Pietro Apostolo. Alle ore 17.00 si terrà la Celebrazione Eucaristica alla presenza del Vescovo Emerito Monsignor Salvatore Nunnari.

Il 22 febbraio alle ore 18.30 – nella sala consiliare - si terrà un Consiglio comunale aperto in sessione straordinaria proprio per l’accoglienza delle Reliquie di San Francesco di Paola.

La settimana delle Missioni Popolari si concluderà domenica 25 nella Parrocchia di San Biagio dove alle ore 18.00 si terrà la Celebrazione Solenne – durante la quale sarà annunciata ufficialmente la notizia del ritorno di Amantea a sede diocesale - presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Francescantonio Nolè, Arcivescovo della Diocesi di Cosenza-Bisignano, e l’affidamento da parte del Sindaco Mario Pizzino della Città al Santo con la consegna delle chiavi. Al termine si svolgerà la fiaccolata di saluto al Santo al Ponte di Catocastro con intitolazione dello stesso a San Francesco di Paola.

Invitiamo tutti i cittadini ad essere partecipi di questi momenti così significativi per la nostra comunità. E ringraziamo di cuore tutti i parroci e particolarmente l’Ordine dei Minimi per l’organizzazione della Missione Popolare in vista dell’offerta dell’olio per la lampada votiva al Santuario di Paola da parte della Città di Amantea.

Con i più cari saluti,

L’Amministrazione Comunale

Pubblicato in Primo Piano

campora calcioL’Amministrazione Comunale di Amantea esprime sdegno e ferma condanna in relazione all’atto vandalico compiuto ai danni del campo sportivo di Campora San Giovanni.

Le scritte apparse stamattina, infatti, offendono le nostre comunità ed il nostro senso civico. Sono frutto di inciviltà e di sprezzo per il bene pubblico.

Scrivere sui muri frasi banali e ingiuriose è un atteggiamento da codardi. E, nella fattispecie, rischia di alimentare sentimenti negativi e conflittuali dannosi per il nostro vivere civile.

Campora e Amantea sono un’unica realtà operosa, accogliente e generosa fatta da persone perbene. Quanto apparso sui muri dello Stadio di Campora San Giovanni nulla ha a che vedere con i sentimenti dominanti nella nostra comunità.

È bene, tuttavia, che – dinnanzi a fatti come questi - le energie civili, morali e intellettuali presenti nel nostro territorio si mobilitino sempre più. Ed in tale ottica, l’Amministrazione comunale è impegnata in un’opera atta ad alimentare le coscienze con i migliori sentimenti comunitari, agevolando azioni di contrasto nei confronti della deprivazione culturale e dell’illegalità.

Rimane lo sdegno per un atto vile, che offende la città tutta.

Amantea, 22 gennaio 2018

L’Amministrazione comunale

Pubblicato in Campora San Giovanni

Ecco una buona notizia .

Il sindaco Mario Pizzino ed il vicesindaco Andrea Ianni Palarchio, con delega al’ambiente, igiene e sanità, si sono recati presso gli uffici della regione calabria per sollecitare un finanziamento per la realizzazione della nuova, necessaria, isola ecologica di Campora San Giovanni.

E’ a tutti noto come Amantea sia non una ma due città, il capoluogo con i suoi quasi 9 mila abitanti e la frazione Campora SG con i suoi quasi 5 mila abitanti.

Campora, in sostanza, è ben più di una cittadina, avendo più abitanti della gran parte dei comuni viciniori: parliamo di Cleto, Serra di Aiello, Aiello Calabro, San Pietro in Amantea, Nocera Terinese, Falerna, Gizzeria, Martirano, Grimaldi, Lago, Domanico, Carolei, Belmonte Calabro, Longobardi, Fiumefreddo Bruzio, eccetera.

Nessuna sorpresa per questa importante ed indispensabile iniziativa, allora.

Anzi, era ben opportuna se si pensa che tra il capoluogo di Amantea e la frazione Campora San Giovanni c’è una distanza maggiore che tra i due centri nepetini ed i comuni viciniori!

Amantea, cioè , ha bisogno di ( almeno) 2 isole ecologiche.

E parliamo di isole ecologiche fortemente qualificate e capaci, cioè di essere la risposta necessaria alle esigenze ambientali di un paese civile.

Certo, se come si fece un tempo, quando Amantea, fu fautrice della rivoluzione ambientale del basso e medio tirreno cosentino, si sarebbe potuto, come allora, programmare isole ecologiche pluricomunali e finalizzate, cioè per territori ben più ampi di un solo comune.

Insieme alla nuova in Campora occorre anche integrare, completare e migliorare quella di Amantea.

Certo qualche “esteta” potrebbe volere che si impiantino sui lati in vista dalla SS18 e dal rilevato ferroviario alberi di veloce crescita e di alto fusto in modo da occludere la vista della spazzatura.

Sono gli stessi che magari, poi, stanno zitti quando vedono la gente che butta la spazzatura per strada! Ma tant’è!

Nessuna tentazioni, quindi, di chiuderla.

Sarebbe una sciocchezza e forse anche una aberrazione.

Le isole ecologiche non sono solo a servizio di chi gestisce il delicato ed importante servizio di raccolta dei rifiuti o del personale comunale che vi afferisce quanto raccoglie per strada, ma soprattutto dei cittadini e delle aziende che possono portarvi direttamente i rifiuti, specie gli ingombranti

Ma ci pensate ad un amanteano che deve raggiungere il PIP per consegnare un rifiuto proveniente dalla propria abitazione o dal proprio negozio?

Assurdo, come oggi è assurdo che da Campora si debba venire ad Amantea!

Bene, allora, questa iniziativa che finalmente pone limite ad una carenza che crea sul territorio di Campora SG vergognose discariche abusive.

Speriamo che il progetto non sia una sciocchezza e preveda non solo i cassoni, ma anche un carro ponte per gli ingombranti, trituratori e presse per il verde e quant’altro necessario!

Basta approssimazioni!

Pubblicato in Campora San Giovanni

san francesco«I festeggiamenti rivolti a San Francesco di Paola non hanno messo soltanto in luce il cammino di fede che la comunità di Campora San Giovanni ha tributato con devozione al santo, ma ha anche registrato la presenza di tanti artisti che hanno avuto modo di mostrare la propria passione ad un pubblico quanto mai interessato. In particolare, l’elevatissimo livello qualitativo che hanno espresso i cantanti locali nell’ambito della serata di giorno 2 settembre ne è l’esempio più concreto».

«Troppo spesso non ci concentriamo sulle potenzialità che il territorio esprime, sia dal punto di vista tangibile, sia da quello immateriale. L’evento, programmato perfettamente dal gruppo di lavoro che con costanza e puntigliosità si occupa del complesso iter procedurale della festa, ha consentito di far salire sul palco le eccellenze canore della città: è un elemento che merita un’adeguata riflessione. Mi auguro che questa tradizione, appena inaugurata, possa proseguire nel tempo, diventando un appuntamento fisso nel panorama complessivo delle iniziative che hanno luogo in città. L’entusiasmo di tanti ragazzi che con la loro voce hanno emozionato il numeroso pubblico presente, è difficile da descrivere. Nel corso della serata, presentata da Ortensia Barone, si sono esibiti: Lidia Cuore, Mattia Brusco, Martina Sicoli, Aida Catellino, Ortenzia Guido, Maria Fiorina Cicero, Eugenio Mannarino, Aurora Paradiso e Francesca Pagliaro. Sullo stesso piano, tra bravura e maestria, vanno a collocarsi le performance di Rosa Cappelli, che non scopriamo certo oggi, del balletto della scuola Koreos che ha letteralmente incantato, e della fisarmonica del maestro Francesco Cassano, accompagnato dai Fourfisa. Di uguale spessore artistico, infine, l’esecuzione dell’Orchestra di Fiati Mediterranea che, giorno 1 settembre, ha inaugurato il ciclo dei concerti. Credo dunque sia arrivato il momento di smentire l’adagio “nemo profeta in patria”: come amministratori abbiamo il dovere di incentivare il percorso artistico di questi ragazzi e come cittadini dobbiamo fare in modo di accrescere la loro fama, aiutandoli, supportandoli e sostenendoli».

«Un ringraziamento va rivolto, ovviamente a don Apollinaris Mashughuli per le modalità in cui svolge il proprio mandato. Ma un plauso va rivolto anche al Dipartimento turismo della Regione Calabria che, agendo in sinergia con i volontari del già citato gruppo di lavoro, ha contribuito alla realizzazione del concerto conclusivo di Danilo Sacco, ex voce dei Nomadi. Una perfetta sinergia tra la parte più attiva della popolazione e le istituzioni: un patrimonio da non disperdere».

Pubblicato in Campora San Giovanni
Pagina 1 di 12

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy