A+ A A-

Trame di Seta. Storia, Cultura e turismo

Vota questo articolo
(2 Voti)

Ci fu un tempo in cui la seta amanteana veniva portata con i carri trainati dai cavalli fino a quel di Catanzaro dove veniva lavorato ,diventava tessuto e prodotti di seta venduti in tutto il mondo.

Ad Amantea nessuna memoria, nessuna ricerca, quasi come se la città non avesse bisogno della sua storia.

Per fortuna, a Catanzaro, invece, scuole ed associazioni, con il patrocinio del Comune di Catanzaro ricordano questa importante parte di storia calabrese.

Ecco cosa si farà domani.

“Lunedì 9 aprile, alle ore 10.00, nella sala concerti di Palazzo De Nobili, sarà presentata la terza edizione del progetto didattico “Trame di Seta”, curato dalle associazioni “CulturAttiva” e “Io e Mamma” con il patrocinio del Comune di Catanzaro, la collaborazione del centro Calabrese di Solidarietà ed il supporto dell’emittente televisiva regionale RTC – Telecalabria.

L’iniziativa, che è parte integrante del progetto didattico “Baco da seta” e che l’anno scorso ha favorito l’arrivo in città di circa mille studenti provenienti da tutta la Calabria e anche da fuori regione, si concretizza nello svolgimento di un laboratorio esperienziale itinerante che, come ogni anno prende forma nei quartieri più antichi della città la cui storia è legata all’arte della seta, antico vanto della città di Catanzaro.

All’incontro prenderanno parte l’assessore dal Turismo del Comune di Catanzaro, Alessandra Lobello; il vice presidente della “Cooperativa Nido di Seta”, Miriam Pugliese; il presidente di “CulturAttiva”, Angela Rubino; la responsabile del progetto “Io e Mamma” della Cooperativa “L’isola che non c’è”, Alessandra Mungo e il responsabile del settore Prevenzione del Centro Calabrese di Solidarietà, Claudio Falbo.

Trame di seta è parte di un percorso che inizia a San Floro, dove i ragazzi si recano al mattino, calandosi completamente nella lavorazione della seta, dall’allevamento dei bachi, alla tessitura, passando per il suggestivo Museo didattico della seta.

Giunti a Catanzaro, si darà il via al laboratorio esperienziale itinerante nel cuore della città antica, nel corso del quale  alla storia della seta s’intreccerà un percorso educativo e sensoriale basato su varie attività, finalizzate a creare una vera esperienza che possa lasciare una traccia profonda nella mente e nel cuore dei partecipanti.

“L’intento del progetto – ha spiegato Angela Rubino – è quello di recuperare la storia della seta, antico vanto della città di Catanzaro, che divenne famosa in tutta Europa per i suoi preziosi tessuti serici e diffonderne la conoscenza nei più giovani.

Il successo di questa iniziativa – ha concluso la Rubino – rafforza in noi la convinzione che la rinascita del nostro territorio debba passare soprattutto per il recupero del nostro prezioso patrimonio fatto di storia e di antiche tradizioni”.

Ndr Grazie ed auguri.

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy