A+ A A-

Riceviamo e pubblichiamo ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

“Sono diversi anni che a Longobardi è istituito il servizio di volontariato.

Ora, il Comune ha stato modificato il Regolamento che ne regolava lo svolgimento, rendendolo più agile e conformandolo anche alle recenti normative del Governo e alle circolari della Corte dei conti.

L'Amministrazione comunale, quindi, in ossequio a quanto previsto dalla legge, da pubblicità alla cosa.

Avviso pubblico per l’iscrizione nell’elenco comunale del volontariato

Avvisiamo i cittadini che volessero svolgere attività di volontariato come da Regolamento comunale approvato il 29 giugno 2016, che detto Regolamento è stato modificato nella parte riguardante i “rimborsi”.

Con questa modifica, a differenza di quanto avveniva prima, i Volontari possono avere i rimborsi con una autocertificazione, fino a 150 euro al mese.

Eventuali richieste di rimborsi “oltre” questa cifra, vanno accompagnati da “ pezze giustificative”.

I settori dove si può svolgere il volontariato, sono :

   Settore sociale ;

   Settore culturale ;

   Settore ambiente ;

   Settore pulizie e rifiuti solidi urbani ;

   Settore archivio comunale ;

   Settore civile ;

   Supporto agli uffici ;

   Settore turistico e guide ;

   Protezione civile.

Per poter svolgere il Volontariato, gli interessati devono recarsi in Comune, Ufficio segreteria (Fulvio Chilelli) e fare la relativa richiesta.

Grazie per l’attenzione.

Il Sindaco Giacinto Mannarino”

Pubblicato in Longobardi

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota del comune di Longobardi

“Vertice stamattina presso la sede Comunale di Longobardi, tra il Sindaco Giacinto Mannarino, il capogruppo di maggioranza Antonio Costabile e i capigruppi di minoranza Nicola Bruno e Donatella Attanasio.

Oggetto dell’incontro la telecronaca Rai, in occasione della tappa calabrese del Giro d’Italia e le eventuali azioni da intraprendere a tutela di Longobardi, evidentemente danneggiato dalla diffusione di informazioni totalmente negative e parzialmente errate.

Il Sindaco di Longobardi e il Consiglio comunale tutto, si uniscono al coro delle proteste levatesi in occasione della “corsa rosa”.

È quanto si legge in una nota congiunta diffusa dal Sindaco Mannarino.

Il Giro d’Italia, che è un veicolo di promozione del territorio, peraltro, sostenuto dalla Regione Calabria, con un contributo di euro 400.000,00, in occasione della tappa calabrese, si è trasformato in una denigrazione dell’intero Tirreno Cosentino, senza nulla aggiungere sulle meraviglie che offre la nostra splendida costa.

Il passaggio del Giro d’Italia, infatti, è stato commentato evocando solo notizie negative.

Dopo anni di sacrifici ed impegni, a favore dei propri territori, da parte degli amministratori tutti, ecco il “Giro” a danneggiare l’immagine del Tirreno Cosentino ed anche di Longobardi, con un fantomatico autovelox, oggi, non attivo.

Non chiediamo, beninteso, di nascondere eventuali verità, ma diciamo con forza no alla diffusione di notizie fuori luogo, visto che la Carovana Rosa è una manifestazione squisitamente sportiva che dà attenzione alle diverse aree geografiche regionali.

Il Sindaco Mannarino, supportato dai Capigruppi Consiliari, si è riservato un eventuale azione legale.

F.to il Sindaco Giacinto Mannarino      

F.to i Capigruppi Consiliari Antonio Costabile, Nicola Bruno, Donatella Attanasio    

Longobardi 17.05.2018

Pubblicato in Belmonte Calabro

Scrive Giacinto Mannarino sindaco di Longobardi

“Il Giro d’Italia ha da poco attraversato il tirreno cosentino, senza nulla togliere al sacrosanto diritto di cronaca, sarebbe stato bello, da parte della RAI, ricordare per esempio che, da poco, Cetraro ha ottenuto la bandiera blu per il proprio porto turistico.

Oppure ricordare che la Calabria sia una terra di santi e il che forse è anche vero visto che il paese di Longobardi in provincia di Cosenza, tra santi e beati e servi di Dio ha la fortuna di averne generati addirittura quattro!

Di questi il più celebre è San Nicola Saggio da longobardi.

Però questo non risponde ai dettami del dio auditel e diventa più affascinante raccontare la famosa nave dei veleni di Cetraro e il famigerato autovelox di Longobardi.

Però a mio modesto avviso il tutto è lontano dal servizio di stato per il quale paghiamo il canone”

Pubblicato in Paola

Scrivono i consiglieri di minoranza Nicola Bruno e Francesco Cicerelli alla maggioranza guidata dal sindaco Giacinto Mannarino

 

 

 

 

 

"Non possiamo dire il falso se citiamo testualmente la relazione dell'organo di revisione, allegata al rendiconto della gestione 2017, sullo stato di salute del nostro comune".

"Ribadiamo -continua il capogruppo di opposizione Nicola Bruno- che permangono, come risulta dal bilancio consuntivo 2017, i costi elevati e le gravi criticità del servizio idrico integrato, la cui spesa è stata di € 420.274,92 e della raccolta differenziata, che è costata € 372.335,61.

Il rendiconto, poi, evidenzia un timido risanamento, ma a totale scapito dei cittadini, con tasse al massimo, zero investimenti e zero servizi.

Quanto all'indebitamento, esso, come risulta dalla relazione dell'organo di revisione, a pagina 26, è pari ad € 5.544.366,64; come pure l'incidenza degli interessi passivi e del rimborso dei prestiti in conto capitale, sempre come risulta dalla predetta relazione, alla stessa pagina, è di € 427.663,24.

A ben vedere è il revisore a certificare dati e numeri e non certamente l'opposizione.

Non di meno bisogna ricordare che la maggioranza, come certificato sempre dal revisore dei conti, ha riconosciuto € 688.755,02 di debiti fuori bilancio.

Infine: "l'organo di revisione precisa, senza mezzi termini, -continua il consigliere Nicola Bruno- che un'eventuale mancata approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale -si legge nella relazione- da parte della corte dei conti, non consentirà il pagamento dei debiti con fondi di bilancio e potrà compromettere l'equilibrio economico e finanziario dell'Ente".

In altre parole "se la corte dei conti -conclude Bruno- dovesse approvare il c.d. predissesto, il comune rimarrebbe impantanato, in tasse al massimo, zero servizi e zero investimenti, per 15 anni, visto che la maggioranza, nella seduta consiliare del 6 marzo scorso, con nonchalance, ha allungato il predissesto di altri 5 anni; se viceversa, dovesse deliberare di non approvare il suddetto piano, andrebbe in dissesto.

Insomma, il fallimento politico ed economico di questa maggioranza è scritto nei suoi stessi documenti".  

Pubblicato in Longobardi

fallimento-680x360Longobardi – La maggioranza ha approvato il conto del bilancio 2017, con il voto contrario del gruppo consiliare "Progetto Longobardi" e l'astensione del consigliere Donatella Attanasio. Si è tenuto, infatti, nei giorni scorsi, alle 9.30, presso la casa municipale di Longobardi, il consiglio comunale, in prima convocazione, avente, tra l'altro, all'ordine del giorno, l'approvazione del conto del bilancio 2017. "Snocciolando numeri e dati negativi del rendiconto della gestione per l'esercizio 2017, è emersa la totale fallimentare gestione del comune sul fronte della spesa". E' quanto affermano i consiglieri di minoranza Francesco Cicerelli e Nicola Bruno. "Permangono, ahinoi, i costi elevati e le gravi criticità del servizio idrico integrato e della raccolta differenziata. Il conto del bilancio evidenzia un timido risanamento, a totale scapito dei cittadini, con tasse al massimo, zero investimenti e zero servizi, svendite patrimoniali, sprechi ed una spesa abnorme. L'indebitamento, pari ad € 5.544.366,64, rimane ancora elevato, con un'incidenza degli interessi passivi e del rimborso dei prestiti in conto capitale, sempre per l'anno 2017, di € 427.663,24. Inoltre, rispetto al conto del bilancio 2016, gli incassi sono diminuiti drasticamente, pur a fronte di maggiori accertamenti. Non a caso l'organo di revisione raccomanda un'azione costante ed incisiva nella riscossione dei tributi propri e di contrasto all'evasione". Ancora: "l'organo di revisione precisa, senza mezzi termini, -continua il consigliere Nicola Bruno- che un'eventuale mancata approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale -si legge nella relazione- da parte della corte dei conti, non consentirà il pagamento dei debiti con fondi di bilancio e potrà compromettere l'equilibrio economico e finanziario dell'Ente". In altre parole "se la corte dei conti -conclude Bruno- dovesse approvare il c.d. predissesto, il comune rimarrebbe impantanato, in tasse al massimo, zero servizi e zero investimenti, per 15 anni, visto che la maggioranza, nella seduta consiliare del 6 marzo scorso, con nonchalance, ha allungato il predissesto di altri 5 anni; se viceversa, dovesse deliberare di non approvare il suddetto piano, andrebbe in dissesto".

Pubblicato in Longobardi

Longobardi Pro Loco e Comune sempre avanti, sempre primi.

Riceviamo dall’Ufficio stampa del comune di Longobardi la seguente nota stampa:

Il 25 aprile, a partire dalle ore 16, la Pro Loco di Longobardi organizza l'edizione "zero" della cronoscalata intitolata "Dal mare a San Nicola".

Un percorso di circa un km e mezzo che parte dalla zona Marina, percorre un'antica mulattiera ripristinata recentemente dal Comune di Longobardi e, tra panorami mozzafiato, cascate, ponti sul fiume e scorci di un paesaggio struggente di incantevole bellezza, giunge alla casa natale del Santo Patrono di Longobardi, San Nicola Saggio. 

Obiettivo di ogni Pro Loco è quello della valorizzazione del proprio territorio e la neo nata Pro Loco di Longobardi sta lavorando alacremente per promuovere le bellezze di questo borgo che offre tante meraviglie .

Fortemente voluto dal Presidente Gustavo Vignale e grazie alla disponibilità di Dario Cima di Cicli Cima Amantea, al prezioso aiuto di Massimo Ragusa, runner professionista di Amantea, e al patrocinio del Comune di Longobardi, l'evento sarà unico nel suo genere: una cronoscalata a squadre (ciclisti e podisti) in maniera non agonistica, per valorizzare questo sentiero alla scoperta e riscoperta del borgo di Longobardi.

Dopo la gara, la serata continuerà all'insegna dell'allegria con musica, stand gastronomici e tante sorprese e novità che la Pro Loco proporrà in anteprima in vista dell'imminente stagione estiva.

Dopo la gara, sono disponibili guide turistiche del posto, per chi volesse esplorare e rilassarsi nel percorso del Santo, fino al Centro storico

Prosegue la proficua collaborazione tra Comune e Associazioni, dunque, e sono in cantiere numerose altre iniziative, anche a breve.

L'appuntamento dunque è mercoledì 25 aprile, a Longobardi in Loc Acquavona, a partire dalle ore 16.00, per un pomeriggio di sport, ambiente, cultura e divertimento.

Pubblicato in Longobardi

Ecco il comunicato dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Longobardi

Anche quest’anno, come avviene da 19 anni, i cittadini di Longobardi che hanno bisogno di cure termali, possono utilizzare il trasporto gratuito messo a disposizione dall’Amministrazione comunale.

Possono partecipare tutti, a prescindere dall’età.

Chi è interessato, può recarsi in Comune dalle 9.00 alle 13.00, ufficio segreteria (Fulvio Chilelli), oppure telefonare al n. 0982-75895, interno 1 oppure 2.

Un servizio probabilmente unico quello garantito dal piccolo comune tirrenico che propone due cose :

In primis un aforisma di Daniela Husar, quello che dice :” Date retta ai gesti, mai alle parole. I gesti dimostrano, le parole illudono”

In secundis l’elenco delle patologie che possono trarre beneficio dalle cure termali:

  • Malattie otorinolaringoiatriche e delle vie respiratorie
  • Rinopatia vasomotoria
  • Bronchite cronica semplice accompagnata a componente ostruttiva
  • Malattie cardiovascolari
  • Postumi di flebopatie di tipo cronico
  • Malattie ginecologiche
  • Sclerosi dolorosa del connettivo pelvico di natura cicatriziale e involutiva
  • Leucorrea persistente da vaginiti croniche aspecifiche e distrofiche
  • Malattie dell’apparato urinario
  • Calcolosi delle vie urinarie e sue recidive
  • Malattie dell’apparato gastroenterico
  • Dispepsia di origine gastroenterica e biliare; sindrome dell’intestino irritabile nella varietà con stipsi
  • Malattie reumatiche
  • Osteoartrosi ed altre forme degenerative
  • Reumatismi extra-articolari
  • Malattie dermatologiche
  • Psoriasi
  • Dermatite seborroica ricorrente.

Un elenco che serve anche agli amanteani

Grazie al comune di Longobardi

 

Pubblicato in Longobardi

E’ stata pubblicata in questi giorni la graduatoria per favorire gli esercizi commerciali nelle aree montane.

 

 

 

 

 

 

Anche in questa occasione è stata premiata la capacità progettuale del Comune di Longobardi.

L’intervento va nell’ottica della realizzazione dell’Agenda Contro Esodo messa a punto da Anci lo scorso anno per arrestare ed invertire il trend dello spopolamento dei nostri territori.

Infatti lo scorso anno, il Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie ha elaborato una strategia di contrasto alla chiusura delle piccole attività commerciali che consentisse il rilancio e la valorizzazione di questi veri “presidi” per le comunità nonché espressione delle sempre più apprezzate tipicità locali.

Il finanziamento di 25000€ non è certo esaustivo del problema, però può rappresentare un momento d’inversione di tendenza.

La legge sui piccoli comuni deve diventare pienamente operativa, e deve passare necessariamente dal mantenimento degli uffici postali, da misure di fiscalità di vantaggio all’attenzione alle “piccole scuole”.

Non sarà semplice perché le tendenze sono altre, però guai ad arrendersi, bisogna stare sempre sul "pezzo" e cercare di cogliere ogni opportunità, partecipare ad ogni bando, proporre nuove progettualità legate alle nostre peculiarità territoriali.

Noi ci proviamo sistematicamente, spesso chi valuta, ci premia, come nel caso di specie, Longobardi c’è.

Cordialità                                           Giacinto Mannarino

Pubblicato in Longobardi

ESTATE 2018, ASSEGNATE DAL COMUNE 4 NUOVE AREE DEMANIALI PER ATTIVITA’ TURISTICHE.

LA COMMISSIONE COMUNALE, ALL’UOPO CREATA E DIRETTA DAL RESPONSABILE DELL’UFFICIO TECNICO, ING. SALVATORE CARNEVALE, IN

 

ESECUZIONE DELL’AVVISO PUBBLICO PUBBLICATO IL 4 DICEMBRE 2017, E VISTO IL VIGENTE PIANO DI SPIAGGIA COMUNALE, HA PROVVEDUTO AD ASSEGNARE QUATTRO AREE DELLE OTTO PREVISTE NEL PREDETTO AVVISO.

SORGERANNO, COSI’, DA GIUGNO A SETTEMBRE, QUATTRO NUOVE ATTIVITA’ SULLA SPIAGGIA O NELLE AREE PROSPICIENTI L’ARENILE.

QUESTE ATTIVITA’ PREVEDONO, PER COME STABILITO DALLA GIUNTA REGIONALE CON ATTO D’INDIRIZZO (DELIBERA N. 87 DEL 26-10-2017), L’INSTALLAZIONE DI CHIOSCHI, NONCHE’ LA POSA DI TAVOLINI E SEDIE A SUPPORTO DELL’ATTIVITA’ COMMERCIALE, LA POSA DI GONFIABILI E GIOCHI PER BAMBINI, PICCOLI PUNTI D’ORMEGGIO E ALAGGIO DELLE IMBARCAZIONI.

NUOVE ATTIVITA’, DUNQUE, OLTRE A QUELLE GIA' ESISTENTI,  PER INCREMENTARE L’OFFERTA TURISTICA, CHE, A LONGOBARDI, SI STA RILANCIANDO CON ALTRE IMPORTANTI INIZIATIVE, LEGATE ANCHE ALLA FIGURA DI SAN NICOLA SAGGIO (PATRONO DELLA CITTADINA TIRRENICA), E GRAZIE ANCHE ALLA FATTIVA COLLABORAZIONE TRA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, I COMMERCIANTI, GLI IMPRENDITORI E LE ASSOCIAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO, CON IN PRIMIS LA NEO COSTITUITA PRO LOCO, LA ONLUS GENS BRUTIA, L’ASSOCIAZIONE SILVIA, IL CENTRO CULTURALE SAN NICOLA SAGGIO, I GRUPPI DELLA RUZZOLA, IL CIRCOLO GIOVANNI GARRITANO, E L’ASSOCIAZIONE BRIGANTI LONGOBARDI.

LE QUATTRO NUOVE ATTIVITA’ STAGIONALI PRENDERANNO FORMA IN QUESTI MESI E INIZIERANNO AD ESSERE OPERATIVI DA GIUGNO E FINO A SETTEMBRE.

PER LE ALTRE AREE RIMASTE, E PER LE QUALI NON CI SONO STATE RICHIESTE, L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE STA DECIDENDO SE RIMETTERLE IN "DISPONIBILITA' '' CON UN NUOVO AVVISO PUBBLICO.

Nella foto lido di Amantea danneggiato dalla recentre mareggiata

Pubblicato in Belmonte Calabro

Non molla la minoranza di Longobardi.

Ecco cosa scrive oggi: "Longobardi potrebbe avere un duplice triste primato: quello di comune delle incompiute e di beni inagibili".

La denuncia viene dai consiglieri di minoranza Franco Cicerelli e Nicola Bruno.

Dopo la legittima battaglia per "scuole sicure", il gruppo consiliare "Progetto Longobardi" passa in rassegna l'anagrafe delle opere incompiute e degli immobili inagibili.

"Non accettiamo -continua il capogruppo di minoranza Nicola Bruno- che ancora, oggi, a distanza di tanti anni, vi siano nel nostro territorio comunale troppe opere incompiute ed inagibili, alcune delle quali, addirittura, realizzate e mai entrate in funzione, come il mercato coperto.

Tali opere, inutile dirlo, portano la firma della maggioranza.

Tra le incompiute figura il cosiddetto "casermone", come certificato dall'ufficio tecnico comunale, prot. n° 670 del 23/02/2018, in pieno centro storico, vero e proprio monumento allo spreco di denaro pubblico che sta per essere trasformato in 4 alloggi popolari, il cui costo complessivo, ahimè, ammonterà ad € 613.464,93 (prot. n° 4138 del 21/12/2017 - Utc + appalto).

Inagibili risultano, invece, sempre secondo l'ufficio tecnico, "il mercato coperto", sito all'ingresso del comune, nei pressi della ex stazione ferroviaria, "palazzo Miceli", posto in via Indipendenza, il "teatrino comunale" di viale san Francesco, "il convento di S. Francesco" e "la tribuna del campo sportivo comunale" (prot. n° 709 del 26/02/2018).

Il mercato coperto, poi, oggetto di continui atti vandalici, è stato adibito a "discarica".

Ma non è tutto qui.

"Alcune opere -conclude il consigliere Bruno- sono state realizzate dal comune, con finanziamenti pubblici, ma, badate bene, non sono di proprietà dello stesso ente.

Infatti, il teatrino comunale è in comodato d'uso al comune, come pure l'ex convento paolotto, oggetto, tra l'altro, di un finanziamento pari a 400 mila euro, realizzato da circa 10 anni e mai utilizzato.

Dulcis in fundo, l'amministrazione comunale paga l'affitto, pari ad euro 2.200 all'anno, per la casa delle culture, sempre ristrutturata dal comune, con finanziamenti pubblici, ma di proprietà di privati".

Pubblicato in Longobardi
Pagina 1 di 14

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy