loading...
A+ A A-

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SICOLI, premiata a Golosaria 2017 da Paolo Massobrio

Venerdì, 17 Novembre 2017 18:59 Pubblicato in Amantea Futura

Riceviamo e pubblichiamo:

“Il brand “Sicoli” entra a pieno titolo nel firmamento delle migliori “botteghe italiane”.

A sentenziarlo è il mensile Bell’Italia, che nel numero di Novembre inserisce lo scrigno d’oro della gelateria, e non solo, amanteana, nell’edizione speciale de Il Golosario 2017, allegata alla nota rivista nazionale.

Si tratta di un riconoscimento di grande significato, destinato a pochissime botteghe italiane, tra cui la Gelateria Sicoli, tra le 30 selezionate di tutta Italia.

Del resto sull’elevatissimo livello di qualità raggiunto dalla famiglia Sicoli nella preparazione del gelato e degli altri prodotti serviti impeccabilmente alla clientela con il brand di casa, c’è l’unanime consenso dei calabresi e dei tanti turisti che affollano la regione, in particolare durante la stagione estiva.

Il bar gelateria Sicoli, per altro, trova collocazione dal 1937 nello splendido centro storico di Amantea, sul litorale tirrenico calabrese, in territorio cosentino.

Un connubio, quello tra lo splendido borgo antico e l’impareggiabile gelato artigianale, che inebria, al limite della crisi di Stendhal, chi ha la fortuna di passare da quelle parti.

Anzi, chi arriva in fondo allo stivale senza fare tappa da Sicoli si è probabilmente perso una parte della Calabria migliore, rinunciando a sapori e gusti difficilmente descrivibili con un tratto di penna.

L’importante riconoscimento, consegnato domenica 12 novembre alla famiglia Sicoli da Paolo Massobrio e dalla direttrice di Bell’Italia, Emanuela Rosa Clot, nel corso di una coinvolgente cerimonia tenutasi al MiCo di Milano, premia, dunque, meritatamente, uno degli artigiani del gusto più prestigiosi d’Italia, capace di fondere con grande efficacia l’antica tradizione con lo sviluppo e la ricerca continua”.

La misteriosa morte di Natale Bonavita. E i funerali?

Venerdì, 17 Novembre 2017 16:39 Pubblicato in Primo Piano

Era il 27 ottobre quando Natale Bonavita finì sotto il camion che aveva portato i plinti per la sicurezza nella fiera di Amantea.

Sono passati più di 20 giorni ma ancora non si sono tenuti i suoi funerali.

E mentre qualche amanteano pensa che si siano già svolti, la maggior parte degli altri si interroga per sapere quando saranno.

Ma, soprattutto, si interrogano per sapere il perché di questo incredibile ritardo.

Ancora non sono state adempiute le indagini autoptiche predisposte dal giudice?.

Sembra di si !

Il giudice vuole sapere di che cosa è morto Natale.

E lo stesso vogliono sapere i suoi familiari.

Ma questo il suo peregrinare nell’ospedale regionale.

Il buon Natale nell’ immediatezza dell’incidente venne ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Cosenza.

Dopo qualche giorno venne trasferito nel reparto di chirurgia d’urgenza.

Ma non fu operato.

Poi venne spostato in ortopedia.

Ma nemmeno qui venne operato.

Ed anzi fu spostato in cardiologia.

E qui morì.

Quale è stata la causa della sua morte? .

Non è dato saperlo.

Dovrà pronunciarsi il medico autoptico.

La morte è dipesa esclusivamente dall’incidente o in ospedale poteva essere fatto qualcosa per salvarlo?

E se la risposta è positiva perchè non è stato fatto?

Tanti i dubbi, ma nessuna risposta.

Ma quella di Natale è forse anche un caso di malasanità?

Mah!

Finalmente una buona notizia.

Anche per Amantea che, però, non ha partecipato all’incontro svoltosi stamattina presso la provincia di Catanzaro per ricevere la buona notizia che il Presidente della provincia Enzo Bruno ha dato ai soli presenti.

Praticamente una querelle tra la provincia che aveva ed ha la competenza per l’appalto dei lavori di ricostruzione del ponte sul Savuto e la regione che voleva attrarre nella sua competenza i fondi del ponte per realizzare la strada di collegamento con la A2

Eppure questo progetto interessa soprattutto Campora San Giovanni che in tal modo sarà collegata con la autostrada senza passare da Falerna.

Un miracolo preelettorale?

Forse! Non si sa.

Importante , però, che stamattina presso l’ente provincia erano presenti i sindaci Leopoldo Chieffallo, Pietro Raso, Giovanni Costanzo, Fernanda Gigliotti.

Ed insieme a loro i tecnici provinciali Siniscalchi e Costanzo

Ed in particolare il direttore della Coldiretti Pietro Bozzo ed il dirigente Giuseppe Ruperto, già del comitato per la ricostruzione del ponte

Ovviamente presente e padrone di casa il Presidente della provincia Enzo Bruno il quale ha firmato con l'Ing. ZINNO della Regione Calabria la convenzione con la quale si è raggiunta l'intesa che consentirà alla provincia di cz di appaltare, previo bando di gara europea, immediatamente, la costruzione del Ponte sul Savuto.

Contestualmente tutti i presenti hanno accolto l'invito dell'ing Zinno di costituire un tavolo tecnico per conformare al progetto del ponte, la progettazione della nuova strada di collegamento dello svincolo A2 di San Mango D'Aquino a Campora San Giovanni, per la quale il Presidente Mario Oliverio ha ottenuto un finanziamento di quindici milioni di euro.

Peccato che chi è stato vicino alle battaglie per il Ponte sia rimasto “fuori anche dalle foto”!

Chi?

Ve lo diremo e vi faremo vedere le foto della manifestazione fatta proprio in Campora SG.

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy