loading...
A+ A A-

Finalmente una buona notizia.

Dopo anni di chiusura della biblioteca civica ecco che arriva la bella notizia della sua riapertura.

Lo comunica il sindaco Mario Pizzino che ha sottoscritto oggi, subito dopo il consiglio comunale , il contratto di servizio con l'Associazione Culturale Mediterranea, rappresentata dal Presidente Eugenio Bruni

Il contratto prevede l'affidamento del servizio di gestione della Biblioteca Comunale.

Presenti alla stipula anche il presidente del Consiglio Comunale delegato alla Cultura ed all’ associazionismo ed il signor Enrico Baldacchino, figlio d'arte, essendo stato il papà funzionario bibliotecario dell’ Ente locale.

Il servizio sarà garantito a decorrere dal 1 febbraio 2019 tramite i soci volontari e/o persone incaricate

Essi provvederanno all'apertura ed alla chiusura della biblioteca , alle operazioni di prestito librario, alla gestione dell'inventario, all’attività di consultazione in loco del materiale disponibile ed alla fruizione delle apparecchiature informatiche eventualmente presenti, nonché alla catalogazione ed allestimento degli spazi della biblioteca, alla promozione ed organizzazione di eventi culturali e/o a rilevanza sociale, alla facilitazione dell'accesso ai servizi bibliotecari agli studenti ed alle persone particolarmente bisognose ed ogni altro servizio affine e connesso.

L’importanza della biblioteca è innegabile: è un luogo di incontro e di conoscenza, di studio, ma anche di svago.

E soprattutto è luogo democratico, dove chiunque può accedere ai libri e alla lettura e ai suoi benefici.

La biblioteca deve essere vista come l’ultimo luogo di condivisione libero e gratuito, e soprattutto quale strumento di integrazione.

Un dono alla città ma soprattutto a chi come la Sig.ra Sicoli ha manifestato la sua volontà ad omaggiare l'Ente comune di oltre 6000 volumi, affermando: "se fosse un solo ragazzo all'anno ad essere illuminato da un libro, la funzione sarebbe assolta".

La biblioteca sarà aperta nei locali del Campus.

Appena diffusa la notizia il filosofo greco antico Diogene di Sinope che venne ad Amantea alla ricerca della biblioteca ci ha manifestato la sua viva soddisfazione e formulato gli auguri alla associazione culturale mediterranea.

Pubblicato in Politica

Incontro di animazione territoriale

Agricoltori di Amantea, Belmonte Calabro, Longobardi, San Pietro in Amantea.

Saluti Mario Pizzino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Saluti sindaci di Belmonte calabro, Longobardi, San Pietro in Amantea.

Saluti Presidente Gal sts Luigi Provenzano.

Bando 4.1. Contributi alle aziende agricole

 

Pubblicato in Belmonte Calabro

Un buon colpo quello messo a segno dall’assessore al Turismo Concetta Veltri.

E ci sta la soddisfazione piena espressa dall’ amministrazione comunale tutta e per essa dall’ assessore al turismo Concetta Veltri per la prossima presenza ad Amantea di Davide Mengacci ed Anna Moroni conduttori della trasmissione “Ricette all’ Italiana” da trasmessa da Rete4.

Saranno qui per le registrazioni nei giorni sabato 1 e domenica 2 Dicembre.

L’amministrazione è pronta ad accompagnare Mengacci e Moroni dovunque loro intendano andare per imprigionare nei filmati le immagini della città cogliendone la cultura, la storia e la suggestione espressa dai suoi beni culturali, archeologici, paesaggistici, eccetera.

La città coglierà l’occasione per mostrare il suo artigianato produttivo, dai Fichi, alle Alici, al Tonno, ai peperoncini sottolio e secchi,alle melanzane sottolio, alle melanzane “du tinu”, alle olive sottolio, alle cipolle in agrodolce, ai fichi alla sambuca, ai buccunotti, e tante altre leccornie che vengono offerte agli ospiti prima ancora che al mercato.

Per Amantea sarà poi una pregevole e rara occasione per far conoscere i suoi prodotti agricoli, tra cui la famosa cipolla dolce di Campora San Giovanni, che nascono da una agricoltura a misura d’uomo e che nformano la sua straordinaria gastronomia, ricca di sapori intensi e fortemente espressiva, da un lato, della famosa dieta mediterranea, e dall’altro della storica esperienza derivata dalle tante cucine che la città ha fatto proprie e figlie delle diverse dominazioni che ne hanno arricchita

L’assessore Veltri ha ricordato “che il vero volto della città sarà avvertibile solo grazie alla indispensabile collaborazione degli esercizi pubblici, degli artigiani e delle famiglie, le cui donne sono tenutarie di questa espressiva se non unica cultura gastronomica”.

Poi ha aggiunto “ Un doveroso ringraziamento va alle realtà produttive che daranno supporto ed ospitalità per questo evento ed a tutte le aziende del territorio che offriranno i loro prodotti per la promozione loro e della città...!”

Sulla stessa linea il sindaco Mario Pizzino che ha dichiarato che si tratta di “Una occasione rara se non unica per far conoscere ed apprezzare la nostra città e per promuoverla”

Infine l’assessore al turismo Concetta Veltri ha concluso affermando “ Mengacci sarà il nostro Mercurio , il messaggero per far conoscere l’ eccellenze che offre il nostro territorio al resto d’ Italia. Siamo convinti che Amantea, come sempre, tra paesaggio, sapori, profumi ed ospitalità, riuscirà ad affascinare tanti. La trasmissione poi andrà in onda nelle settimane a venire, e di essa daremo maggiori informazioni in seguito”.

Pubblicato in Politica

La tradizione natalizia amanteana è espressa dalla novena mattutina che vede ancora donne ed uomini che vanno ogni mattina a sentire la messa della Chiesa Matrice e cantano la Ninna.

Ma insieme nella chiese trovi grandi Presepi artistici di alta qualità realizzati da artigiani ed artisti locali.

Quest’anno il parroco padre Rocco Predoti ha comunicato che intende procedere alla realizzazione di presepi nelle chiese di San Bernardino, del Carmine, di San Biagio e di Sant’Elia.

Il percorso ordinario delle dette chiese in sostanza costituisce una vera e propria via dei presepi

Una via che potrebbe essere integrata anche da altri presepi privati che tradizionalmente gli amanteani realizzano nelle proprie case e nelle proprie botteghe

Proprio per favorire tale integrazione il comune ha adottato la delibera n 132 del 12.11.2018 concedendo ai privato la possibilità di occupare gratuitamente aree e spazi pubblici al fine del godimento a vista dei presepi.

L’assessore al Turismo Concetta Veltri ha ringraziato padre Rocco Predoti per la iniziativa della “Via dei Presepi”e contestualmente tutti gli artigiani ed artisti che gratuitamente conservano questa nobile tradizione ed ha dichiarato” Si tratta di un primo esperimento che ci impegniamo a far muovere verso obiettivi ben maggiori. Mi impegno ad avere nel prossimo futuro una maggiore attenzione verso la tutela della tradizione amanteana dei presepi artistici, promuovendone la conoscenza e la diffusione”

Dello stesso orientamento il sindaco Mario Pizzino.

Pubblicato in Cronaca

La vicenda del bilancio riequilibrato evidentemente è grave se il sindaco Mario Pizzino ha deciso di salire al Roma dove avrà un incontro con i tecnici del Ministero.

Il sindaco sarà a Roma quale sindaco di Amantea ma si avvarrà delle sue conoscenze professionali ed esperenziali per essere stato funzionario prefettizio in vari comuni calabresi.

Il sindaco cercherà la quadra del cerchio, cioè la soluzione di un problema complesso, di una situazione complicata.

Perché il problema del bilancio del comune di Amantea è un problema di difficile soluzione.

Se fosse stato facile il comune di Amantea non sarebbe andata in dissesto.

Ed ora non rischierebbe di vedersi sciolto perfino l’attuale consiglio comunale.

Chiariamo che il problema è l’equilibrio tra entrate ed uscite.

Le ultime sono certe e si accumulano progressivamente giorno dopo giorno.

Le entrate, invece, solo per lo più ipotetiche, virtuali.

Facciamo un esempio.

Se la previsione del ruolo dell’acqua è di circa 2milioni e mezzo ma ne viene pagato solo il 60 % questo vuol dire che alla fine dell’anno mancherà 1 milione.

Come trovarlo per avere il pareggio del servizio acquedotto ?

Qualcuno sostiene che basta chiudere l’acqua a chi non paga il tributo così da costringerlo a pagare.

A questa ipotesi si ribadisce che l’acqua è un servizio primario e non è possibile chiudere la sua erogazione.

A questa obiezione si risponde che se non si chiude la erogazione a chi non paga il tributo questo dovrà essere pagato da chi già paga l’acqua.

Ma se fosse così chi non paga l’acqua potrebbe consumarne quanta ne vuole e perfino sprecarla o rivenderla magari al vicino di casa che non è nemmeno allacciato alle rete idrica.

D’altro canto se il comune non incassa i tributi dai morosi non potrà pagare la regione che come già sta facendo ridurrà la fornitura all’intero comune

In questo modo a che chi paga il tributo mancherà dell’acqua potabile per colpa di chi non lo paga.

Non solo ma il comune non avrà i mezzi finanziari per ridurre le perdite di rete ed il miglioramento della rete.

Non solo ma essendo il tributo dell’acqua comprensivo dei costi del disinquinamento della fogna la città avrà nemmeno un mare pulito.

Qualcuno dice che al contrario occorre agire riducendo le perdite di rete così da risparmiare sull’acquisto di acqua e di riflesso sui tributi iscritti nel ruolo.

Qualcuno dice che occorre una fortissima lotta alla evasione tributaria, magari chiudendo la erogazione dell’acqua a chi possiede piscine allacciata all’acqua potabile.

Qualcuno dice che occorre una fortissima lotta agli allacci abusivi.

Insomma il problema è reale ed irrisolvibile.

Se la gente non paga il consiglio comunale sarà sciolto ed il comune sarà gestito da commissari ministeriali che dovranno trovare la soluzione che se esiste può anche essere trovata dalla attuale amministrazione.

Formuliamo gli auguri più fervidi al sindaco perché faccia il miracolo che Amantea si aspetta.

Non è solo la sua amministrazione a rischio ma tutta la città.

Pubblicato in Politica

A chi non riesce a comprendere perché il nostro territorio non decolla

In una recentissima uscita pubblica a mezzo stampa, l’Amministrazione comunale di Amantea si pone la seguente domanda: “non si riesce a comprendere come con il nostro mare cristallino e 13 km di costa incontaminati, il nostro territorio non riesca a decollare”.

Tenterò di rispondere alla domanda dei nostri Amministratori comunali.

A mio modesto avviso non potrà mai “decollare” un territorio dove le sue bellezze sono tenute nell’abbandono più assoluto e mi riferisco, ad esempio, alla Chiesa di San Francesco d’Assisi, al Parco comunale della Grotta, al Centro storico di Amantea e al sito dell’antica Villa romana (Temesa) in località Principessa.

Non potrà mai “decollare” un’area urbana dove il degrado regna sovrano: mancanza di pulizia delle strade, condotta fognaria ridotta ad “un colabrodo” e assenza di un’adeguata manutenzione del verde.

Non “decollerà” mai una Città che non cura i suoi luoghi di formazione e promozione della cultura: dopo due anni, gli studenti e il personale tutto della Scuola Media Mameli continuano a vivere enormi disagi, senza speranza alcuna, a tutt’oggi, di trovare una sistemazione solo “decente”.

Il Campus Temesa è destinato a degradarsi velocemente considerato che gli Amministratori comunali hanno deciso di non procedere nemmeno alla sua manutenzione ordinaria.

Non “decollerà” mai una Comunità che non incentiva la pratica sportiva dei suoi giovani: il palazzetto dello sport è chiuso e rischia anch’esso di degradarsi senza mai essere stato aperto alle Associazioni sportive della nostra Città.

Il terreno di gioco dello stadio di calcio di Amantea è ridotto ad “un campo di patate” e molte delle ringhiere della tribuna coperta sono pericolosamente arrugginite e cadenti.

Non “decollerà” mai un territorio non tutelato per quanto più possibile dal rischio idrogeologico e i segnali purtroppo ci sono già: vedi località Acquicella.

Infine, non potrà mai “decollare” una Città dove la sua Amministrazione non riesce a comprendere che ogni risultato di crescita economica, e quindi sociale, è raggiungibile, in un paese come il nostro, soprattutto attraverso l’attuazione di una progetto complessivo capace di attrarre turismo mediante interventi prioritari, mirati, credibili e realizzabili che non possono certamente essere rappresentati dal solo “Back To School festival”.

So bene cosa vuol dire governare la nostra Città e le enormi difficoltà, non solo economiche, che si possono incontrare sul percorso amministrativo, ma proprio per tali ragioni, oggi più che mai, occorrono Amministratori comunali capaci, competenti e disposti al sacrificio quotidiano.

Non me ne voglia il Sindaco e amico Mario Pizzino ma la riproposizione del progetto amministrativo della “Lista Azzurra” è stato uno sbaglio clamoroso che stanno pagando i cittadini, perché i tempi cambiano e una delle qualità che deve avere l’Amministratore pubblico non è solo quella di evolversi con i tempi, ma anzi è quella di saper ben prevedere il cambiamento per poterlo governare al meglio.

Amantea, 17 settembre 2018

                                                                                  Gianfranco Suriano

Pubblicato in Cronaca

Sindaco Mario Pizzino e assessore Concetta VeltriAMANTEA (Cs) – Che sia l’inizio di una straordinaria avventura. Il nuovo percorso della GDD FASHION WEEK è cominciato. In una gremita piazza Commercio, cuore economico di Amantea, gli organizzatoti della kermesse hanno mostrato agli amministratori dei comuni coinvolti nelle varie attività, alla stampa e agli addetti ai lavori i punti di forza di un programma generato per valorizzare non solo il made in Italy e l’arte sartoriale, ma soprattutto il territorio.

L’incontro si è aperto con un’analisi dettagliata e completa della nuova linea grafica. «Un omaggio – hanno spiegato Laura Viola e Viviana Lorelli, la prima laureata all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, la seconda alla Rome University of Fine Arts – alla genialità di Mimmo Rotella. Abbiamo scelto di “lacerare” il passato per costruire il futuro. I manifesti strappati e riutilizzati non rappresentano la fine, ma l’avvio di un nuovo divenire da decifrare, comprendere e costruire». Anche i premi che verranno attribuiti ai personaggi del jet set internazionale che parteciperanno alla kermesse seguono la stessa ispirazione. Si tratta di vere e proprie opere d’arte realizzate da un giovanissimo scultore nepetino: Antonio Reda, anch’egli appena laureatosi presso l’Accademia di Carrara. Nel mood seguito l’autore ha importato, in chiave tridimensionale, il concetto dell’artista calabrese. A ricevere questo ambito riconoscimento l’amministrazione comunale di Amantea, rappresentata dal sindaco Mario Pizzino, dall’assessore al turismo Concetta Veltri e da quello all’urbanistica Luca Ferraro. Presenti Daniela Zicarelli del comune di San Pietro, ed una delegazione del comune di Lago, composta da Ilaria De Pascale, Annalisa Iuliano e Alessandro Cherubini. I due centri collinari accoglieranno le serate del 31 luglio e dell’1 agosto.

Ovviamente non poteva mancare la grande moda. Le creazioni di Tiziana Pansino e Carmelo Mazzuca hanno incantato. Negli outfit portati in passerella si sono riscontrati i valori della GDD FASHION WEEK: stile, sperimentazione, ricerca e cura del dettaglio. Ad arricchire la bellezza degli abiti le acconciature del maestro Pino Cerra, una conferma che illumina il contest, ed il trucco di Antonella Morelli. Un plauso anche alle new models: Aurora Valente, Vittoria Posteraro, Giulia Munno, Francesca Brusco e Jessica Veltri, guidate splendidamente da Fabiola Redavide e Alessia Cantafio. Sempre accattivante il défilé proposto da Vision Ottica Muto che ha proposto una selezione dedicata al sole ed all’estate.

Ma la scelta di piazza Commercio non è stata casuale. In questo luogo, simbolo della quotidianità amanteana si affaccia anche lo storico Bar Caruso che, di concerto con l’organizzazione, ha generato un gelato tutto nuovo a base di cannella, arancia e fondente di Modica. Un gusto estremamente innovativo, battezzato GDD FASHION WEEK, che rimarrà in catalogo fino al prossimo 20 agosto. Una “limited edition” per rendere omaggio all’estro e alla fantasia. Sullo sfondo il bianco ed il rosato delle cantine iGreco.

«Quest’anno - ha spiegato la coordinatrice organizzativa Martina Fucà – abbiamo corso il rischio di far calare il sipario su un evento che ha il merito di valorizzare il talento in tutte le sue forme. Con testardaggine siamo riusciti a rimettere tutto in piedi, ma serve ora il sostegno del pubblico. Tanti gli appuntamenti in calendario che meritano di essere vissuti. Il 27 luglio a partire dalle 19.30, saremo presenti al Tipiko, il restaurant a chilometro zero, per un aperitivo decisamente alla moda; il 31 luglio, alle 21.15 sarà il comune di San Pietro ad accogliere la serata di riflessione “Dalla parte delle donne”; l’1 agosto saremo a Lago per la “Serata di Anteprima”. Il Gala di chiusura si terrà giovedì 2 agosto alle ore 21.15 presso il Parco della Grotta di Amantea. E a seguire la closing night al Papagayo di Falerna Marina».

 

 

Direzione artistica Grotta dei Desideri – Ufficio stampa

dott. Ernesto Pastore

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: 3893425668

Pubblicato in Primo Piano

Qualcuno ad Amantea (forse spera) e si prepara per le prossime elezioni

Lo si rileva dal fatto che stamattina ogni 50/100 metri mi viene chiesto: “Ma è vero che si è dimesso/a …?

Sono in bici su via Dogana e vedo un amico che alza l’indice per fermarmi.

Ovviamente mi fermo e lui mi chiede “Ma è vero che si è dimessa Caterina Ciccia?”.

“Non credo- rispondo- Ieri ha convocato il consiglio del giorno 11 luglio”. Poi- a seguire- “Al più se si dimette sarà dal 12 luglio!”

Saluto e riparto. Passo l’ incrocio con Via Indipendenza e mi sento chiamare “Peppe, Peppe!”

Torno indietro ed un amico mi chiede “ Ma è vero che si è dimessa Concetta Veltri”.

“Tutto può essere- rispondo- ma sarebbe strano considerato che ieri ha avuto un incontro con i giovani del servizio civile che dovrebbero iniziare a breve un’ importante attività di promozione turistica”.

Riprendo via Della Libertà e svolto per il Mercato.

Compro il pane e li un amico mi chiede “ Ma è vero che Giuseppe Vairo si è dimesso?”.

Non ne so nulla, ma mi sembra strano visto che ieri mi ha detto che sta facendo le schede per richiedere i finanziamenti regionali per il centro storico:

Vado alla Farmacia Morelli ed un amico mi chiede:”Ma è vero che Andrea Palarchio e Luca Ferraro si sono dimessi?”.

Comincio a contare , “Pollice-Caterina Ciccia-, indice- Concetta Veltri-, medio –Giuseppe Vairo- anulare e mignolo – Ianni Palarchio e Ferraro-“ e mi metto a sorridere.

Sorride anche lui! .

Poi aggiunge “ Ci avevo creduto, anche perché……”.

Lo fermo con la mano destra aperta e vado via.

Arrivo da Gaetano Campaiola e li addirittura qualcuno mi chiede “Ma è vero che il sindaco si ò dimesso?”.

Ma che sta succedendo ad Amantea, e che cos’è questa “dimissionite”?.

Solo un giudizio negativo su questa amministrazione?.

Voglia di qualcuno presentarsi alle prossime elezioni?.

Difetto di comunicazione della attuale amministrazione che non è stata capace di parlare agli amanteani?.

Speranza che una nuova amministrazione riesca a fare il miracolo di far sparire il dissesto?.

Pubblicato in Cronaca

Giorno 11 luglio con inizio alle ore 10.00 in sessione straordinaria il consiglio comunale sulle ultime vicende

Ecco l’ordine del giorno:

  1. Esame della situazione del disagio sociale nella città di Amantea;
  2. Comunicazione ( del) sindaco.

Nel primo punto si parlerà di anziani soli ma anche disabili, di mamme single, di minori, di persone in difficoltà.

Sicuramente si parlerà di censire le situazioni di fragilità sociale

Un compito difficile che non si comprende chi possa fare visto che ormai l’apparato comunale è così fragile che non riesce a svolgere nemmeno i compiti ordinari di competenza del comune.

A meno che non si intenda servirsi del volontariato .

Quello reale cioè quello che non si paga.

Difficile che il comune possa nominare «custodi sociali» ai quali potersi rivolgere e3 che potrebbero realmente misurare gli stati e la natura dei bisogni.

La comunicazione del sindaco sembra possa essere riferita alle recenti vicende di arresti e di avvisi di garanzia

A parte il decreto 8268 del 2 luglio con il quale è stata revocata la nomina di assessore ad Emma Pati mantenendo a se le competenze in materia di “ Pubblica istruzione , mensa, trasporti scolastici e Servizi tecnologici e manutentivi”, il sindaco parlerà anche delle determinazioni relative alla sospensione dal servizio dei dipendenti Emilio Caruso, Mario Aloe, Giacomo Bazzarelli.

Ovviamente le comunicazioni saranno influenzate dalle decisioni del Tribunale della Libertà che sembra si pronuncerà giorno 10 luglio

Peraltro ancora si aspettano le decisioni del GUP sui casi non ancora decisi.

E prima del consiglio ci si attende anche di sapere se saranno dichiarati nulli i contratti delle cooperative incisi dai sospetti della Procura.

Pubblicato in Campora San Giovanni

Senza soldi non si cantano messe e nemmeno si installano le passerelle a mare, comprese quelle dei diversamente abili.

Ed ancor più quando si tratta di passerelle destinate a fruitori che provengono da tanti comuni interni.

Una condizione, questa, di fatto ignorata dalla regione Calabria

Ma ci ha pensao il comune di Amantea ad evidenziarla con una proposta dell’assessore Concetta Veltri avallata dal sindaco Pizzino. Eccola:

“Al signor Governatore Mario Oliverio

Alla Giunta regionale

Catanzaro.

Oggetto. Richiesta contributi per i servizi pubblici per le spiagge di Amantea

Come noto Amantea ha una lunga spiaggia che va dal Confine con Belmonte Calabro a quello con la provincia di Catanzaro

Ma la cosa che spesso non viene tenuta nella giusta considerazione è che la “nostra” spiaggia serve anche i cittadini ( ed i turisti) di Aiello Calabro, Cleto, Serra d’Aiello, San Pietro in Amantea, Lago, Domanico, Carolei, Mendicino, Cosenza, Grimaldi, eccetera.

Nessun problema ad ospitare tutti, stando anche il fatto che abbiamo numerosi lidi.

Il vero problema è che questo “popolo calabrese” che arriva saltuariamente dai paesi interni non è uso frequentare i lidi e si rivolge alle spiagge libere.

Amantea vorrebbe offrire anche a loro la giusta attenzione in termini di servizi.

E tra questi, in particolare le passerelle, comprese quelle per i diversamente abili, e le docce.

I Signori in indirizzo sanno che purtroppo Amantea è uno dei comuni in dissesto finanziario e non ha grandi mezzi economici per questi servizi, tanto più per le migliaia di villeggianti che provengono dai paesi interni.

Appare, quindi, opportuno non solo segnalare il fatto che la spiaggia di Amantea è anche la spiaggia dei comuni interni ma anche chiedere i contributi regionali per conto dei medesimi enti e dei loro accedenti.

Tanto posto e ricordato che la spiaggia di Amantea è lunga oltre 10 km e che sembra imporsi la presenza di almeno 10 passerelle e di almeno 25 docce si chiede un contributo iniziale di almeno 100 mila euro con obbligo di relativo rendiconto

Si ringrazia per la attenzione

Amantea 27.6.2018

L’assessore al Turismo                                                          Il Sindaco

Concetta Veltri                                                                     Mario Pizzino

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 6

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy