loading...
A+ A A-

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Idm.

Scalea: Idm propone la candidatura dell'assessore al Turismo, Eugenio Orrico, per le elezioni relative al rinnovo del consiglio provinciale di Cosenza.

 

Il gruppo dirigente Idm della Provincia di Cosenza, guidati dal leader del movimento, il consigliere regionale Orlandino Greco, nei giorni scorsi, in un incontro avvenuto a Scalea con il referente cittadino Antonio Pappaterra, il coordinatore provinciale Raffaele Papa e l'assessore al turismo del comune di Scalea, Eugenio Orrico, dopo un attenta analisi sulle problematiche e le prospettive del comprensorio alto tirrenico, hanno deciso all'unanimità di proporre la candidatura dello stesso assessore Eugenio Orrico per le elezioni relative al rinnovo dell consiglio provinciale di Cosenza che si terranno nei prossimi mesi.

"La candidatura alla Provincia dell'assessore Eugenio Orrico, hanno ribadito i dirigenti Idm, rappresenta un forte segnale di territorialità e presenza del partito nellq zona. Giusto dare la possibilità ad una personalità come il redattore Eugenio Orrico di poter dare un contributo di notevole importanza per il futuro dell'amministrazione provinciale e dell'intera area della provincia di Cosenza".

"Ringrazio l'on. Orlandino Greco, - ha dichiarato a caldo lo stesso assessore Eugenio Orrico, - insieme al coordinatore provinciale Idm, Raffaele Papa, al gruppo dirigente regionale e al referente di Scalea, Antonio Pappaterra, per l'enorme fiducia che hanno riposto nella mia persona.

Sono onorato di rappresentare le istanze di Idm per le elezioni del rinnovo del consiglio provinciale che si terranno probabilmente a gennaio prossimo e di rappresentare,se avrò la possibilità di diventare consigliere provinciale,   soprattutto, la mia comunità, ma anche tutte i territori della provincia di Cosenza.

Lavoreremo insieme per poter contribuire in modo forte alla prospettiva di una crescita necessaria per l'intera area comprensoriale".Soddisfazioni all'unisono sono state espresse da piu parti per la proposta di candidatura di Eugenio Orrico.

"La candidatura dell'assessore al turismo di Scalea- ha detto il referente di Scalea, Antonio Pappaterra, - da la possibilità al nostro movimento di esprimersi in termini di proposta per il territorio ed Eugenio Orrico, grazie al lavoro quotidiano che svolge all'interno dell'amministrazione comunale di Scalea e nella vita, rappresenta in modo dirompente quello che è il motto del nostro movimento sul coraggio di osare, di andare oltre e cercare di non fermarsi alle difficoltà e schemi politici preconcetti.

Saranno giorni di impegno e speriamo di poter valorizzare al meglio questa opportunità di crescita per Scalea, ma anche per la Peovincia di Cosenza".

Scalea li 22/10/2018

Antonio Pappaterra

Pubblicato in Alto Tirreno

Dal Circolo “Moro-Berlinguer” di Amantea riceviamo e pubblichiamo il “Programma dei lavori del Congresso” del Circolo PD Amantea per l'elezione del Segretario di Federazione, dei membri dell'Assemblea provinciale, del Segretario di Circolo e del Direttivo del Circolo.

 

Il congresso si terrà venerdì 20 ottobre il Congresso

I lavori si svolgeranno nella sede del Circolo "Moro-Berlinguer - in Corso Vittorio Emanuele n. 71 - secondo il seguente calendario:

ORE 15.00 - Elezione della Presidenza del Congresso

ORE 15.15 - Presentazione delle linee politiche e organizzative dei candidati alla carica di Segretario di Federazione

ORE 15.45 - Orario entro cui depositare le liste dei componendi l'Assemblea provinciale, il Direttivo di Circolo e le candidature a Segretario di Circolo

ORE 15.50 – Presentazione delle linee politiche e organizzative dei candidati alla carica di Segretario di Circolo

ORE 16.30 - Apertura del dibattito

DALLE ORE 17.30 ALLE ORE 20.45 - Orario entro cui gli aventi diritto potranno esprimere le proprie preferenze ai fini dell'elezione del Segretario di Federazione, dei membri dell'Assemblea provinciale, del Segretario di Circolo e dei componenti il Direttivo del Circolo

ORE 21.00 - Spoglio delle schede e proclamazione degli eletti

PD AMANTEA

Pubblicato in Cronaca

Ieri 29gennaio alle 23.00 sono state chiuse le operazioni di voto.

Come noto l’unico amministratore in corsa per la carica di presidente della Provincia di Cosenza era Franco Iacucci.

 

Nessun altro poteva vincere

E ieri si sono recati alle urne ben 1.603 amministratori sui 1771 aventi diritto.

Oggi gli scrutini .

Una unica certezza.

Iacucci sarà il presidente.

Soddisfatto ha dichiarato “Il risultato delle elezioni per il Presidente della Provincia di Cosenza è davvero straordinario.

Tutte le nostre energie sono state impiegate per costruire questa nuova fase politica.

La vera vittoria è il 90,51% di affluenza ai seggi, più della scorsa tornata elettorale.

Il lavoro costante sul territorio è stato premiato.

I cittadini e le amministrazioni locali saranno partecipi di tutto il lavoro che quotidianamente verrà fatto.

Auguri a tutti di buon lavoro dal Presidente della Provincia di Cosenza”.

Iacucci intende occuparsi soprattutto della edilizia scolastica ed ha anche dichiarato che “Non a caso ho scelto proprio un istituto scolastico per avviare la campagna elettorale” /( e dove se no?).

Poi il neo presidente ha dichiarato che intende occuparsi delle strade di competenza dell’ente, che, come noto, versano in condizioni molto precarie.

Oggi sapremo i nomi degli eletti che costituiranno il consiglio provinciale.

Ricordiamo che in conseguenza dello scioglimento del consiglio comunale, nessun consigliere di Amantea sarà nel consiglio provinciale.

Pubblicato in Campora San Giovanni

I comuni che andranno al voto sono 151 così ripartiti:

Comuni di prima fascia (fino a 3000) n 98 abitanti 150.859 votano con la scheda AZZURRA

Comuni di seconda fascia (da 3000 fino a 5000) n 26 abitanti 98.176 votano con la scheda ARANCIONE

Comuni di terza fascia ( da 5000 a 10000) n 17 abitanti 128.857 votano con la scheda GRIGIA

Comuni di quarta fascia ( da 10.000 a 30.000) n 10 abitanti 158.251 votano con la scheda ROSSA

Comuni di quinta fascia (da 30.000 a 100.000) n 4 abitanti 177.887 votano con la scheda VERDE

Totale popolazione n 714.030.

Questi gi elettori

I consiglieri elettori dei Comuni di prima fascia (fino a 3000) sono n 992 votano con la scheda AZZURRA

I consiglieri elettori dei Comuni di seconda fascia (da 3000 fino a 5000) sono n 301 votano con la scheda ARANCIONE

I consiglieri elettori dei Comuni di terza fascia ( da 5000 a 10000) sono n 217 votano con la scheda GRIGIA

I consiglieri elettori dei Comuni di quarta fascia ( da 10.000 a 30.000) sono n 169 votano con la scheda ROSSA

I consiglieri elettori dei Comuni di quinta fascia (da 30.000 a 100.000) sono n 108 votano con la scheda VERDE

I consiglieri elettori della intera provincia sono 1.789

Queste le liste

Provincia Democratica

Graziano Di Natale

Marco Ambrogio

Franco Beltrano

Pino Capalbo

Simona Colotta

Felice D'Alessandro

Franchino De Rango

Nicola Di Gerio

Francesco Gervasi

Alfonso Marturano

Antonio Micciullo

Ferdinando Nociti

Francesco Pascarelli

Monica Sabatino

Vincenzo Tamburi

Domenico Zicarelli

Idm

Gianfranco Ramundo

Francesco Aloia

Cristian Barone

Francesco Biondi

Alessandro Cherubini

Salvatore Filippelli

Andrea Fiorino

Giuseppe Leonetti

Francesco Maiorana

Anna Valentina Marino

Sabrina Pacenza

Maria Antonietta Pandolfi

Insieme per la Provincia

Saverio Audia

Francesco Cosentino

Francesco Cozza

Vincenzo Cozza

Federico Flaviano

Pierpaolo Librandi

Palmiro Manco

Luca Morrone

Lucantonio Nicoletti

Silvio Ranieri

Giulio Serra

Nuova Provincia (Ncd)

Mario Bartucci

Elvira Campana

Diego De Marco

Roberto Falvo

Luisa Fuorivia

Ugo Gravina

Antonella Leone

Ferruccio Mariani

Paolo Montalti

Andrea Muto

Franco Orrico

Raffaele Perrone

Maria Pia Serranò

Valentino Socievole

Emilio Tenuta

Sandro Tullio Vilardi

Cosenza Azzurra

Franco Bruno

Eugenio Aceto

Leo Battaglia

Gioacchino Campolo

Angelo Caravetta

Sergio Del Giudice

Lino Di Nardo

Angelo Antonio Gentile

Raffaele Vulcano

Dorella Zinga

Cosimo Fabbricatore

Umberto Giardino

Gianluca Cauteruccio

Il Coraggio di Cambiare

Francesco Armentano

Antonio Barone

Serena Carrozzino

Anna Pia Cerbino

Jim Di Giorgio

Giuseppe Lufrano

Carmine Naccarato

Teresa Mastrota

Angelo Francesco Perri

Antonio Russo

Vincenzo Scarcello

Justin Tursi

Orena Ventura

Antonella Blandi

Catia Fiore

Eliana Bruno

La Provincia che vuoi

Antonella Elda Cosenza

Giorgia Garofalo

Carmine Lo Prete

Carmela Martucci

Vincenzo Mastrota

Roberto Pizzuti

Yole Sposato

Pasquale Veltri

Pubblicato in Cosenza

Stamattina sapremo chi si candiderà alle elezioni provinciali del 29 gennaio. Ci è parso impossibile che Amantea restasse fuori dall’agone politico. 

Tanto più nella previsione che la “provincia vale bene una messa” come disse di Parigi Enrico III di Navarra in occasione della sua ascesa al trono di Francia, occasione in cui assunse, peraltro, il nome di Enrico IV.

 

È il caso di ricordare che il potere logora chi non ce l’ha.

Al punto che il presidente paolano pro tempore, ha correttamente colto l’occasione per donare la nuova sede della Guardia di Finanza, non ad Amantea, ma a Paola!

O politici ben sanno che la città non può isolarsi anche politicamente e tantomeno chi dei politici ha mire ed ambizioni elettorali

In sostanza se Amantea , undicesima per popolazione nella provincia di Cosenza, non esprimerà candidati alle elezioni dimostrerà il fallimento dei politici locali oltre che l’ isolamento nel quale regna indiscussa.

Bene allora se comunque esprimerà qualche candidato, di maggioranza o di minoranza.

 

E questo anche se la memoria corre a chi tentò questa scalata ma venne tradito dai suoi supposti amici.

Certo che Amantea nelle elezioni esprime un peso da ben 1188 ( i 9 della maggioranza per 133 ogni consigliere), peso al quale basta poco per raggiungere quello di 2000 che si pensa sia occorrente per essere eletto nelle liste di maggioranza.

L’unico dubbio è se la attuale maggioranza che mostra sempre una maggiore fragilità sarà coesa come dice di essere.

Molto più difficile la situazione nella minoranza, ma non si sa mai.

Pubblicato in Politica

Il termine “ Repubblica delle Banane” venne coniato da O. Henry, pseudonimo di William Sydney Porter, scrittore statunitense.

 

Sottende un luogo dove manca la democrazia reale, dove le elezioni sono truccate, dove manca il principio di responsabilità all'interno del governo, in modo che la corruzione con cui la repubblica delle banane opera resti incontrollata e impunita, dove i membri del governo sono per la maggior parte in vendita e sono consultati soltanto per scopi cerimoniali o per ratificare le decisioni già prese altrove, dove sono forti le discrepanze tra le situazioni di diritto (contenuto delle leggi vigenti) e le situazioni di fatto (come vengono realmente applicate), dove,il sistema giudiziario è inefficace, non reprime i reati dei potenti corrotti, ma invece è colluso con essi.

 

Ed ecco, infatti, l’ultima della vicenda della giunta provinciale e della querelle tra Mario occhiuto e Graziano di Natale.

Ed ecco il comunicato di Graziano Di Natale.

“Mario Occhiuto pensa che in Italia esista la “libera Repubblica di Cosenza”, ma per fortuna esistono regole e istituzioni da rispettare. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Cosenza e per la carica di Presidente si svolgeranno in un’unica data e non sarà quella del 23 ottobre.

Le stesse dovranno indirsi e tenersi entro novanta giorni dalla loro scadenza vale a dire entro il 12 gennaio 2017.

A chiarire tutto e’ stato il Ministero dell’Interno che con verbale della conferenza stato regioni ed autonomie locali del 28/07/2016 n. 11/2106 ha proceduto all’interpretazione autentica della legge 56/2014 stabilendo che “le elezioni per i rinnovi dei consigli provinciali si indicono e si tengono entro 90 giorni dalla loro scadenza”, tale previsione vale per tutti i consigli provinciali in Italia!!

È inutile dire che mi atterrò scrupolosamente a quanto stabilito nella conferenza stato regioni e autonomia locali con il verbale a firma del sottosegretario all’interno on. Giampiero Bocci.

Avvieremo le procedure necessarie al rinnovo del Consiglio Provinciale e per l’elezione del nuovo Presidente della Provincia.

Ho già informato con una nota la Prefettura di Cosenza che non può restare inerte di fronte ad un provvedimento a firma del sottosegretario all’Interno del Governo Italiano”.

Pubblicato in Cosenza

Vibo Valentia

Il voto è stato espresso il 28 settembre.

E’ stato eletto Andrea Niglia, del centro-sinistra.

Polemiche, spaccature nei partiti e scambio di accuse per inciuci ed accordi trasversali.

Catanzaro.

La vittoria è andata ad Enzo Bruno, segretario provinciale del Pd, il quale ha ottenuto il 41 per cento dei voti.

Tommaso Brutto, candidato del centrodestra, ha conquistato il 30 per cento dei suffragi

Leo Procopio, sindaco di Montauro sostenuto da una coalizione civica ha guadagnato il 19,7%.

Bruno succede a Wanda Ferro.

Anche a Catanzaro polemiche e spaccature nei partiti e scambio di accuse per inciuci ed accordi trasversali.

A Catanzaro, il sindaco della città Sergio Abramo e un suo ex assessore, Massimo Lomonaco, sono stati protagonisti di una violenta lite dopo le accuse di "tradimento".

Entrambi sono finiti in ospedale con alcuni giorni di prognosi.

Abramo ha pure denunciato Lomonaco.

Andiamo ai consiglieri

Questi i nomi dei dodici consiglieri provinciali eletti a Catanzaro(da Corrieredellacalabria)

Lista "Per la Provincia di Catanzaro - Tommaso Brutto Presidente"

 - Marziale Battaglia, ex consigliere provinciale
- Antonio Montuoro, Marcellinara
- Marco Polimeni, Catanzaro
- Francesco Ruberto, Lamezia Terme
- Francesco De Biase, Lamezia Terme

 Lista "Aggregazione democratica", candidato alla presidenza Enzo Bruno

- Riccardo Bruno, consigliere comunale Borgia
- Giuseppe Celi, consigliere comunale Catanzaro
- Davide Zicchinella, sindaco Sellia
- Vittorio Paola, consigliere comunale di Lamezia

Lista "Catanzaro Provincia nuova", candidato presidente il sindaco di Montauro, Leo Procopio.

- Francesco Mauro, sindaco di Sellia Marina
- Giovanni Costanzo, sindaco di Falerna
- Giovanni De Vito, sindaco di Jacurso

Crotone

Il sindaco della città, Peppino Vallone, presidente regionale del Pd, ha vinto con il 48,6% dei voti

Il sindaco di Cirò Marina, Roberto Siciliani, si è fermato al 46,6%.

Vallone succede a Stano Zurlo, esponente del centrodestra.

Anche qui sospetti di voti incrociati e denunce di mancati sostegni ai candidati ufficiali dei partiti

Ed ecco i consiglieri della provincia di Crotone( da Cn24)

Questa la composizione del consiglio:

Amedeo Nicolazzi (sindaco di Petilia Policastro),

Sergio Iritale (consigliere comune di Crotone), Antonio Scigliano (consigliere comune di Roccabernarda),

Giuseppe Candigliota (consigliere comune di Crotone),

Francesco Pellegrini (consigliere comune di Cotronei),

Franco Parise (sindaco di Verzino) per la lista del Partito Democratico,

Luigi Arabia detto Tommaso (consigliere comune di Cutro) e

Cataldo Maltese (consigliere comune di Melissa) per la lista “Provincia”,

Armando Foresta (sindaco di Mesoraca) per la lista “Per una nuova Provincia” e

Maurizio Piscitelli (consigliere comune di Isola Capo Rizzuto) per la lista “Provincia di Crotone prima di tutto”.

Cosenza

La vittoria è andata all' attuale sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, sostenuto da Forza Italia, con il 39,81 per cento dei voti.

Dietro di lui è arrivato il sindaco di Rende, Marcello Manna, vicino al Nuovo centrodestra e sostenuto da un'aggregazione civica, il quale ha ottenuto il 34,28 per cento dei voti.

Terzo il candidato del centrosinistra, Gianni Papasso, sindaco di Cassano allo Jonio, fermo al 25,91%.

Il risultato di Papasso è la plastica dimostrazione di un mercato delle vacche.

I bovari dovete trovarveli da soli.

Non ci chiedete poi perché abbiamo tutti i consigli provinciali meno quello di Cosenza!

Pubblicato in Calabria
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy